Marcello Vittorini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcello Vittorini

Marcello Vittorini (L'Aquila, 31 ottobre 1927Roma, 16 marzo 2011) è stato un urbanista e ingegnere italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce all'Aquila dove compie gli studi; nel 1944 si iscrive alla facoltà di Ingegneria di Roma, conseguendo la laurea in Ingegneria civile edile nel 1949. Per alcuni anni è assistente volontario; nel 1963 consegue la libera docenza in Pianificazione Urbanistica. Svolge attività didattica nelle facoltà di Architettura di Venezia e Napoli oltre che in quella di Roma che, nel 2004, gli conferisce la carica di Professore Emerito.

Inizia la sua attività professionale nel campo della progettazione architettonica nell'ente Fucino (1950-1956), con progetti di borghi e scuole rurali. Successivamente progetta complessi di edilizia pubblica a Bologna, Salerno, Torino, Roma, Napoli, Boscoreale, Potenza e opere pubbliche come l'Ospedale regionale dell'Aquila, lo stadio San Filippo di Messina, un complesso parrocchiale a Ponticelli, un centro culturale commerciale ed amministrativo a Boscoreale, il Parco e il Museo archeologico di Classe. Partecipa a numerosi concorsi di architettura e urbanistica.

Tra gli anni sessanta e settanta si svolge la maggior parte della sua attività di pianificazione urbanistica; nel 1973 predispone, con Ennio Borzi, Mario d'Erme, Piero Maria Lugli e Camillo Nucci, una proposta di variante generale al PRG di Roma che sarà adottata, per le sole norme tecniche redatte dagli uffici comunali, nell'agosto di quell'anno, e che sarà infine sostituita da una nuova variante generale interamente allestita dagli uffici comunali nel 1974 (la "variante Samperi")) e approvata dalla Regione Lazio nel 1979. Tra il 1975 e il 1985 coordina i piani socio-sanitari delle regioni Campania, Sicilia e Calabria. Elabora, tra gli altri, i piani regolatori dei comuni di Cosenza, Catanzaro, Ravenna, Faenza, Piacenza, Trento, Bolzano, Verona, Firenze, Aversa, Rocca di Mezzo, Colleferro oltre ai piani territoriali nel napoletano e nel bresciano, al Piano di Bacino dell'Adige e al Programma di sviluppo integrato delle Colline romane.

Negli stessi anni svolge attività politica nella corrente più a sinistra del Partito Socialista Italiano[1], nonché attività culturale e professionale, anche all'estero. In Nepal è coordinatore per conto dell'ONU di una ricerca per un programma di potenziamento delle infrastrutture di trasporto; in India è componente del Comitato internazionale per il Piano di Jaipur; in Brasile elabora una proposta di piano sanitario per lo Stato del Cearà. Nel biennio 1999-2000 è inoltre impegnato nel coordinamento del Piano di Sviluppo urbano dell'area metropolitana di San Salvador.

Direttamente impegnato in incarichi e ruoli istituzionali partecipa attivamente all'elaborazione delle nuove leggi urbanistiche e di studi e di proposte in materia di pianificazione territoriale. Socio dell'INU dal 1954 (e componente del Consiglio direttivo) ha avuto incarichi presso il Ministero dei lavori pubblici, come membro del Consiglio Superiore e Segretario Generale del Servizio Studi e Programmazione, presso il CNR e nella Commissione per la difesa della natura. È componente della Commissione Ministeriale per la frana di Agrigento e delle Commissioni che, subito dopo, elaborano la legge 6 agosto 1967, n. 765 detta "legge-ponte", i decreti ministeriali n. 1404/68 e n. 1444/68 sugli standard urbanistici e la legge 865/71 della "legge sulla casa". Collabora a lungo con Giovanni Astengo negli anni in cui quest'ultimo è assessore all'urbanistica a Torino e assessore regionale per il Piemonte e negli anni di fondazione ed avvio del corso di laurea in Urbanistica a Venezia.

Le sue pubblicazioni comprendono scritti e saggi su temi di attualità e denuncia, sulle politiche del territorio e dell'energia, sulla pianificazione urbanistica e documentano gli esiti dell'attività di pianificazione urbana e territoriale, di progettazione, di didattica e di ricerca svolta dagli anni settanta in poi. Articoli, scritti e saggi sono pubblicati su riviste specializzate italiane e straniere, tra cui: Architettura Cronache e Storia, Casabella, Urbanistica, Economia pubblica, Urbanistica Informazioni, Astrolabio, Città-Regione, Parametro; per la rivista giapponese Toshi Yutaku (Tokio, 1976) cura il numero monografico dal titolo Nuovo modo di pensare le città.

Muore il 16 marzo 2011 a Roma[2].

L'archivio professionale[modifica | modifica wikitesto]

L'archivio professionale, riconosciuto di interesse storico particolarmente importante dal Ministero per i beni e le attività culturali con decreto del 31 dicembre 2007, testimonia sessant'anni di intensa attività professionale, culturale didattica e di ricerca, documentata da materiali inediti e significativi relativi a circa 140 progetti, concorsi e piani urbanistici - con relazioni, studi, disegni, documenti, modelli, pannelli, fotografie - e oltre 400 scritti, articoli, saggi e pubblicazioni.

Attività didattica[modifica | modifica wikitesto]

Negli oltre quaranta anni di attività didattica a partire dal 1963 è professore straordinario e ordinario nelle Facoltà di Urbanistica a Venezia e nella Facoltà di Architettura a Napoli (1973-1984), e poi professore ordinario presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (1984-2003). Conclude la sua esperienza a Roma, nell'anno accademico 2002-2003, come responsabile del Laboratorio di sintesi del Programma Sperimentale dell'Unione Europea nonché titolare del Corso di progettazione Urbanistica. Nel 2004 riceve il conferimento della carica di Professore Emerito.

Progetti architettonici[modifica | modifica wikitesto]

