Lyla Rocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lyla Rocco nel 1953

Lyla Rocco (Trieste, 18 gennaio 1933Roma, 17 gennaio 2015) è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Talvolta accreditata come Lila Rocco o Lilla Rocco, nel cinema ha debuttato nel 1951 in un piccolo ruolo come infermiera nel film Anna di Alberto Lattuada. L'anno dopo partecipa al concorso di bellezza Miss Italia e viene eletta Miss Cinema. In seguito ottiene ruoli in molti film, interpretando per lo più film di serie B, film comici e musicarelli (cinque nel solo 1957). La sua interpretazione più importante fu quella nel film Camping (1957) di Franco Zeffirelli, dove interpreta una ragazza snob e sofisticata che flirta scherzosamente con un Nino Manfredi imbranato. Fra gli altri titoli della sua filmografia figurano Mia nonna poliziotto (1958) di Steno, Simpatico mascalzone (1959) di Mario Amendola e Caccia all'uomo (1961) di Riccardo Freda. Sposatasi una prima volta nel 1954 con l'attore statunitense Steve Barclay, ne ottenne l'annullamento nove anni più tardi. Dopo il suo secondo matrimonio con l'attore Alberto Lupo nel 1964, ha abbandonato la carriera artistica.

Attiva anche in televisione, la Rocco ha interpretato celebri sceneggiati televisivi come Le avventure di Nicola Nickleby (1958), Una tragedia americana (1962) e La cittadella (1964). Era anche protagonista di Buio alle otto (1959), episodio della serie Giallo club. Invito al poliziesco con il tenente Sheridan (Ubaldo Lay).

È stata anche interprete di vari fotoromanzi, fra i quali Smarrimento (pubblicato a puntate su Grand Hotel nel 1965), dove recita al fianco del marito Alberto Lupo.

Tomba nel cimitero di San Felice Circeo.

È sepolta insieme ad Alberto Lupo nel cimitero di San Felice Circeo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN129528070 · ISNI (EN0000 0000 8899 4097 · SBN IT\ICCU\UBOV\964423 · BNF (FRcb16229468n (data) · WorldCat Identities (ENviaf-129528070