Jak 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jak 3
Sviluppo Naughty Dog
Pubblicazione SCEA
Serie Jak and Daxter (serie)
Data di pubblicazione 2004
Genere Piattaforme
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation 2
Supporto DVD
Periferiche di input DualShock 2
Preceduto da Jak II: Renegade
Seguito da Jak and Daxter: The Lost Frontier

Jak 3 è un videogioco creato dalla Naughty Dog per la PlayStation 2; è il seguito di Jak II: Renegade.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il gioco comincia con Jak che viene esiliato nel deserto fuori Haven City, poiché è stato accusato di aver fomentato una rivolta dal Gran Consiglio di Haven City, guidato dal perfido Veger. Adesso Haven City è divisa tra il Fronte Di Liberazione, capitanato da Torn, le Teste Di Metallo, sopravvissute alla sconfitta del loro capo Kor (vedi Jak II: Renegade), e i Bot Della Morte Kremizi. Jak, accompagnato da Daxter e Pecker, sviene per disidratazione, ma viene trovato da un gruppo di Cacciatori del Deserto che decidono di portare il gruppo a Spargus City, una città nel deserto nella quale trovano scampo tutti gli esiliati dal dispotico regime di Haven City. Jak e Daxter vengono sottoposti ad una prova di abilità in cui devono affrontare un gruppo di Predoni. In quel momento avviene la trasformazione in Dark Jak ed il ragazzo spazza via in breve tempo tutti i Predoni. Nonostante tutti rimangano sconvolti dalla ferocia di Jak, il giovane è accolto nella comunità da Damas, re della città.

Jak e Daxter svolgono vari incarichi per re Damas fino a che non trovano un ologramma di Errol, che inizialmente non riconoscono a causa delle ferite che aveva riportato in una tremenda esplosione nel precedente capitolo della saga (Jak II: Renegade). Jak e Daxter tornano a Spargus, dove incontrano Seem, un monaco, che li informa della comparsa in cielo della "Stella del Giorno", che ogni giorno pare avvicinarsi al pianeta sempre più. Seem mostra loro uno strano artefatto Precursor che i monaci avevano trovato. L'oggetto si anima, prende il volo ed esplode. Seem vede in ciò l'approssimarsi di qualcosa di terribile per tutto il pianeta, e cioè l'arrivo dei Creatori Oscuri, di cui la Stella del Giorno sarebbe l'astronave madre: essi sono creature che rimodellano e distruggono i pianeti con l'Eco Oscuro. I due si recano prima al Tempio Precursor, dove Jak apprende di poter usare anche l'Eco di Luce, con il quale può trasformarsi in Light Jak e usare nuovi poteri. Poi, utilizzando un bizzarro mezzo volante, giungono nel vulcano al centro del deserto e sede di numerosi monaci, che però da tempo non danno più notizie. Qui trovano il cadavere di uno dei monaci e Jak si impossessa di un nuovo potere oscuro: l'invisibilità. Vengono poi contattati da Ashelin, che li prega di tornare subito a Haven City poiché il Fronte Di Liberazione sta perdendo la guerra contro le Teste di Metallo ed i Bot della Morte; consegna loro un oggetto, il sigillo di Mar, con il quale Jak potrà aprirsi una strada per arrivare alla città.

Jak e Daxter tornano al Tempio Precursor e giungono alle catacombe. Una volta superatele, i due si imbattono in Veger che aizza contro di loro un enorme Bot Precursor. Sconfitto il Bot, i due arrivano in città, devastata dalla guerra, ed incontrano Samos, il mentore di Jak, e Keira, sua figlia. Giungono nella parte sud della città e si presentano al quartier generale di Torn, ma in quell'istante si attiva un ologramma di Errol che rivela di essere il capo dei Bot della Morte. Torn affida a Jak il compito di sconfiggere sia Errol che le Teste di Metallo, e di capire che legame ci sia tra loro e i Creatori Oscuri. Scoprono che Errol si è alleato con i Creatori Oscuri e le Teste di Metallo allo scopo di conquistare il pianeta. Jak viene informato dall'idolo Precursor che nel centro del pianeta esiste un Sistema di Difesa Planetario in grado di distruggere la nave dei Creatori Oscuri, per cui cercano di trovare Errol e prendergli l’oggetto ("la Sfera di Eco") che può attivare l'arma. Jak e Daxter vanno all'entrata dell'area, sita dove un tempo sorgeva lo Stadio delle Corse di Haven City, e da dove si può accedere al Sistema di Difesa Planetario, ma la zona pullula di Creatori Oscuri e Teste di Metallo; in loro appoggio arriva Damas con un potente veicolo, con il quale si apriranno la via attraverso i nemici. Quando sembra che la missione sia felicemente conclusa, i Creatori Oscuri colpiscono il veicolo, facendolo capovolgere e lasciando gravemente ferito Damas. In punto di morte Damas dà a Jak un oggetto che portava al collo suo figlio scomparso molto tempo prima, e fa promettere a Jak di ritrovare il ragazzo. Quando Damas spira, Jak si ricorda del bambino visto in "Jak II: Renegade" che era lui da piccolo, il quale poi era stato fatto viaggiare a ritroso nel tempo cosicché il Jak adulto potesse esistere. Jak si rende dunque conto che Damas era il padre che non aveva mai conosciuto. In quel momento arriva Veger che rivela a Jak di essere stato la mente diabolica dietro gli esperimenti che gli avevano dato i poteri oscuri, e non Praxis, come invece Jak aveva sempre pensato.

Jak insegue Veger attraverso un passaggio di vari chilometri di lunghezza ed i due arrivano alla camera di attivazione dell'arma. Un idolo Precursor offre a Jak di divenire anch'esso un Precursor, ma Veger gli sottrae questo onore minacciandolo con una pistola. In quel momento si apre una stanza nella quale vi sono tre creature identiche a Daxter che dicono di essere i Precursor! Avevano assunto l'aspetto di creature simili ad angeli perché altrimenti nessuno avrebbe mai creduto che fossero degli esseri superiori. Dopo questa rivelazione Veger, con suo grande sgomento, si trasforma in una donnola. A questo punto, Jak e Daxter iniziano il processo di caricamento dell'arma ma devono anche impedire che Errol attivi l'esercito di Macchine Oscure contenuto nella nave dei Creatori Oscuri prima che essa venga distrutta. I Precursor li fanno arrivare sulla nave e i due riescono a far ritardare Errol abbastanza da far sì che il cannone faccia fuoco e colpisca la nave. I due si salvano, ma Errol riesce a prendere una Macchina Oscura e ad arrivare a terra. Jak colpisce i punti deboli della creatura e sembra che la distrugga, ma la parte superiore si sgancia e resiste e si schianta nel Deserto. Jak la scala e si scontra con Errol in un'epica battaglia che lo vede uscire vincitore poiché individua il punto debole della cabina di pilotaggio della Macchina e lo colpisce con il Peace Maker, uccidendo Errol. nella videoclip finale si vedono i Precursor offrire a Jak l'opportunità di partire con loro,per fagli vedere i misteri dell'universo ,ma Jak rifiuta per rimanere insieme all'amico Daxter.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Jak: Espertissimo combattente, Jak è il personaggio principale della serie. Conosce alla perfezione molti tipi di arti marziali, e può contare su agilità e velocità impressionanti. In più è capace di maneggiare qualsiasi arma da fuoco, e grazie al suo contagio di eco oscuro quando vuole si trasforma e diventa invulnerabile, forte, spietato e senza controllo. Ha maggiore controllo quando si trasforma per mezzo dell'eco luce a cui è stato esposto oltre che all'eco oscuro. Alla fine del secondo capitolo scopre che il bambino preso in custodia da Kor era lui da piccolo.

Voce italiana: Claudio Moneta

  • Daxter: L'inseparabile compagno d'avventure di Jak. Proprio in questo capitolo scoprirà che la creatura in cui si è trasformato all'inizio della serie è nientemeno che un Precursor, però non capisce perché non ha i pantaloni, ma spera di tornare normale.

Voce italiana: Daniele Demma

  • Torn: Comandante delle nuove guardie kreemze di Haven City, Torn è capo alla resistenza della parte meridionale della città, e coordina le truppe contro i bot della morte kreemze, che occupano la zona industriale, e le teste di metallo sopravvissute dopo la morte di Kor, loro leader sconfitto da Jak nel secondo videogioco della serie, insediate nei campi. Un tempo poco amichevole con Jak, al momento del suo ritorno in città dopo l'esilio nel deserto, si dimostra felice di vederlo, e insieme guidano diverse offensive contro i nemici.

Voce italiana: Oliviero Corbetta

  • Ashelin: Figlia del defunto Barone Praxis, Ashelin, come Torn, guida le guardie kreemze alla difesa della parte settentrionale della città, un tempo la zona occupata dalle palafitte. Attratta da Jak, lo aiuta spesso in diverse missioni: è infatti lei a consegnargli un segnalatore luminoso che gli impedirà di morire nel deserto durante l'esilio e di essere trovato da Damas e dagli altri cittadini di Spargus.

Voce italiana: Stefania Patruno

  • Samos: saggio verde e grande amico di Jak e Daxter

Voce italiana: Giovanni Battezzato

  • Keira: figlia di Samos, è stavolta solo una rara comparsa, mentre prima era giusto inserirla tra i protagonisti. Anche Jak le dedica meno attenzioni, ma si riprenderà in Jak X.

Voce italiana: Stefania Patruno

  • Damas: padre di Jak, ex sovrano di Haven City, morirà prima di apprendere che il figlio perso è proprio Jak, ma rivela il vero nome di Jak: Mar (il nome del fondatore di Haven), lasciando un alone di mistero su Jak.

Voce italiana: Marco Pagani

  • Kleiver: Kliever fa il suo esordio proprio a Jak 3, come Damas. Non è possibile dire se è un buono, poiché va molte volte contro Jak. Tuttavia pure lui, anche se in modo poco visibile, aiuterà il ragazzo nel corso del gioco.

Voce italiana: Tony Fuochi

  • Sig: in Jak 3 si scopre che Sig in Jak II era in realtà una spia di Damas, mandato a cercare una cosa. Nel gioco farà molte missioni nel deserto di Spargus assieme a Jak.

Voce italiana: Gianni Gaude

  • Seem: un altro personaggio che esordisce in Jak 3. È uno dei monaci del Tempio che si trova nel deserto, raggiungibile solo tramite il Saltatore di Dune o con il Volo di Light Jak; lo vediamo di sfuggita per la prima volta dopo la missione in cui Jak deve sconfiggere i Predoni nell'Arena di Spargus. Seem in seguito accoglie con diffidenza il ragazzo, ma infine darà il suo contributo conservando un artefatto che consente a Jak di attivare delle antiche rovine nella foresta.

Voce italiana: Dania Cericola

  • Pecker: Pecker decide, come Daxter, di seguire Jak nel deserto, e verrà ritrovato da Damas, diventando il suo consigliere. A Haven fa di nuovo l'interprete a Onin.

Voce italiana: Oliviero Corbetta

  • Onin: vecchia saggia cieca e muta, compare in Jak II per la prima volta. Nel'episodio precedente del gioco risiedeva in un bazar, e Pecker le faceva da interprete. In Jak 3 sta in una tenda posta nella strada che, in Jak II, dà accesso alla missione di distruggere le munizioni del Barone Praxis.
  • Vin: anche lui è presente dal 2. Jak lo trova la prima volta dopo essere passato da un cancello Warp ed essere stato trasportato in un miniera piena di teste di metallo. Vin è un esperto informatico, riesce a manipolare e controllare i marchingegni presenti in città. Muore durante l'attacco delle teste di metallo verso la fine del secondo capitolo. Come nel 2 sblocca l'ascensore per accedere al Palazzo del Barone, così nel 3 riesce a fare ottenere a Jak e Daxter (protagonista della missione), un importante codice. Nel 3 comunque lo ritroviamo come un ologramma, poiché aveva impresso il suo cervello nelle griglie di eco prima che le Teste di Metallo lo trovassero.

Voce italiana: Maurizio Scattorin

  • Jynx: compare nel 3, e per poco tempo. Dopo una missione nella Foresta Jak va con Jynx in alcuni punti critici di Haven per piazzare delle cariche esplosive. In seguito farà comandare a Jak un Bot della Morte, e compiuta la missione otterrà il Peace Maker.

Voce italiana: Diego Sabre

  • Tess: compare nel 2. Fa parte della setta clandestina capeggiata dall'Ombra in cui c'è pure Torn. Lega molto con Daxter e nel 3, oltre a fornire potenziamenti per le armi, alla fine diventa un Precursor, come Daxter, così da poter condividere perfettamente la loro relazione.

Voce italiana: Cinzia Massironi

  • Errol: compare nel 2. Sfidato in una gara, Errol ha un incidente molto grave. Nel 3 è divenuto un cyborg, capo delle Guardie Kremizi che assediano la città e alleato dei Creatori Oscuri.

Voce italiana: Gianluca Iacono

  • Conte Veger: si scopre che il suo zampino c'è sin da Jak II. Infatti è stato lui a dare l'ordine di condurre esperimenti su Jak con l'Eco Oscuro. In seguito, insieme al Gran Consiglio di Haven City, esilia Jak nel deserto. Alla ricerca del segreto custodito nelle catacombe, Veger finisce per "rovinarsi" con le sue mani: la sua brama di potere infatti lo trasforma in una donnola, proprio come Daxter.

Voce italiana: Diego Sabre

Armi[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di gioco Jak 3 è rimasto quasi del tutto invariato rispetto al suo predecessore. Il protagonista potrà tirare calci e pugni, guidare avveniristici veicoli e utilizzare poteri oscuri. A questo è stata aggiunta la trasformazione di Jak in Light Jak ed un ampliamento delle armi utilizzabili:

  • Scatter gun: lancia brevi colpi a raggiera;
  • Scuotitore a onde: lancia un'onda a 360° (caricabile);
  • Razzo plasmite: lancia una bomba che esplode potentemente;
  • Blaster: fucile laser;
  • Riflettore di raggi: come il Blaster, ma i colpi rimbalzano;
  • Incendiatore giroscopico: lancia un disco che spara ai nemici in tutte le direzioni;
  • Vulcan Fury: mitragliatrice dalla rapida cadenza di fuoco;
  • Impugnatura per arco: lancia scariche elettriche;
  • Laser: spara raggi laser velocissimi che trovano ed inseguono i nemici senza scampo;
  • Peace Maker ( o Pacificatore ): spara sfere di energia esplosive a ricerca (caricabile);
  • Implosore di massa: lancia un'onda a 360° che blocca gli avversari e li fa fluttuare in aria, rendendoli temporaneamente inoffensivi;
  • Supernova: lancia una bomba atomica che crea un'esplosione tremenda che non lascia scampo a nessuno, sicuramente l'arma più forte del gioco.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Jak cambierà la pettinatura.
  • Jak avrà anche indosso un'armatura tipica di Spargus City.
  • La complessità della trama toccherà l'apice quando Jak scoprirà di chiamarsi in realtà Mar, come il fondatore di Haven City. Infatti sarà proprio lui probabilmente a fondarla in un futuro viaggio nel passato lasciando così aperta una porta per il prosieguo della storia di Jak and Daxter.
  • Una volta completato il gioco avendo trovato tutti i 600 globi Precursor sparsi per il gioco la parte inferiore del vestito di Jak e il suo strascico cambieranno automaticamente colore.
  • Tre dei veicoli del deserto che Jak potrà guidare durante il gioco sono sbloccabili esclusivamente attraverso l'opzione Segreti del menu di pausa mentre gli altri verranno sbloccati col prosieguo dell'avventura.
  • Le guardie Kremizi in Jak II erano di colore rosso, o in alcuni casi giallo: ora sono esclusivamente di colore azzurro.
  • Gli incrociatori Hellcat delle guardie Kremizi non compaiono in questo episodio come nel precedente.
  • Haven City cambia radicalmente il suo panorama. Tutto questo perché:
    • Veger ha attaccato il palazzo del Barone Praxis e le sue 4 torri di supporto, che cadendo hanno distrutto la parte di città che comprendeva l'accesso alla "Città Morta".
    • Copre parzialmente la parte che dava accesso allo Stadio mentre quest'ultimo viene sovrastato completamente.
    • La Foresta prende il posto delle costruzioni Precursor della montagna, mentre le teste di metallo occupano la strada di periferia.
  • Il panorama delle fogne è completamente ricostruito.
  • La fortezza non è più accessibile, così come la Stazione di Pompaggio, la Città Morta, La fabbrica di Armi Segreta e lo Scavo.
  • I nuovi luoghi accessibili sono Spargus City e il deserto(che comprende anche il tempio dei monaci).
  • La mappa di Jak 3 compreso il deserto, è grande 266,6 chilometri quadrati, ovvero 66,6 Km in più del predecessore, Jak 2.
  • La struttura di gioco è molto simile ai "Grand Theft Auto" in quanto in città se si sparerà ai civili accorreranno o scapperanno dal personaggio e chi sarà armato lo attaccherà.
  • Il dark Jak del terzo episodio è diverso da quello del secondo per alcune parti del corpo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]