  • 1954 Progetto di borgo rurale a “Borgo Ottomila”, Celano; Progetto di borgo rurale a Trasacco; Progetto di borgo residenziale a Via Nuova, Avezzano;
  • 1956-64 Progetto del quartiere INA-Casa e INCIS di via Cavedone a Bologna (in collaborazione)
  • 1956-1958 Quartiere di Via Cavedone a Bologna - Progetto di sette corti di abitazione (in collaborazione)
  • 1957 Ricostruzione di una casa di abitazione, distrutta dalla guerra a Ortona a Mare (con F. Gorio)
  • 1958 Quartiere CPE a Salerno, Studio della produttività edilizia; Quartiere CEP a Monte Po, Catania (con F. Gorio); Case per senza tetto a Vibo Valentia, S. Gregorio d'Ippona e Paola (con F. Gorio)
  • 1959-60 Quartiere INA-Casa di Via Cavedone a Bologna, Progetto degli edifici pubblici (con F. Gorio)
  • 1960-64 Palazzina per la Cooperativa Fiorenza Romana a Via Manassei, Roma (con F. Gorio)
  • 1960 Due edifici di abitazioni a Via XX Settembre, L'Aquila (con F. Gorio); Casa di abitazione con 24 alloggi a Catania (con F. Gorio);
  • 1962 Scuola elementare a Milano - Concorso Nazionale di Milano, 1º premio (con F. Gorio)
  • 1962-64 Progettazione integrale di un edificio intensivo a Roma, Via Anagni (in collaborazione); Progettazione di un quartiere Cooperativo Emilia Levante, Bologna (in collaborazione);
  • 1962-65 Progetto della scuola media G. Mazzini, L'Aquila
  • 1964 Scuola elementare Milano - Concorso di II grado, Progetto vincitore, poi realizzato (con F. Gorio); Progetto di casa di abitazione e negozi a Vibo Valentia; Progetto della casa B., a Belvedere, L'Aquila (con F. Gorio)
  • 1965 Progetto della Scuola media prefabbricata a Gordiani, Roma, a seguito di appalto-concorso (con C. Chiarini); Progetto della Casa B., a Via Strinella, L'Aquila; Cappella funeraria De Paulis a Paganica, L'Aquila
  • 1965-66 Progetto della Casa O., a Via Strinella, L'Aquila
  • 1966 Progetto di due lotti di case di abitazione a Spinaceto, Roma (a seguito di appalto-concorso, in collaborazione)
  • 1966-67 Villa N. a Bellavista, L'Aquila
  • 1968 Liceo scientifico di Grosseto (a seguito di appalto-concorso, in collaborazione)
  • 1969-92 Progetto dell'Ospedale regionale S. Salvatore a L'Aquila (in collaborazione; capogruppo e direttore lavori)
  • 1972-73 Piano Planivolumetrico della zona di Castel Giubileo, Roma (con N. Di Cagno)
  • 1975 Edilizia residenziale pubblica (IACP) a Roma, Primavalle (con G. Squadrilli)
  • 1976 Edilizia residenziale pubblica a Roma, Torrevecchia (con P. Barucci, L. Passarelli e G. Squadrilli)
  • 1978 Edilizia residenziale pubblica (IACP) a Roma, Primavalle (capogruppo coordinatore)
  • 1984 Cappella funeraria Vittorini a L'Aquila
  • 1990-2000 Progetto del nuovo Stadio di Messina (in collaborazione)
  • 2000 Museo Archeologico di Classe, Ravenna - Progetto preliminare e definitivo, coordinamento generale e progetto architettonico; progetto esecutivo 1º e 2º stralcio
  • 2006-07 Progetto di recupero del Palazzo Dragonetti a Piazza S. Giusta, L'Aquila (in collaborazione; capogruppo)

Progetti e piani urbanistici e territoriali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1950-51 Piano particolareggiato di Via Strinella, L'Aquila (in collaborazione con C. Botta e G. Inverardi)
  • 1952 Progetto del Villaggio del Bracciante a Caruscino, Avezzano
  • 1954 Studio della Regione Marsicana – Provveditorato alle O.O.P.P. L'Aquila (in collaborazione)
  • 1957-58 Studio territoriale della Regione Abruzzo, in preparazione del Piano Generale, Provveditorato alle O.O.P.P. – L'Aquila (in collaborazione)
  • 1958 Piani particolareggiati di Roio Poggio e della base della Funivia del Gran Sasso, Assergi, L'Aquila (in collaborazione con F. Gorio); Ministero dei Lavori Pubblici: Indagine Preliminare al Piano territoriale di coordinamento della Regione Abruzzese (in gruppo)
  • 1962 Osservazione al PRG di Roma, nella zona dell'Asse Attrezzato, su incarico dell'IACP di Roma (in collaborazione con N. Di Cagno)
  • 1963 Cassa per il Mezzogiorno: Piano di valorizzazione turistica di tre zone dell'Abruzzo (Gran Sasso, Maiella, Fascia costiera) nel quadro dello sviluppo economico della Regione; Programma di fabbricazione e Piani di zona del Comune di Cosenza, ai sensi della Legge 167/62
  • 1963-64 Coordinamento per la redazione dei progetti urbanistici planovolumetrici relativi al primo biennio di attuazione della Legge 167 a Roma
  • 1964 Piano Regolatore del Comune di Cosenza (capogruppo coordinatore); Progetto integrale per il quartiere in Via Valtrumplina, Brescia (a seguito dell'appalto concorso; Capogruppo coordinatore);
  • 1964-65 Piano planivolumetrico della zona Fontana Candida a Roma (in collaborazione)
  • 1969-1973 Studi e Piano Regolatore Comunale 1973 di Ravenna (direzione e coordinamento)
  • 1972-73 Piano Planivolumetrico della zona di Castel Giubileo a Roma (in collaborazione con N. Di Cagno)
  • 1973 Documento programmatico per l'assetto territoriale della Regione Lazio (in gruppo)
  • 1974 Parco dell'Uccellina: studi, ricerche e piano (in collaborazione con G. Tamburini e G. Marcialis); Piano di zona del Comune di Catanzaro (capo gruppo coordinatore); Variante del Piano regolatore di Roma (in gruppo con D'Erme, Nucci e Borzi)
  • 1975 Documento programmatico per l'avvio della pianificazione territoriale in Puglia (in collaborazione)
  • 1978 Proposte di Piano Socio-sanitario della Regione Siciliana (in collaborazione)
  • 1978-80 Piano Regolatore Generale (PRG 80) di Piacenza (Coordinamento e direzione)
  • 1979 Proposta di Piano Socio-sanitario della Regione Calabria (in collaborazione)
  • 1979-80 Piano Regolatore generale (PRG 80) di Faenza (Coordinamento e direzione, in collaborazione)
  • 1980-83 Piano Regolatore Generale (PRG 83) di Ravenna (coordinamento e direzione)
  • 1982-85 Progetto Urbanistico dell'area di Ponticelli, Napoli (in collaborazione); Commissario Straordinario di Governo - Coordinatore degli interventi di Napoli Ponticelli e di Boscoreale
  • 1985 Piani Urbanistici di ricostruzione e di sviluppo del Comune di Torella dei Lombardi (Avellino) distrutto dal terremoto del novembre 1980
  • 1986 Piano urbanistico di ricostruzione e di sviluppo (PRG 86) del Comune di S. Michele di Serino (Avellino)
  • 1987-89 Piano Regolatore Generale (PRG 89) del Comune di Trento (coordinamento e direzione)
  • 1988 Piano Regolatore Generale del Comune di Messina (in gruppo); Governo Federale e Governo dello Stato del Cearà - Brasile: Studi per un piano sanitario e ospedaliero per lo Stato del Cearà;
  • 1988-2000 Piano Territoriale Provinciale (PTP) di Teramo (in gruppo)
  • 1989 Comune di Trento: Piano generale (PRG 89) dei Centri storici del capoluogo e dei sobborghi (Coordinamento e direzione); Progetto preliminare del Piano regolatore (PRG '89) di Verona (Coordinamento e direzione)
  • 1989-90 Provincia di Trento: Studio di una metodologia per i piani regolatori sovracomunali (Direzione e coordinamento)
  • 1989-93 Piano regolatore (PRG 92) del Comune di Firenze (Coordinamento e direzione)
  • 1990-92 Provincia di Trento: Consulenza urbanistica per il sistema di mobilità alternativa del Trentino centrale (1990); Piano regolatore del Comune di Pinzolo-Madonna di Campiglio (Trento), Progetto preliminare (Coordinamento e direzione); Regione Lazio: Partecipazione agli studi di delimitazione e pianificazione dell'Area Metropolitana di Roma; Regione Lazio: Studio per il recupero del Ghetto di Roma (in collaborazione); Conseil General des Hauts de Seine (Paris - France): Concorso internazionale per la realizzazione della Maille Urbaine Souterraine Express - Coordinamento della proposta urbanistica e architettonica (Progetto selezionato per la realizzazione); Piano urbanistico comunale (PUC 92) del Comune di Bolzano (coordinamento e direzione)
  • 1991-93 Programma di ristrutturazione urbanistica e di riqualificazione urbana della ex-darsena di città di Ravenna; Piano regolatore (PRG 93) del Comune di Ravenna (in gruppo); Piano regolatore generale (PRG 92) del Comune di Caivano (Napoli);
  • 1994 Studio per il Parco del Gran Sasso (capogruppo coordinatore)
  • 1995-96 Piano di Sviluppo dell'Area Metropolitana di San Salvador - Piano Territoriale, Piano Ambientale e Piani di Recupero del centro della città, delle periferie e delle aree libere (verde e servizi) (Redattore della "Propuesta Tecnica" vincitrice del Concorso internazionale: Coordinamento e direzione del Piano dal marzo 1995 al maggio 1996)
  • 1999 Piano territoriale provinciale (PTC '99) di Napoli (Coordinatore del gruppo di progettazione)
  • 2000 Ente Parco Appia Antica - Consulenza per il piano di assetto
  • 2000-01 Programma di gestione integrata della fascia costiera del Golfo di Napoli (coordinatore del gruppo di lavoro incaricato dall'Amministrazione provinciale di Napoli); Piano regolatore generale (PRG 2000) del Comune di Ragoli (TN)
  • 2000-02 Piano regolatore generale (progetto preliminare) del Comune di Rocca di Mezzo (AQ); Piano di Recupero del centro storico di Gries (progetto preliminare), Bolzano; Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti – Provincia di Napoli – Comune di Bacoli – Programma integrato per lo sviluppo dei Campi Flegrei – coordinatore; Piano territoriale provinciale di Brescia – Responsabile scientifico e coordinatore del progetto preliminare
  • 2000-03 Piano di Bacino dell'Adige (Coordinamento e direzione)
  • 2001 Regione Abruzzo - Comune dell'Aquila: Analisi dei centri storici del “Comitatus aquilanus” e relative proposte di piano; Piano regolatore generale (PRG 2001) del Comune di Aversa (CE)
  • 2002-07 Adeguamento del PRG 2002 del Comune di Rocca di Mezzo (AQ)
  • 2003-04 Patto territoriale delle Colline romane - ASP Agenzia Sviluppo Provincia di Roma (Capo gruppo - coordinatore)
  • 2004-06 Piano urbanistico comunale (PUC 2006) del Comune di Siano (SA) (in collaborazione)
  • 2005-06 Programma di sviluppo integrato delle Colline romane, Progetto strategico n. 2: Qualità urbana, città sostenibile - ASP Agenzia Sviluppo Provincia di Roma

Incarichi istituzionali e tecnico-scientifici[modifica | modifica wikitesto]

  • 1952-57 Capo del Servizio Urbanistica ed opere edilizie dell'Ente Fucino-Ente di riforma agraria
  • 1963-80 Componente del Consiglio superiore dei LL.PP. (massimo organo tecnico consultivo dello Stato)
  • 1966 Componente della commissione ministeriale di indagine sulla situazione edilizia di Reggio Calabria
  • 1966-67 Componente della Commissione ministeriale di indagine tecnica sulla frana di Agrigento
  • 1967-69 Componente della Commissione interministeriale sulla difesa del suolo
  • 1967-70 Componente della Commissione De Marchi per la difesa del suolo
  • 1968-1972 Segretario generale del Servizio Studi e programmazione del Ministero dei LL.PP.
  • 1970 Componente della Commissione ministeriale per una nuova legge sui Parchi nazionali
  • 1970 Relatore ufficiale alla conferenza Europea sulla Conservazione della Natura (Strasburgo 9-12 febbraio 1970) ed ai IX Stati generali dei comuni d'Europa (Londra, 15-18 luglio 1970).
  • 1970-72 Componente del gruppo di lavoro presso il Ministero dei LL.PP. per la redazione delle proposte di legge relative alla Legge per la Casa (n. 865/1971); inoltre, quale Consulente dell'ONU partecipa a ricerche e studi di pianificazione relativi ai paesi in via di sviluppo; Coordinatore del gruppo di lavoro che predispone la Delibera programmatica per l'assetto del territorio della Regione Lazio e componente del gruppo di lavoro che predispone la Variante del PRG di Roma. Come Presidente della Sezione laziale dell'INU, imposta e promuove un programma di ricerche e di analisi sui problemi di Roma e del Lazio.
  • 1970-71 Ministero dei LL.PP. – Regione Abruzzo: Coordinatore del gruppo di lavoro per le Ipotesi di assetto territoriale dell'Abruzzo; Ministero dei LL.PP. Lazio: Coordinatore del gruppo di lavoro per le ipotesi di assetto territoriale del Lazio
  • 1971-72 ONU - World Bank - Kingdom of Nepal General Survey ai fini del Piano di sviluppo e di mobilità
  • 1972-1990 Consulente delle Regioni Piemonte, Puglia, Lazio, Campania per lo studio di leggi e piani regionali
  • 1976-81 Componente del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR)
  • 1974-80 collabora con le Pubbliche amministrazioni e le Regioni, occupandosi dell'attività legislativa e di pianificazione delle Regioni Piemonte, Lazio, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia.
  • 1974-75 Capo della Segreteria Tecnica del Ministero del Mezzogiorno
  • 1976-80 Componente della Commissione per la difesa della natura del CNR; Approfondisce - a livello legislativo e programmatico - gli studi relativi alla gestione del territorio e dei servizi sociali in relazione al quadro istituzionale ed al sistema delle autonomie locali, con particolare riferimento alla formazione dei Piani Socio Sanitari ed all'attuazione della legge n. 833/1978.
  • 1979 University of Rajasthan (India): Relatore alla “International conference on human ecology – Jaipur and its environs”
  • 1980-81 Capo della Segreteria Tecnica del Ministero del Mezzogiorno (1980-81 e 1974-75)
  • 1980 Membro del Comitato tecnico-scientifico della Regione Campania per i piani degli interventi di ricostruzione a seguito del terremoto del novembre 1980; Componente della Commissione della Presidenza del Consiglio dei ministri per il programma degli interventi di emergenza dopo il terremoto del novembre 1980 e per la preparazione della legge di ricostruzione
  • 1981-83 si occupa dei problemi connessi con la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto del novembre 1980, partecipando a Commissioni e gruppi di lavoro a livello interministeriale, parlamentare e regionale.
  • 1991-92 Consulente tecnico del Ministero della Protezione Civile.
  • 1992-94 Componente del Comitato Scientifico del Ministero dell'Ambiente.
  • 1997 Presidente del Comitato Tecnico scientifico Regione Abruzzo per il Giubileo 2000.

Concorsi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1951 Concorso Nazionale per un quartiere INA CASA a Capri (in collaborazione), progetto segnalato
  • 1953 Concorso Nazionale per la sistemazione del quartiere Monte di Pietà a Palermo (Capogruppo) primo premio per la prima parte (Relazione) e terzo premio per la seconda parte (proposta progettuale)
  • 1955 Concorso con esito positivo, per gruppi di progettisti INA CASA (Gruppo Gorio)
  • 1959 Concorso per la Biblioteca Nazionale di Roma – progetto segnalato (con F. Gorio); Concorso per il quartiere CEP Barene di S. Giuliano a Venezia – Secondo premio ex aequo (in collaborazione)
  • 1960-61 Concorso per una scuola elementare a Milano – XII Triennale – selezionato nel primo grado, vincitore nel secondo grado (con F. Gorio)
  • 1964 Appalto-concorso per un quartiere di edilizia sovvenzionata IACP a Brescia, nel quadro della legge 167 (Capo gruppo coordinatore) Primo premio ex aequo
  • 1965 Appalto-concorso per una scuola prefabbricata nel Comune di Roma (in collaborazione) Primo premio (realizzato)
  • 1966 Appalto-concorso per due lotti di edifici di abitazione a Spinaceto (in collaborazione) Primo premio
  • 1967 Appalto-concorso per due edifici ISES a Torino (in collaborazione) Primo premio; Concorso per l'ampliamento del Parlamento a Roma (in collaborazione) Primo premio ex aequo; Concorso per la sistemazione della valle della Caffarella (in collaborazione) Primo premio ex aequo
  • 1968 Concorso per il liceo scientifico a Grosseto (in collaborazione) Primo premio; per la realizzazione dell'edificio fu studiato un sistema di prefabbricazione “pesante”, poi brevettato dal consorzio Cooperative di Bologna, denominato VIMAG (Vittorini, Masi, Grassi) poi largamente usato dal Consorzio stesso.
  • 1971 Concorso internazionale ONU per il “Reconnaissance Surwey” of Kingdom of Nepal – Coordinamento generale – Proposta vincente.
  • 1983 Concorso per la nuova stazione di Bologna – in collaborazione.
  • 1987 Concorso nazionale di progettazione bandito dalla Regione Emilia-Romagna per la sperimentazione della Normativa Tecnica – Progetto vincitore – Consulente generale
  • 1990 Concorso internazionale per la “Maille Urban Souterraine Express” (MUSE) bandito dal “Conseil General des Hauts de Seine (Paris)” – Capogruppo coordinatore della proposta urbanistica e architettonica – proposta segnalata
  • 1994 Concorso internazionale per il “Plan Maestro del Area metropolitana di S. Salvador” – Predisposizione della Propuesta Tecnica vincitrice
  • 2007 Concorso nazionale per l'incarico di Coordinatore metodologico del PRG di Colleferro (concorso vinto)

Scritti e pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Ha pubblicato numerosi scritti ed articoli, collaborando dal 1957 a quotidiani e riviste, tra cui Urbanistica, Aut, Economia Pubblica, Casabella, Città-Spazio, Città-Regione, il Comune Democratico, Hinterland, Urbanistica-Informazioni, Parametro, Astrolabio, L'Industria delle costruzioni. È inoltre autore di numerosi saggi e pubblicazioni. Di seguito è riportata una selezione degli scritti più significativi:

  • Indagine sulla Marsica (in collaborazione) Poligrafico dello Stato, L'Aquila 1957.
  • Indagine preliminare al P.T.C. della Regione Abruzzo (in collaborazione), Poligrafico dello Stato, L'Aquila, 1960.
  • I problemi dell'edilizia sovvenzionata in Italia, CIRIEC - Milano, settembre 1964.
  • La progettazione come mezzo per la razionalizzazione dei sistemi edilizi tradizionali, Università di Cagliari, 1967.
  • Studi preparatori per la realizzazione di un Centro ospedaliero, L'Aquila, gennaio 1968.
  • Didattica Ricerca Territorio, Napoli, 1972.
  • Petrolio e potere, Ed. Marsilio, Venezia 1974.
  • Un nuovo modo di pensare le città, Toshi Yutaku - Tokio, 1976.
  • Regione Lazio - Programmi, Normative, Tipologie per l'edilizia residenziale, Ed. DEI - Roma, 1978.
  • Governo del territorio e partecipazione popolare, in Ravenna, una capitale a cura di V. Emiliani, Edizioni Alfa, 1978.
  • Dallo spreco edilizio alla politica di recupero dell'esistente, Ed. Guida, Napoli, 1979.
  • Il Mezzogiorno ancora all'opposizione, Ed. Guida - Napoli, 1979.
  • Ravenna - PRG 1973, Ed. OVER - Milano, 1982.
  • Piacenza PRG 1980, Ed. OVER - Milano, 1982.
  • Faenza PRG 1980, Ed. OVER - Milano, 1982.
  • Ravenna PRG 1983, I manifesti del Piano Regolatore, Comune di Ravenna, 1983.
  • La spesa pubblica nel processo di pianificazione e gestione del territorio, Edizioni Officina, 1986.
  • Roma, Parigi, New York - Quale urbanistica per le metropoli, Gangemi Editore, Roma, 1986.
  • Recupero del Ghetto di Roma, Multigrafica Editrice - Roma 1990.
  • Eupolis - La riqualificazione delle città in Europa, Editore Laterza, 1990.
  • La formazione del Piano di Bacino dell'Adige, Autorità di Bacino dell'Adige, 1993.
  • Studio per il Parco del Gran Sasso d'Italia, Tecnocasa e.t.a., 1994.
  • Quaderni del Piano Regolatore di Bolzano (n. 3, 1988-90), Comune di Bolzano, Assessorato all'Urbanistica.
  • Quaderni del Piano Regolatore di Trento (n. 7, 1987-94), Comune di Trento, Assessorato all'Urbanistica.
  • Quaderni del Piano Regolatore di Firenze (n. 5, 1991-92), Comune di Firenze, Assessorato all'Urbanistica, Relazione generale e Norme tecniche, 1992.
  • Quaderni del Piano Regolatore di Verona (n. 1, 1992), Comune di Verona - Assessorato all'Urbanistica.
  • Anastilosi. L'antico, il restauro, la città (AA.VV.) Editore Laterza (1986).
  • Atlante di Firenze - Il nuovo PRG di Firenze, Marsilio Editori, 1993.
  • Piano di Bacino dell'Adige (Quaderni n. 3) Autorità di Bacino dell'Adige, Trento, 1993-2007.
  • Studio per il Parco del Gran Sasso d'Italia - Regione Abruzzo, 1994.
  • Continuità e innovazione nei PRG 1973, 1983, 1993, in Progetto Ravenna. PRG 93 (AA.VV.) Montanari Editore, 1994.
  • La città borghese: nuove istituzioni e nuove centralità, in L'Aquila e la Provincia aquilana - Economia, Società e Cultura dal 1859 al 1920 (AA.VV.) La Provincia aquilana e le comunicazioni nell'800 – Cassa di Risparmio della Provincia dell'Aquila, 1994.
  • Potenza di una Capitale in Il Papa eremita a cura di Bruno Vespa – Edizioni Fotogramma – 1996.
  • Recupero e riqualificazione dei centri storici del “Comitatus aquilanus”, L'Aquila, 2002 (coordinatore, in collaborazione).
  • Programma di Sviluppo Integrato delle Colline Romane – ASP Grottaferrata 2003.
  • I casi delle Colline Romane e della Darsena di Città a Ravenna in AA.VV.Marcello Vittorini. Professione e formazione multidisciplinare per progetti di piano e di architettura – Gangemi Editore, Roma 2004.
  • Dallo Zuccherificio al Museo Archeologico di Classe – Gangemi Editore, Roma 2007.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Gresleri, Marcello Vittorini per Napoli, in Parametro n.167, 1988.
  • Marcello Vittorini, scheda in Guida agli archivi di architettura a Roma e nel Lazio, a cura di M.Guccione, D.Pesce, E.Reale, Gangemi Editore, Roma 2008.
  • F. Rosa, Archivio Marcello Vittorini, scheda in AAA Italia. Bollettino n.9/2010, pagg. 48-49, maggio 2010.
  • G. Tamburini, A. Marino (a cura di), Archivio Marcello Vittorini. Città nascenti. I borghi del Fucino – Gangemi Editore, Roma 2010.
  • D. Lama, Marcello Vittorini in Cemento romano – CLEAN Editore, Napoli 2010.
  • Angela Marino, Valeria Lupo (a cura di), Omaggio a Marcello Vittorini. Un archivio per la città - Gangemi editore, Roma 2012
  • Scheda dedicata a Marcello Vittorini in: L'Architettura sulla carta. Archivi di architettura in Abruzzo, catalogo della mostra a cura della Soprintendenza Archivistica dell'Abruzzo, Pescara (28 settembre – 26 ottobre 2013) e altre sedi

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN245975263 · ULAN: (EN500051866