Miss Italia (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Miss Italia
Miss Italia (1950).png
titolo di testa
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1950
Durata102 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaDuilio Coletti
SoggettoFulvio Palmieri
SceneggiaturaVittorio Nino Novarese, Fulvio Palmieri
ProduttoreAntonio Mambretti, Carlo Ponti per Lux Film
Distribuzione in italianoLux Film
FotografiaMario Bava
MontaggioMario Serandei
MusicheFelice Montagnini
ScenografiaPiero Gherardi
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Miss Italia è un film commedia di produzione italiana, diretto da Duilio Coletti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giornalista Massimo Lega decide di fare un reportage sulle concorrenti di Miss Italia. Incontra così diverse ragazze ognuna con una sua storia e una sua personalità. Al reportage però si sovrappone anche un intrigo poliziesco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito nel 1950 (nel 1952 per la televisione USA con il titolo My Beautiful Daughter). Sul mercato cinematografico argentino il film - durata 102 minuti - venne vietato ai minori di 13 anni.

Girato in bianco e nero con il taglio e l'ambientazione del fotoromanzo, diretto dal regista Duilio Coletti e sceneggiato da Vittorio Nino Novarese e Fulvio Palmieri, il film ruota intorno alle vicende del concorso di bellezza di Miss Italia, a quel tempo ancora ai suoi albòri e presenta una ventitreenne Gina Lollobrigida in competizione come reginetta di bellezza, fra Italia e Stati Uniti, con l'avvenente Constance Dowling, attrice che in quegli anni viveva in Italia, dove ebbe una liaison amorosa con lo scrittore Cesare Pavese.

Per ragioni di distribuzione commerciale, il cast annoverava, oltre a Dowling, anche la star statunitense Richard Ney.

La pellicola è stata prodotta da Antonio Mambretti e Carlo Ponti; le musiche sono di Felice Montagnini e la fotografia di Mario Bava; montaggio di Marino Girolami e costumi di Piero Gherardi.

Il film segnò il debutto cinematografico per l'attore Carlo Hintermann.

Il regista Giuseppe Tornatore ha inserito una scena del film nella sequenza finale di baci in Nuovo Cinema Paradiso.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema