L'ultima preda del vampiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'ultima preda del vampiro
L'ultima preda del vampiro.png
La scena iniziale del film
Paese di produzioneItalia
Anno1960
Durata82 min
Dati tecniciB/N
Genereorrore
RegiaPiero Regnoli
SoggettoPiero Regnoli
SceneggiaturaPiero Regnoli
ProduttoreTiziano Longo
Produttore esecutivoRichard Gordon
FotografiaAldo Greci
MontaggioMariano Arditi
MusicheAldo Piga e Luigi Urbini
ScenografiaGiuseppe Ranieri
TruccoEnzo Amato, Gaetano Capogrosso, Italia Marini e Gianfranco Mecacci
Interpreti e personaggi

L'ultima preda del vampiro è un film italiano del 1960 diretto da Piero Regnoli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il capocomico Lukas e un gruppo di cinque ballerine di provincia, a seguito di un violento temporale notturno trovano rifugio nel castello del nobile Gabor Kerassy. Il nobile costretto ad ospitarli, impone però che nessuno degli ospiti giri per l'edificio durante la notte. Kathia che non ha rispettato gli accordi il giorno dopo viene trovata morta. Vera si invaghisce del nobile, il quale gli confida di andar via perché la sua vita è in pericolo. Costretti a rimanere nel castello per colpa del fiume in piena, arriva la notte. Si viene poi a scoprire che il nobile era da tempo che lottava contro un suo antenato-vampiro.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in Italia il 28 novembre 1960, ha incassato circa 72 milioni di lire.[1] Richard Gordon, produttore e distributore di film horror e di fantascienza, cercava film horror europei da pubblicare negli Stati Uniti attraverso la sua compagnia, Gordon Films.[1] Nel 1963, è stato invitato per una proiezione in lingua francese di The Playgirls and the Vampire attraverso Janus Films, una società con sede a New York che si è specializzata nel rilascio di film d'autore.[1] Un giorno dopo la proiezione, Gordon telefonò all'agente di Janus a Parigi e acquistò i diritti cinematografici mentre preparava una versione in lingua inglese della sceneggiatura con Peter Riethof.[1] Gordon alla fine ha venduto i diritti sul film a Joe Solomon di Fanfare Film che ha pubblicato il film come The Playgirls and the Vampire, promuovendolo come un film per adulti.[1] Fu pubblicato negli Stati Uniti il 4 luglio 1963.[1] Successivamente, Gordon pubblicò una versione meno esplicita del film con il titolo Curse of the Vampire per il pubblico televisivo.[1]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film è stato distribuito in DVD da Image Entertainment negli Stati Uniti il 24 agosto 1999.

Luoghi delle riprese[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo Borghese, Artena, Roma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Roberto Curti, Italian Gothic Horror Films, 1957-1969, McFarland, 2015, ISBN 978-1-4766-1989-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema