Uncharted: L'eredità perduta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Uncharted: L'eredità perduta
videogioco
Titolo originaleUncharted: The Lost Legacy
PiattaformaPlayStation 4
Data di pubblicazioneFlags of Canada and the United States.svg 22 agosto 2017
Zona PAL 23 agosto 2017
GenereAvventura dinamica, azione, stealth
OrigineStati Uniti
SviluppoNaughty Dog
PubblicazioneSony Interactive Entertainment
DesignShaun Escayg, Kurt Margenau
SerieUncharted
Modalità di giocoGiocatore singolo, Multigiocatore
Distribuzione digitalePlayStation Network
Preceduto daUncharted 4: Fine di un ladro

Uncharted: L'eredità perduta (Uncharted: The Lost Legacy) è un videogioco action-adventure del 2017, sviluppato da Naughty Dog e pubblicato da Sony Interactive Entertainment per PlayStation 4.

Il gioco è uscito il 22 agosto 2017 in Nord America e il 23 agosto in Europa, come espansione stand-alone di Uncharted 4: Fine di un ladro. I giocatori si troveranno nei panni di Chloe Frazer, alla ricerca della Zanna di Ganesh, insieme a Nadine Ross, un'antagonista di Uncharted 4, fra le montagne dell'India durante una guerra civile.[1]

Il suo sviluppo è iniziato dopo la pubblicazione di Uncharted 4: Fine di un ladro a maggio 2016. Claudia Black e Laura Bailey hanno ripreso i loro ruoli come Chloe e Nadine, rispettivamente, mediante il motion capture, e hanno assistito lo scrittore Josh Scherr e il direttore creativo Shaun Escayg con lo sviluppo dei personaggi e della storia.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Uncharted: L’eredità perduta è un videogioco di avventura dinamica in terza persona. I giocatori controllano Chloe Frazer, una cacciatrice di tesori abile e in grado di saltare, arrampicarsi, nuotare ed eseguire azioni acrobatiche.[2] In combattimento, è possibile utilizzare armi da fuoco a lungo raggio, come fucili, e a corto raggio, come pistole e revolver; sono disponibili anche esplosivi, come granate e C4; vi è anche la possibilità di utilizzare armi e tattiche stealth per uccidere silenziosamente i nemici.[3] Mentre il gioco è lineare, gli ambienti presentano percorsi multipli da esplorare e in alcuni tratti del gioco è possibile guidare veicoli; le mappe sono più grandi di quelle di Uncharted 4[4] e sono presenti più enigmi, oltre alla nuova abilità di scassinamento delle serrature.[5] Un'altra novità è che, durante l'avventura, Chloe porterà con sé il proprio telefono grazie al quale, in alcune circostanze, sarà possibile scattare delle foto.[6]

La Naughty Dog ha permesso al team di sviluppare un ambiente per volta de L'eredità perduta. La diversità naturale dei Ghati occidentali gli ha permesso di esplorare differenti ambientazioni: giungle, montagne, templi e ambienti urbani.[3] L'iconografia e le divinità dell'India sono risultate interessanti per il team.[7] La meccanica dei combattimenti di Uncharted è stata rivisitata per adattarla allo stile di combattimento di Chloe; mentre Nathan ha uno stile di combattimento tipico dei lottatori, Chloe utilizza tecniche di arti marziali.[7]

Il gioco dà accesso al multiplayer di Uncharted 4: Fine di un ladro, con contenuti aggiuntivi legati a L'eredità perduta.[8][9]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Chloe Frazer, cacciatrice di tesori amica di Nathan Drake, è sulle tracce della Zanna di Ganesh, importante reliquia dell'Impero Hoysala andata perduta. Per riuscire nell'impresa, assolda Nadine Ross, ex-mercenaria vista in Uncharted 4. Grazie all'aiuto di Meenu, una bambina che la aiuta a superare le guardie, Chloe raggiunge Nadine a Calcutta, infiammata da una guerra civile, e insieme penetrano nel covo di Asav, capo dei ribelli, a sua volta sulle tracce della Zanna. L'uomo millanta di essere l'ultimo discendente degli Hoysala, e di voler utilizzare la Zanna come vessillo per fomentare una rivolta popolare. Le due riescono a rubare un artefatto a forma di disco che si dice possa rivelare l'ingresso agli ultimi domini dell'Impero e una mappa stilata da un esperto che pare stia aiutando Asav nella sua ricerca; attaccate dalle guardie del nemico, Chloe e Nadine riescono a scappare.

La mappa le porta sulle montagne indiane, in una valle ricca di rovine Hoysala. Qui, le due risolvono alcuni enigmi collegati agli oggetti propri del mito di Ganesh: l'arco di Shiva, padre del dio, il suo tridente e l'ascia con cui Parashurama gli staccò la zanna. Così facendo, riescono ad aprire il cancello che porta ad Halebidu (la capitale più recente), la più piccola delle città dell'Impero Hoysala, dove si dice che sia nascosta la Zanna. Durante il viaggio, tra le due donne nasce una reciproca amicizia, e Chloe rivela a Nadine che già suo padre prima di lei aveva cercato di arrivare alla Zanna, prima di finire ucciso dai banditi. Una volta giunte nella città, le due scoprono le tracce di un'antica guerra tra gli Hoysala e l'esercito persiano giunto a reclamare la Zanna, ma subito comprendono che, in realtà, l'artefatto non è mai stato là, e che l'intera città era una falsa pista per proteggere il vero nascondiglio della Zanna, che si trova a Belur, la vecchia capitale. Le due seguono un antico acquedotto che collega Halebidu a Belur, ma vengono attaccate da Asav, che riesce a sottrarre loro il disco-chiave.

Chloe e Nadine riescono con molta difficoltà a fuggire; mentre spiano le truppe di Asav, si rendono conto che l'esperto al soldo dell'uomo è Sam Drake, fratello di Nathan e vecchio nemico di Nadine. Quando questa esprime il suo intento di ucciderlo per quello che le ha fatto passare, Chloe le rivela che, in realtà lei, sapeva fin dall'inizio del suo coinvolgimento: lei e Sam stavano cercando insieme la Zanna, finché l'uomo non era stato catturato da Asav. Chloe aveva poi ingaggiato Nadine per cercare la Zanna e, soprattutto, per salvare Sam, tenendola all'oscuro di questo, nel timore che il loro passato potesse compromettere la missione. Nadine reagisce rabbiosamente alla rivelazione e abbandona Chloe, ma poco dopo la aiuta a scappare dai ribelli e pian piano fanno pace.

Le due si fanno strada fino a Belur, dove risolvono numerosi enigmi e riescono ad arrivare nel tempio dov'è custodita la Zanna; qui, però, vengono raggiunte da Asav, che costringe Chloe a risolvere l'ultimo enigma al prezzo delle vite di Sam e Nadine. Una volta ottenuta la Zanna, Asav innesca una trappola e abbandona lì i tre, mentre il tempio va allagandosi.

Chloe riesce a liberare Nadine e Sam, e, nonostante le tensioni tra questi, il gruppo si rimette sulle tracce di Asav. I tre scoprono che questi si è alleato con la Shoreline, il gruppo di mercenari di cui Nadine era a capo, cosa che sciocca la donna. Asav fa un baratto con Orca, il nuovo capo della Shoreline: la Zanna in cambio di un'enorme cassa di materiale bellico, che viene caricato su un treno. I tre raggiungono Orca e lo affrontano per riprendersi la Zanna; sconfitto, il mercenario rivela di aver ceduto ad Asav una gigantesca bomba che l'uomo vuole far arrivare in città tramite la ferrovia dismessa. Orca poi tenta di uccidere Nadine, ma Sam la salva. Chloe decide di provare a fermare il treno prima che arrivi a Calcutta: durante il percorso, ha compreso che suo padre era arrivato a un passo dalla Zanna, ma l'aveva abbandonata per proteggere la sua famiglia. Allo stesso modo, lei vuole salvare gli abitanti della città. Sam e Nadine, inizialmente ritrosi, decidono di aiutarla nell'impresa.

I tre rubano una jeep e inseguono il treno, combattendo contro l'esercito di Asav. Nadine e Chloe riescono in extremis ad attivare una leva di scambio, deviando il percorso del treno dalla città a un ponte diroccato. Riescono poi a raggiungere il vagone dov'è contenuta la bomba, dove combattono Asav e riescono a intrappolargli una gamba sotto la bomba. Le due fuggono mentre il treno cade nel burrone, facendo esplodere la bomba e uccidendo Asav.

Riuniti, Chloe, Sam e Nadine riflettono sul futuro e su quello che l'avventura ha lasciato a ognuno: Nadine, che inizialmente desiderava riprendersi la Shoreline, decide di lasciare la sua attività di mercenaria e seguire Chloe come cacciatrice di tesori. Sam reagisce con orrore alla loro decisione di cedere la Zanna al Ministero della Cultura indiano, consapevole che questo non pagherà molto.

Durante i titoli di coda, si vedono Sam, Nadine e Chloe mangiare una pizza con Meenu, la bambina che aveva aiutato Chloe all'inizio dell'avventura.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Punteggio aggregato
Metacritic 86/100[10]
Punteggi recensioni
Destructoid 9/10[11]
Electronic Gaming Monthly 8.5/10[12]
Game Informer 9/10[13]
Game Revolution 4/5 stelle[14]
GameSpot 9/10[15]
GamesRadar 4/5 stelle[16]
Giant Bomb 4/5 stelle[17]
IGN 7.5/10[18]
Polygon 8.5/10[19]
VideoGamer.com 7/10[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Uncharted L'Eredità Perduta Anteprima e Anticipazioni - SpazioGames.it, in SpazioGames.it. URL consultato il 20 agosto 2017.
  2. ^ (EN) The Evolution Of Chloe’s Design For Uncharted: The Lost Legacy, su Game Informer. URL consultato il 20 agosto 2017.
  3. ^ a b First Look at Uncharted: The Lost Legacy, su PlayStation.Blog. URL consultato il 20 agosto 2017.
  4. ^ (EN) Six Ways Uncharted: The Lost Legacy Changes Things Up For The Series, su Game Informer. URL consultato il 20 agosto 2017.
  5. ^ Varie informazioni su storia e gameplay per Uncharted: The Lost Legacy, in Multiplayer.it. URL consultato il 23 agosto 2017.
  6. ^ Uncharted: L'Eredità Perduta, Naughty Dog non ne sbaglia una - Recensione - BadGames.it, in BadGames.it. URL consultato il 23 agosto 2017.
  7. ^ a b Uncharted: The Lost Legacy - PlayStation Experience 2016: Panel Discussion | PS4, su YouTube. URL consultato il 20 agosto 2017.
  8. ^ PlayStation, Uncharted: The Lost Legacy - Live Interview | E3 2017, 13 giugno 2017. URL consultato il 20 agosto 2017.
  9. ^ (EN) Uncharted The Lost Legacy Gameplay Interview - IGN Live: E3 2017 - IGN Video. URL consultato il 20 agosto 2017.
  10. ^ Uncharted: The Lost Legacy, su Metacritic. URL consultato il 20 agosto 2017.
  11. ^ (EN) Review: Uncharted: The Lost Legacy, su Destructoid. URL consultato il 20 agosto 2017.
  12. ^ (EN) Uncharted: The Lost Legacy review, in EGMNOW.com. URL consultato il 20 agosto 2017.
  13. ^ (EN) Uncharted: The Lost Legacy Review – The Heart Of Adventure Is Bigger Than One Hero, su Game Informer. URL consultato il 20 agosto 2017.
  14. ^ (EN) Uncharted: The Lost Legacy Review - Swinging Through the Finish Line - GameRevolution, in GameRevolution. URL consultato il 23 agosto 2017.
  15. ^ (EN) Miguel Concepcion, Uncharted: The Lost Legacy Review, su GameSpot, 17 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017.
  16. ^ (EN) Uncharted: The Lost Legacy review: 'There’s a depth there that just hasn’t existed before', in gamesradar. URL consultato il 20 agosto 2017.
  17. ^ (EN) Uncharted: The Lost Legacy Review, in Giant Bomb. URL consultato il 23 agosto 2017.
  18. ^ (EN) Marty Sliva, Uncharted: The Lost Legacy Review, su IGN, 16 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017.
  19. ^ Philip Kollar, Uncharted: The Lost Legacy review, su Polygon, 17 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017.
  20. ^ (EN) Uncharted: The Lost Legacy review - VideoGamer.com, in VideoGamer.com. URL consultato il 20 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3780152563107115560005 · BNF (FRcb453510259 (data) · WorldCat Identities (EN3780152563107115560005