Moisé Curia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Moisé Curia (Rossano, 1º gennaio 1991) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sin da bambino si avvicina alla recitazione e al teatro, prendendo parte a svariate rappresentazioni a partire dall'età di 14 anni. Terminati gli studi scolastici a 18 anni si trasferisce a Roma per studiare recitazione presso l'Accademia di arte drammatica Eutheca e successivamente frequenta il Centro sperimentale di cinematografia. Durante questo periodo prende parte a diverse rappresentazioni teatrali: Amleto, Macbeth, La Divina Commedia, Novecento e tanti altri. Nel 2014 debutta in TV con la miniserie televisiva Non è mai troppo tardi, regia di Giacomo Campiotti, e nello stesso anno debutta al cinema nel film La buca al fianco di Sergio Castellitto e Rocco Papaleo per la regia di Daniele Ciprì.

Sempre nel 2014 raggiunge la notorietà con la serie TV Braccialetti rossi, regia di Giacomo Campiotti in cui interpreta il ruolo di Ruggero. Nel 2015 recita nel sequel della serie TV Braccialetti rossi 2 e sempre nello stesso anno viene scelto dai registi Paolo e Vittorio Taviani per interpretare il ruolo di Panfilo in Maraviglioso Boccaccio; successivamente è protagonista insieme a Francesca Neri nel film La nostra quarantena regia di Peter Marcias. Nel 2016 è protagonista insieme a Stefania Rocca nel film Abbraccialo per me, regia di Vittorio Sindoni con il quale riceve il premio Guglielmo Biraghi - Nastri d'argento 2016 e il premio Vittorio De Sica.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Bagaglio in eccesso, regia di Mariachiara Manci (2015)

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Pinocchio, regia, di Imma Guarasci (2009)
  • Futurismoritifù, regia, di Imma Guarasci (2009)
  • Divina Commedia, regia di Giancarlo Fares (2010)
  • Le baccanti, regia di Cristina Pedetta (2010)
  • Trilogia della villeggiatura, regia di Federica Tatulli (2010)
  • Esercizi di stile, regia di Andrea Posca (2010)
  • I cavalieri, regia, di I. Guarasci (2010)
  • Sogno di una notte di mezza estate, regia di Federica Tatulli (2012)
  • Rosencrantz e Guildestern sono morti di Tom Stoppard, regia di Ian Sutton (2011)
  • Tradire tradimenti, regia di Giancarlo Fares (2011)
  • Domanda di matrimonio di Anton Čechov, regia di Claudio Spadola (2011)
  • La tempesta, regia di Craig Peritz (2011)
  • Così è... ma non pare, regia di Giancarlo Fares (2012)
  • L'inavvertito, regia di Enzo Aronica (2012)
  • Santa Giovanna, regia di Federica Tatulli (2013)
  • Storie, canti e balli regia di Odin Teatret (2013)
  • Novecento, regia di Moisé Curia (2014)
  • Chet, un angelo mancato, regia di Clarizio Di Ciaula (2015)
  • Anche gli angeli hanno le ali, regia di Moisé Curia (2016)
  • Il terzo round, regia di Clarizio Di Ciaula (2016)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]