Lingue tucano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lingue tucanoane)
Lingue tucano
Parlato in America meridionale
Filogenesi
Codici di classificazione
Glottolog tuca1253 (EN)
Tukano Languages.png
Tucano occidentali (verde scuro), centrali (verde chiaro) e orientali (verde). I punti indicano la distribuzione attuale, le aree colorate l'estensione prima del XX secolo.

Le lingue tucano[1][2] (Tucanoan in lingua inglese) sono una famiglia di lingue native americane parlata nell'America meridionale.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Le lingue tucano sono parlate in Brasile, Colombia, Ecuador e Perù.[3]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Ethnologue,[3] la classificazione delle 25 lingue che formano la famiglia è la seguente:

(Tra parentesi tonda il numero di lingue dei vari gruppi e la nazione in cui sono parlate)
[Tra parentesi quadra il codice ISO 639-3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tucano, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  2. ^ Tucano, in Enciclopedia Italiana, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  3. ^ a b (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Tucanoan, in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.
  4. ^ Documentation for ISO 639 identifier: yui, su www-01.sil.org.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Campbell, Lyle. (1997). American Indian languages: The historical linguistics of Native America. New York: Oxford University Press. ISBN 0-19-509427-1.
  • Kaufman, Terrence. (1990). Language history in South America: What we know and how to know more. In D. L. Payne (Ed.), Amazonian linguistics: Studies in lowland South American languages (pp. 13–67). Austin: University of Texas Press. ISBN 0-292-70414-3.
  • Kaufman, Terrence. (1994). The native languages of South America. In C. Mosley & R. E. Asher (Eds.), Atlas of the world's languages (pp. 46–76). London: Routledge.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND: (DE4258526-0