Museo del Risorgimento (Imola)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo del Risorgimento
Ex Chiesa di San Francesco - Bilioteca Comunale (dettaglio2).JPG
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàImola
Caratteristiche
Tipostorico-militare
Periodo storico collezionidall'epoca napoleonica alle guerre coloniali
FondatoriRomeo Galli
Apertura1938

Il Museo del Risorgimento è uno spazio espositivo situato a Imola e dedicato al Risorgimento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stato fondato nel 1938 da Romeo Galli, bibliotecario e conservatore dei musei imolesi. Il museo è ospitato all'interno di alcuni locali dell'ex convento di San Francesco, che è anche sede della biblioteca comunale e del teatro cittadino. I primi cimeli provengono dal lascito del patriota Antonio Domenico Gamberini, mentre la restante parte dei reperti è stata reperita dalla società civile imolese tra il 1906 al 1938, anno di apertura del museo.

Le esposizioni[modifica | modifica wikitesto]

Le sue esposizioni, che coprono un arco temporale che va dall'epoca napoleonica alla prima guerra mondiale, con particolare attenzione ai cimeli legati alla zona, sono costituite da divise militari, armi, documenti, stampe e lettere.

La collezione parte dal periodo napoleonico per arrivare ai moti del XIX secolo e alla prima guerra d'indipendenza. Le esposizioni proseguono con la seconda guerra d'indipendenza e con le campagne garibaldine, per terminare con i cimeli risalenti alla prima guerra mondiale e alle guerre coloniali. Per necessità di natura conservativa, il museo è stato disallestito nel 2001. I documenti cartacei sono consultabili presso l'archivio storico della Biblioteca Comunale di Imola e i cimeli presso il Museo di San Domenico di Imola.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Augusta Busico, Il tricolore: il simbolo la storia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l'informazione e l'editoria, 2005, p. 185.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]