La luce sugli oceani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La luce sugli oceani
The Light Between Oceans.jpg
Una scena del film
Titolo originaleThe Light Between Oceans
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Nuova Zelanda, Regno Unito
Anno2016
Durata132 min
Rapporto2,35 : 1
Generedrammatico, sentimentale
RegiaDerek Cianfrance
SoggettoM.L. Stedman (romanzo)
SceneggiaturaDerek Cianfrance
ProduttoreDavid Heyman, Jeffrey Clifford
Produttore esecutivoRosie Alison, Tom Karnowski, Jeff Skoll, Jonathan King
Casa di produzioneHeyday Films, Reliance Entertainment, DreamWorks SKG, Participant Media
Distribuzione in italianoEagle Pictures
FotografiaAdam Arkapaw
MontaggioJim Helton, Ron Patane
Effetti specialiKarl Chisholm, Doug Falconer
MusicheAlexandre Desplat
CostumiErin Benach
TruccoWarren Dion Smith
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La luce sugli oceani (The Light Between Oceans) è un film del 2016 scritto e diretto da Derek Cianfrance, con protagonisti Michael Fassbender, Alicia Vikander e Rachel Weisz. La pellicola è l'adattamento cinematografico del romanzo di debutto di M.L. Stedman La luce sugli oceani, pubblicato nel 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1918. Tom Sherbourne è un ex soldato reduce della Prima guerra mondiale; per contrastare i suoi dolorosi ricordi, l'uomo accetta un impiego da guardiano del faro a Janus Rock, un'isola australiana. Nonostante l'isolamento che il lavoro comporta, si innamora di una ragazza del posto, Isabel Graysmark; i due si sposano e vanno a vivere insieme sull'isola, ma la ragazza subisce due aborti spontanei in pochi anni, convincendosi di non poter mai diventare madre.

Poco dopo l'ultima perdita, una piccola barca a remi va alla deriva sull'isola; al suo interno i due trovano il corpo di un uomo e una neonata. Il dovere di Tom sarebbe di segnalare l'accaduto, ma Isabel lo dissuade allo scopo di tenere con loro la bambina, per crescerla come se fosse loro figlia. Tom, pur con molta difficoltà, accetta e i due allevano la bambina, dandole il nome di Lucy.

Quando si recano sulla terraferma per il battesimo di Lucy, Tom vede una donna, Hannah Roenfeldt, piangere davanti a una lapide che commemora la scomparsa in mare di suo marito Frank e della loro figlia Grace Ellen; il giorno riportato sulla lapide è quello precedente all'arrivo della barca a Janus Rock. Comprendendo che si tratta della vera madre di Lucy, l'uomo le scrive una lettera anonima nella quale la rassicura che sua figlia è viva e ha chi si prende cura di lei.

Tom, Isabel e Lucy vivono felicemente sull'isola per tre anni. Successivamente tornano in città per una cerimonia, durante la quale incontrano nuovamente Hannah e vengono a conoscenza della sua storia: suo marito Frank, di origine tedesca, aveva preso il mare scappando da una folla inferocita che voleva linciare lui e Grace, per poi perdersi in mare aperto. Tormentato dai sensi di colpa, Tom invia ad Hannah un sonaglio che era stato trovato sulla barca su cui era arrivata Lucy. Il ricco padre della donna offre una ricompensa a chi possa dare informazioni sull'oggetto, e un collega di Tom lo riconosce e lo denuncia alla polizia.

Per salvare Isabel, Tom si prende la piena responsabilità di quanto accaduto, dichiarando di aver costretto sua moglie a tenere la bambina. La donna, dal canto suo, è devastata perché a causa del suo pentimento Lucy le viene tolta e restituita alla sua vera madre Hannah, e pertanto decide di non rivolgergli mai più la parola. Lucy inizialmente rifiuta la sua vera famiglia, non vuole essere chiamata Grace e chiede continuamente di essere riportata dall'unica madre che abbia mai conosciuto, fino a scappare per tornare al faro, venendo riportata a casa a notte fonda dalla polizia.

Spinta dall'affetto provato da Lucy per Isabel, Hannah prende allora una severa decisione: se la donna testimonierà contro Tom, nel frattempo accusato dell'omicidio di Frank, le restituirà Lucy perché viva felice con la madre putativa. Isabel, che non si è mai espressa a favore o contro Tom a causa del rancore che prova per lui, riceve una lettera dal marito, appena entrato in prigione, nella quale la ringrazia per tutta la felicità che gli ha regalato e accetta di venire processato, incarcerato e probabilmente giustiziato perché lei possa vivere libera e felice.

Capendo il gesto del marito Isabel corre da lui un attimo prima che venga imbarcato per Albany, dove dovrà subire il processo, e dichiara a tutti la verità su quanto accaduto all'arrivo della bambina. I due vengono processati, ma Hannah, colpita dalla vicenda, intercede in loro favore allo scopo di ridurre la loro pena. Intanto la bambina inizia ad affezionarsi alla sua vera famiglia e accetta di essere chiamata con il doppio nome Lucy-Grace come compromesso. Scontata la loro pena Isabel e Tom decidono di ritirarsi a vivere in solitudine lontani dalla bambina che hanno cresciuto.

Nel 1950 Isabel muore, ancora dilaniata dalla sua coscienza; pochi giorni dopo l'ormai adulta Lucy-Grace riesce a rintracciare la casa dove i due coniugi vivevano insieme per presentare a Tom il suo bambino appena nato, Christopher. L'uomo le consegna una lettera scrittale da Isabel prima di morire, e la ragazza lo ringrazia per essere stato l'unico padre che lei abbia mai conosciuto e per l'infanzia felice che i due le hanno donato. Tom e Lucy-Grace si promettono di rimanere in contatto; mentre lei si allontana in auto, l'uomo la guarda finalmente sereno e libero dai fantasmi del suo passato.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il set del film in Nuova Zelanda, a Port Chalmers

La DreamWorks acquisisce i diritti del romanzo il 27 novembre 2012, con David Heyman e Jeffrey Clifford alla produzione[1]. Nel settembre 2013 viene annunciato Derek Cianfrance come regista e sceneggiatore del film[2].

Il budget del film è stato di 20 milioni di dollari.[3]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese sono iniziate nel settembre 2014 e si sono svolte principalmente tra Australia e Nuova Zelanda. Nel novembre la produzione si è spostata a Stanley, una piccola cittadina della Tasmania.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 24 febbraio 2016[4].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, che è stato presentato in concorso alla 73ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia il 1º settembre 2016, è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 2 settembre 2016, distribuito dalla Touchstone Pictures,[5] mentre in Italia a partire dall'8 marzo 2017.[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mike Fleming Jr, DreamWorks Acquiring Debut Novel ‘The Light Between Oceans’, deadline.com, 27 novembre 2012. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  2. ^ Fabio Fusco, Derek Cianfrance dirige La luce sugli oceani, Movieplayer.it, 3 settembre 2013. URL consultato il 23 luglio 2017.
  3. ^ (EN) The Light Between Oceans, Box Office Mojo. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  4. ^ Federico Gironi, The Light Between Oceans: ecco il trailer del film con Michael Fassbender e Alicia Vikander, comingsoon.it, 24 febbraio 2016. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  5. ^ (EN) Pamela McClintock, Michael Fassbender, Alicia Vikander's 'Light Between Oceans' Lands Fall Release Date, The Hollywood Reporter, 9 febbraio 2016. URL consultato il 24 febbraio 2016.
  6. ^ Filmato audio Eagle Pictures, La luce sugli oceani. Dall'8 marzo al cinema. Trailer italiano ufficiale, su YouTube, 15 febbraio 2017. URL consultato il 15 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema