La terra dei morti viventi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La terra dei morti viventi
BigDaddyLTDMV.png
Lo zombie intelligente "Big Daddy"
Titolo originale Land of the Dead
Paese di produzione USA, Canada, Francia
Anno 2005
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere orrore, fantascienza, thriller
Regia George A. Romero
Soggetto George A. Romero
Sceneggiatura George A. Romero
Produttore Mark Canton
Fotografia Miroslaw Baszak
Montaggio Michael Doherty
Effetti speciali Brock Jolliffe, Jeff Skochko, Jeff Campbell, Jon Campfens, Anthony Paterson
Musiche Reinhold Heil, Johnny Klimek
Scenografia Arvinder Grewal
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« In un mondo dove i morti tornano in vita, la parola 'problema' perde molto del suo significato. »
(Kaufman)

La terra dei morti viventi è un film del 2005, diretto da George A. Romero. È il quarto capitolo che ha ampliato la famosa saga sui morti viventi del regista.

Romero nei suoi film sugli zombie ha sempre voluto ritrarre in maniera critica la realtà socio-politica americana: ne La terra dei morti viventi è messo in discussione il diritto di sopraffazione sui popoli più poveri, dell'aggressione verso i diversi, della lotta al terrorismo e del principio di globalizzazione.

Nello stesso anno è stato pubblicato un videogioco dal titolo Land of the Dead: Road to Fiddler's Green, uno sparatutto in prima persona che rappresenta un prequel alla trama del film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di una massiccia invasione di zombie, la società umana è completamente collassata e i morti viventi camminano per l'intero pianeta. I sopravvissuti si sono organizzati in città fortificate sparse per gli Stati Uniti. Ce ne è una Pittsburgh, circondata su due lati da fiumi e sul terzo da una recinzione elettrica pesantemente sorvegliata. Dietro le mura, però, la città è un santuario con i ricchi e i potenti che vivono in un lussuoso grattacielo chiamato Fiddler's Green, mentre il resto della popolazione sussiste nello squallore.

Il sovrano della fortezza, Paul Kaufman, ha sponsorizzato il Dead Reckoning, un veicolo armato corazzato che può viaggiare attraverso le zone infestate da zombie con facilità, e tale mezzo è usato da una squadra di esploratori che viaggiano per il paesaggio post-apocalittico con lo scopo di recuparare medicinali e viveri per i sopravvissuti. Durante l'ultima nottata sotto il comando di Riley Denbo, il progettista e collaudatore del Dead Reckoning che ha intenzione di ritirarsi, lui e il suo gruppo nota che diversi morti viventi continuino a condurre i loro lavori e routine quotidiane che svolgevano quando erano ancora vivi. Uno di questi, il benzinaio Big Daddy, inizia anche a sviluppare il senso di comprensione e l'apprendimento osservando i comportamenti della squadra di Riley.

Tornato alla fortezza, Riley scopre che l'uomo che gli ha venduto la macchina, il nano Chihuahua, sta mettendo in ballo la vita della prostituta Slack rinchiudendola in una recinzione con due zombie in cattività per fare scommesse. Nella sparatoria che segue, Riley salva la vita a Slack eliminando i due morti viventi mentre Chihuahua viene fucilato in testa da Charlie Houx, il braccio destro di Riley, mentre tentava di fuggire. Riley, Charlie e Slack vengono arrestati e in cella Slack spiega di essere stata abbandonata per ordine di Kaufman, il quale ha scoperto che lei lavorava con Mulligan, un collega di Riley che sta organizzando una ribellione tra i civili.

Nel frattempo l'impavido Cholo DeMora, il vice-comandante del Dead Reckoning, viene a sapere che non otterrà il suo appartamento al Fiddler's Green nonostante gli anni di servizio per Kaufman che ha dedicato. Dopo essere stato respinto da Kaufman in persona e adirittura sfuggito al suo tentato omicidio ordinato dal tiranno, Cholo minaccia di distruggere Fiddler's Green con il Dead Reckoning, che è controllato dai suoi colleghi Pretty Boy, Mouse, Anchor e Foxy. Quando lo zombie Big Daddy, che sta guidando un esercito di morti viventi, assale le mura della città, Cholo e il suo gruppo decide di non intervenire e fuggono a bordo del Dead Reckoning. Kaufman libera Slack, Charlie e Riley dandoli il compito di andare fuori a recuperare il Dead Reckoning. Per rendere la missione più efficace, Kaufman aggiunge i mercenari Manolete, Monica "Motown" e Pillsbury al gruppo di Riley.

Durante la ricerca, Manolete viene morso da uno zombie e quindi Slack lo elimina. Una volta ritrovato il Dead Reckoning, Riley escogita un piano per avvicinarsi da solo. Contro gli ordini di Riley, Charlie, Slack e Pillsbury lo seguono, mentre Motown viene abbandonata per via della sua fedeltà a Kaufman. Cholo si rende conto che Riley lavora per Kaufman e quindi tiene Riley e Charlie sotto tiro. Prima che Slack e Pillsbury siano in grado di reagire, la vendicativa Motown li raggiunge e apre il fuoco nel tentativo di uccidere Riley e Cholo, ma viene divorata da uno zombie. Con questa distrazione, Riley de-attiva i sistemi delle armi del Dead Reckoning e convince Cholo di lasciarli fuggire verso nord, mentre Cholo prosegue da solo a ovest. In seguito però Cholo viene infetto da un morto vivente e quindi decide di tornare per uccidere Kaufman.

Big Daddy riesce ad infiltrarsi e invadere la fortezza degli umani con gli altri zombie, che seminano panico e chaos nella confusione generale. Big Daddy insegue Kaufman nel parcheggio sotterraneo e spruzza del carburante all'interno della sua macchina per poi allontanarsi. Con Big Daddy fuori di vista, Kaufman esce dall'automobile per andarsene a piedi, ma viene assalito da Cholo, che ormai è diventato zombie. Durante lo scontro, Big Daddy è tornato e fa rotolare un tizzone ardente che incendia il carburante facendo esplodere la macchina e uccidendo entrambi.

Riley e il suo gruppo giungono troppo tardi e osservano impotenti i ricchi intrappolati senza via di fuga per via della recinzione elettrica venire divorati vivi dagli zombie. Per porre fine al massacro, Riley ordina di fare saltare tutto in aria con i missili del Dead Reckoning. I membri della ribellione hanno seguito Mulligan, quindi riescono a fuggire. Quando Pretty Boy tenta di colpire Big Daddy da lontano, Riley le ordina di risparmiarlo, dicendo che i zombie «Stanno cercando un posto dove andare... Proprio come noi». Il film si chiude mostrando il gruppo del Dead Reckoning proseguire lontano dalla fortezza per andarsene in Canada.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Questo è il primo film della saga dei morti viventi ad usare effetti digitali.
  • Tom Savini, il truccatore e responsabile degli effetti speciali dei precedenti episodi della saga dei morti viventi, compie una breve apparizione nei panni di un motociclista (Blades) che già aveva interpretato in Zombi, stavolta però in forma di zombi. Lo si può vedere durante l'assalto degli zombi al complesso residenziale Fiddler's Green, mentre afferra un ragazzo e lo squarta col suo machete.
  • L'autoblindo di Riley si chiama Dead Reckoning che doveva essere il titolo del film ma che fu cambiato per imposizione della casa produttrice: volevano che il titolo ricordasse maggiormente i precedenti capitoli della saga. Dead Reckoning era previsto come titolo anche del precedente capitolo della saga che, nella stesura iniziale della sceneggiatura, prevedeva proprio l'utilizzo di un mezzo blindato.
  • Simon Pegg e Edgar Wright, autori del film L'alba dei morti dementi, sono stati invitati da Romero per interpretare in un cameo la parte dei due zombi usati per fare "foto ricordo". In tal modo il regista ha voluto pubblicamente dimostrare il suo apprezzamento per l'opera dei due cineasti inglesi, fortemente ispirata dai film di Romero.
  • Boyd Banks, l'attore che interpreta lo zombi macellaio, è stato uno dei protagonisti di L'alba dei morti viventi.
  • Nella versione originale, la voce del burattinaio che manovra due marionette che si vedono per qualche istante appartiene a Romero stesso.
  • Verso la fine del primo tempo, Mouse, uno dei terroristi, col compito di recuperare il riscatto dell'autocingolato, viene assalito da due zombie, il primo è chiaramente il bambino predicatore protagonista di Grano rosso sangue, mentre il secondo è un uomo vestito da clown, o meglio It. Un esplicito richiamo e probabile omaggio a Stephen King.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema