Laguna blu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Laguna blu (disambigua).
Laguna blu
The Blue Lagoon.png
Richard ed Emmeline nella loro capanna.
Titolo originaleThe Blue Lagoon
Paese di produzioneUSA
Anno1980
Durata104 min
Genereavventura, sentimentale
RegiaRandal Kleiser
SoggettoHenry De Vere Stacpoole
SceneggiaturaDouglas Day Stewart
FotografiaNéstor Almendros
MontaggioRobert Gordon
MusicheBasil Poledouris
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
un Premio Razzie a Brooke Shields per la peggior interpretazione femminile principale dell'anno 1980
Laguna Blu vista dal largo, in realtà è l'isola di Nanuya Lailai

Laguna blu (The Blue Lagoon) è un film del 1980, diretto dal regista Randal Kleiser e tratto dal romanzo La laguna azzurra dello scrittore del primo-novecento Henry De Vere Stacpoole; è interpretato da Christopher Atkins e dall'allora quattordicenne Brooke Shields. Si tratta di un rifacimento di Incantesimo nei mari del sud del 1949. Al film seguì un sequel dal titolo Ritorno alla laguna blu nel 1991.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Verso la metà dell'Ottocento il veliero Northumberland naufraga in pieno oceano. Al disastro scampano due bambini, Richard ed Emmeline, e l'anziano cuoco di bordo, Paddy Burton. Tutti e tre approdano su un'isoletta sconosciuta, lontana dalla rotta delle navi. Dopo essere stato, per i due bambini, un padre, un amico, un compagno di giochi, un giorno Paddy muore. Addestrati da lui a sopravvivere, Richard e Emmeline crescono senza correre troppi pericoli: senza essere, soprattutto, scoperti da certi indigeni, che da un'isola vicina vengono di quando in quando sulla loro isola a celebrare sacrifici umani.

Divenuti adolescenti, poi adulti, Richard e la sua compagna scoprono l'amore ed hanno uno splendido bambino. Questi, un giorno, mentre la famigliola è in mare su una barca, ingoia alcune bacche, che stando al vecchio Paddy provocherebbero un sonno senza risveglio. Disperati i suoi genitori decidono di darsi la morte, mangiando anche loro le bacche. Mentre giacciono, apparentemente senza vita, sul fondo della barca accanto al figlio, li scorgono i marinai di un veliero che da tempo li andava cercando (a bordo c'è il padre di Richard), ma i tre sono profondamente addormentati. Si sveglieranno?

La spiaggia di Laguna blu nell'isolotto Nanuya Lailai

Produzione, incassi, premi e nomination[modifica | modifica wikitesto]

Il film ebbe notevole successo commerciale, incassando nel mercato nordamericano oltre 58 milioni di dollari, a fronte di un budget stimato di circa 4,5 milioni di dollari.

È stato candidato per l'Oscar alla migliore fotografia, ai Saturn Award come miglior film d'avventura e al Golden Globe per la nuova star dell'anno, Christopher Atkins, vincendo però solo il il Razzie Awards 1980 alla peggiore attrice, andato a Brooke Shields. Infine al Young Artist Awards è stato candidato come miglior film, miglior attore e miglior attrice. Prima di scegliere la Shields, la produzione aveva pensato di scritturare Barbara De Rossi nel ruolo della protagonista femminile.

Location[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato una parte in Giamaica e un'altra in una delle Isole Yasawa, appartenenti alle Figi[1].

Sequel e Remake[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kristin McMurran, Too Much, Too Young?, People Magazine, 9 dicembre 2011. URL consultato il 28 aprile 2013.
  2. ^ Nellie Andreeva, Lifetime Greenlights 'Blue Lagoon' Remake, su deadline.com, 9 dicembre 2011. URL consultato il 2 maggio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema