La bellezza del somaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bellezza del somaro
La Bellezza Del Somaro.png
Marcello e Marina in una scena del film
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2010
Durata 116 min
Rapporto 1,85:1
Genere commedia
Regia Sergio Castellitto
Soggetto Margaret Mazzantini
Sceneggiatura Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini
Produttore Roberto Cicutto, Luigi Musini
Casa di produzione Cinemaundici, Alien Produzioni, Toscana Film Commission
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Montaggio Francesca Calvelli
Effetti speciali Ghost SFX, New Digital
Musiche Arturo Annecchino
Trucco Lidia Minì, Esme Sciaroni
Interpreti e personaggi

La bellezza del somaro è un film del 2010 di Sergio Castellitto, interpretato dallo stesso Castellitto assieme a Laura Morante, Marco Giallini, Barbora Bobuľová e ai cantanti Enzo Jannacci e Lola Ponce.[1]

La pellicola racconta l'incontro di due genitori con il maturo fidanzato della figlia adolescente; la rivelazione non è altro che il pretesto per un incontro-scontro generazionale, in cui i rancori e i dissapori familiari vengono lentamente a galla in chiave ironica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Marcello è un architetto di successo. Sposato con Marina, psicoanalista, la coppia ha una figlia, Rosa. Marito non irreprensibile, Marcello ha una relazione extraconiugale con una giovane ragazza spagnola, Gladys. A casa dei Sinibaldi lavora come colf Cornelia, rumena laureata in ingegneria. Valentino e Duccio sono i due più cari amici di Marcello; Aldo e Luca sono invece i loro rispettivi figli, i quali fanno entrambi il filo a Rosa. Tutti loro, insieme alla moglie di Valentino, Raimonda (madre di Aldo), e la ex moglie di Duccio, Delfina (madre di Luca), si ritrovano per festeggiare il compleanno di Marcello, in un'atmosfera dove tuttavia conflitti e tensioni che covano da anni sono pronti a scoppiare.

Per un successivo weekend di festa, tutta la combriccola compresi anche due pazienti di Marina, Ettore Maria e Lory, nonché la madre della donna si ritrovano in Toscana, nel casolare di campagna di Marcello. I genitori sono in attesa che Rosa, diciassettenne ribelle, presenti loro il suo nuovo fidanzato; la madre, la quale l'ha pedinata a scuola, crede essere un coetaneo, ma la sorpresa è a dir poco scioccante quando si scopre trattarsi di Armando, un arzillo settantenne.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La sceneggiatura è stata scritta da Castellitto assieme alla moglie Margaret Mazzantini.[2] Le riprese sono iniziate il 5 settembre 2009 e sono proseguite per otto settimane tra Roma e la Toscana.[3] La pellicola è uscita nelle sale cinematografiche il 17 dicembre 2010.[4]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Valentina D'Amico, Lola Ponce ed Enzo Jannacci per Castellitto, su movieplayer.it, 21 settembre 2009.
  2. ^ Marco Minniti, La bellezza del somaro: parlano i coniugi Castellitto e il cast, su movieplayer.it, 10 dicembre 2010.
  3. ^ Luoghi delle riprese per "La bellezza del somaro", su imdb.it.
  4. ^ Date di uscita per "La bellezza del somaro", su imdb.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema