John Patrick Foley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Patrick Foley
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinal John Patrick Foley and Yaroslav Ternovskiy.jpg
Il cardinale Foley con il politico russo Yaroslav Ternovskiy
Coat of arms of John Patrick Foley OESSJ.svg
Ad majorem Dei gloriam
Incarichi ricoperti
Nato 11 novembre 1935, Darby
Ordinato diacono 23 settembre 1961 dal vescovo Francis James Furey (poi arcivescovo)
Ordinato presbitero 19 maggio 1962 dall'arcivescovo John Joseph Krol (poi cardinale)
Nominato arcivescovo 5 aprile 1984 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato arcivescovo 8 maggio 1984 dal cardinale John Joseph Krol
Creato cardinale 24 novembre 2007 da papa Benedetto XVI
Deceduto 11 dicembre 2011, Filadelfia

John Patrick Foley (Darby, 11 novembre 1935Filadelfia, 11 dicembre 2011) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È ordinato sacerdote il 19 maggio 1962.

Per volere di papa Giovanni Paolo II il 5 aprile 1984 giunge a Roma dove assume l'incarico di presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, del Centro Televisivo Vaticano e della Filmoteca Vaticana. L'8 maggio successivo è consacrato arcivescovo dal cardinale John Joseph Krol.

Dopo un'intensissima attività nel campo delle comunicazioni, non solo per i suoi ruoli curiali, ma anche perché affermato giornalista, il 27 giugno 2007 è nominato pro-gran maestro dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Assume il titolo di gran maestro dopo l'elezione al cardinalato.

È creato cardinale nel concistoro del 24 novembre 2007 da papa Benedetto XVI, ricevendo la diaconia di San Sebastiano al Palatino.

In seguito alla diagnosi di un forte stato anemico e leucemico rassegna le proprie dimissioni dalla carica di gran maestro dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, con una lettera al Segretario di Stato Vaticano, l'8 febbraio 2011. In seguito all'udienza privata con il pontefice del 10 febbraio 2011, parte per stabilirsi in una casa di riposo per sacerdoti a Darby in Pennsylvania, sua città natale, nell'arcidiocesi di Filadelfia.

Il 29 agosto 2011 Benedetto XVI accoglie la sua rinuncia all'incarico di gran maestro dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Gli succede l'arcivescovo Edwin Frederick O'Brien.

Muore a Filadelfia alle ore 3 dell'11 dicembre 2011 all'età di 76 anni di leucemia.

Le esequie si sono tenute il 16 dicembre nella cattedrale dei Santi Pietro e Paolo a Filadelfia dove era stato ordinato sacerdote e vescovo e nella cui cripta è stato poi sepolto. In linea con i desideri del defunto espressi nelle sue ultime settimane, l'arcivescovo Edwin Frederick O'Brien, suo successore alla guida dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro, ha celebrato la liturgia; il cardinale Timothy Dolan, arcivescovo di New York e presidente della Conferenza episcopale ha tenuto l'omelia. Entrambi erano amici del defunto cardinale fin dai tempi in cui frequentavano il Pontificio collegio americano del Nord a Roma. È sepolto nella cripta della cattedrale dei Santi Pietro e Paolo a Filadelfia.[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Si è autodefinito un cioccolista[2].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze della Santa Sede[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro e Cavaliere di Collare dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere di Collare dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
— 1991

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina)
— 2003
Gran Croce dell'Ordine di Bernardo O'Higgins (Cile) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Bernardo O'Higgins (Cile)
— 1996
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Stella Polare (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Stella Polare (Svezia)
— 1991
Balì Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Balì Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM)
— Roma, 22 aprile 2010[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Cardinal John Patrick Foley, su findagrave.com. URL consultato il 16 marzo 2018.
  2. ^ Da Catholicnews.com, giugno 2007 Archiviato il 10 luglio 2007 nella Library of Congress
  3. ^ Dal sito web del Sovrano Militare Ordine di Malta. Archiviato il 8 dicembre 2015 in Internet Archive.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Umberto Lorenzetti, Cristina Belli Montanari, L'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Tradizione e rinnovamento all'alba del Terzo Millennio, Fano (PU), settembre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN72281716 · ISNI (EN0000 0001 0986 6538 · LCCN (ENn2011085293 · GND (DE122675304 · BAV ADV10203193