Museo dell'Opera del Duomo (Perugia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo dell'Opera del Duomo
Perugia, Museo del capitolo della cattedrale di San Lorenzo (02).jpg
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Perugia
Caratteristiche
Tipo arte sacra
Sito web

Coordinate: 43°06′44.3″N 12°23′18.6″E / 43.112306°N 12.3885°E43.112306; 12.3885

Il Museo dell'Opera del Duomo, meglio conosciuto come Museo Capitolare di San Lorenzo, è un museo di Perugia, attiguo alla Cattedrale di San Lorenzo.

La Pala di Sant'Onofrio di Luca Signorelli

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il museo fu voluto dai Capitolo della Cattedrale (da qui il nome di "Capitolare") e ospitato in una delle sue sedi. Venne aperto nel 1923, nelle sole prime sale. Negli anni '80 il museo fu chiuso per lavori di scavo, diretti dall'ingegner Luciano Vagni, in cui vennero scoperti alcuni locali sotterranei. Riaperto nel 2000, oggi vi si possono ammirare numerose opere d'arte, tra cui primeggia la Pala di Sant'Onofrio di Luca Signorelli.

Sale ed opere[modifica | modifica wikitesto]

Il museo è ospitato in 25 sale attigue al chiostro, accanto alla Cattedrale di San Lorenzo, al piano terra ed al piano inferiore, in alcuni locali della cripta. Le opere esposte vanno dall'alto Medioevo al XIX secolo.

Sala 1[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sala si trova l'ingresso e la biglietteria. Anticamente questa sala ospitava il refettorio dei canonici.

Sala 2 - Il tesoro[modifica | modifica wikitesto]

  • Parato Armellini (scuola romana-perugina, XVI sec.)
  • Pastorale (orafo umbro, seconda metà del XVI sec.)
  • Pastorale (orafo umbro, seconda metà del XIX sec.)
  • Pastorale orientale (ignoto, XVII sec.)
  • Oreficerie con calici, piatti, candelieri, turiboli, navicelle, croci, campanelle (oreficeria del centro Italia, dal XV al XIX sec.)
  • Leggio (ignoto, XVII sec.)
  • Busto di Sant'Ercolano (scuola fiorentina, fine XVI sec.)
  • Croce da Tavolo (ignoto, XVII sec.)
  • Bussollo (arte umbra, metà XVIII sec.)

Sala 3 - I codici manoscritti e miniati[modifica | modifica wikitesto]

  • Custodia di Libro Liturgico (scuola veneziana, XII sec.)
  • codici e manoscritti (scuola locale, sec. XIV-XVI sec.)

Sala 4 - Sala rossa[modifica | modifica wikitesto]

  • Arredi (XVIII sec.)
  • Paesaggi (Alessio de Marchis, prima metà XVIII sec.)
  • statua San Lorenzo (arte umbra, seconda metà XVI sec.)
  • statua S.Stefano (arte umbra, seconda metà XVI sec.)
  • Madonna Orante (Tito Moretti, 1872)

Sale 5 e 6 - Biblioteca Capitolare[modifica | modifica wikitesto]

Chiuse e accessibili solo per studio.

Sale 7, 8, 9 e 10 - Parte sotterranea[modifica | modifica wikitesto]

  • frammenti scultorei (secc. VI a XVI sec. circa)

Sala 11 - Lapidario XV-XVI secolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Altare della Famiglia Cantagallina (ignoto, seconda metà XV sec.)
  • Alatare di San Bernardino (ignoto, seconda metà XV sec.)

Sale 12 e 13 - Frammenti scultorei medievali[modifica | modifica wikitesto]

  • Testa Leonina (scuola umbra, XIII sec.)
  • Genesi (scuola umbra, XII sec.)
  • Creazione di Eva (attr. Giovanni Pisano, XIII-XIV sec.)
  • Testa di Fanciullo (scuola umbra, XII sec.)
  • Testa di chierico (Bottega di Arnolfo di Cambio, fine XIII sec.)
  • Salvatore benedicente (Bottega di Arnolfo di Cambio, fine XIII sec.)
  • Testa (Giovanni Pisano, XIV sec.)

Sala 14 - Pinacoteca XIV-XV secolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Madonna con Bambino (scuola umbra, XIV-XV sec.)
  • Madonna del Verde (arte umbra, inizio XV sec.)

Sala 15 - I capolavori medievali[modifica | modifica wikitesto]

  • statua Madonna della Costa (arte umbra, XII sec.)
  • Trittico (Meo di Guido da Siena, prima metà XIV sec.)
  • Madonna del Latte (Andrea Vanni, XIV sec.)
  • Trittico (Agnolo Gaddi, XIV sec.)
  • Faldistorio (arte meridionale, inizio XIII sec.)
  • Dormitio Mariae (scuola umbra, prima metà XV sec.)

Sala 16 - La Pietà[modifica | modifica wikitesto]

  • Pietà (Bartolomeo Caporali, 1486)

Sala 17 - Il '400 perugino[modifica | modifica wikitesto]

  • Gonfalone scultoreo bifronte (Battista di Baldassare Mattioli, 1453)
  • Cristo e Santi (Ludovico di Angelo Mattioli, 1489)
  • Coppia di angeli reggiceri (arte umbra, XV sec.)

Sala 18 - Gli artisti perugini del '400-'500[modifica | modifica wikitesto]

  • Gonfalone di San Fiorenzo (Benedetto Bonfigli, 1476)
  • Madonna con Bambino (Bottega Bartolomeo Caporali, 1515)
  • Madonna con Bambino e Santi (Botteda del Perugino, fine XV sec.)
  • Martirio di San Lorenzo (Giannicola di Paolo, 1513)
  • Madonna con Bambino e angeli (scuola fiorentina, inizi XVI sec.)

Sala 19 - Artisti locali e forestieri del Rinascimento perugino[modifica | modifica wikitesto]

  • San Lorenzo (Bernardino di Mariotto, XVI sec.)
  • Altarolo a sportelli (Niccolò del Priore, XV sec.)
  • Pala di Sant'Onofrio (Luca Signorelli, 1484)
  • Coppia scultorea di Angeli ceriferi (scuola umbra, XVI sec.)
  • Madonna con Bambino tra santi (ignoto umbro, XIX sec.)
  • Madonna con Bambino e Santi (Pompeo di Piergentile Cocchi, 1529)

Sala 20 - Arte tra XVI e XVII secolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Madonna in trono tra Angeli e Santi (Girolamo Danti, 1573 circa)
  • Coppia scultorea di Angeli Adoranti (ignoto umbro, XV-XVI sec.)
  • Bassorilievo con testa di Cristo (Vincenzo Danti, XVI sec.)
  • Maddalena penitente (ambito di Giandomenico Cerrini, 1662 circa)
  • Sant'Agnese (arte umbra, XVII sec.)
  • Santa Lucia (arte umbra, XVII sec.)

Sala 21 - La pittura di genere[modifica | modifica wikitesto]

  • Natura morta (ignoto, XVII sec.)
  • Natura morta (ignoto, XVII sec.)
  • Natura morta (ignoto, XVII sec.)
  • Natura morta (ignoto, XVII sec.)
  • Veduta di Piazza Grande a Perugia (ignoto umbro, inizi XVIII d.C.)
  • Veduta di Piazza Grande a Perugia (ignoto umbro, inizi XVIII sec.)

Sala 22 - Gli Ex voto[modifica | modifica wikitesto]

  • Miracoli di San Giuseppe sposo (ignoto, XVII sec.)
  • Martirio di San Lorenzo (Anton Maria Fabrizi, prima metà XVII sec.)
  • Martirio di Sant'Ercolano (Mattia Batini, inizi XVIII sec.)

Sala 23 - La pittura religiosa del XVIII secolo[modifica | modifica wikitesto]

  • Madonna del Rosario (Vincenzo Monotti, 1773)
  • San Giovanni Battista (Francesco Mancini, prima metà XVIII sec.)
  • Cristo deposto (Giacinto Boccanera, 1729)

Sala 24 - Lo sposalizio della Vergine[modifica | modifica wikitesto]

  • Sposalizio della Vergine (Carlo Labruzzi, 1814)
  • Elemosina di San Lorenzo (Baldassarre Orsini, seconda metà XVIII sec.)
  • Martirio di San Lorenzo (Baldassarre Orsini, seconda metà XVIII sec.)

Sala 25 - Sala del dottorato[modifica | modifica wikitesto]

Adiacente al museo, conserva affreschi raffiguranti papa Giovanni XXII tra gli imperatori Carlo IV e Sigismondo.

Sono presenti inoltre:

  • Ritratto di Papa Leone XIII (ignoto, XIX-XX sec.)
  • San Carlo Borromeo e la nipote (Ulisse Ribustini, 1888)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]