Insatiable (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Insatiable
Insatiable1.jpg
Titolo originaleInsatiable
PaeseStati Uniti d'America
Anno2018-2019
Formatoserie TV
Generecommedia nera
Stagioni2
Episodi22
Durata40-55 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Crediti
IdeatoreLauren Gussis
RegiaJulie Hampton
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaErika Friedman, Shirley Dicks, Matt Todd, Tim Tavera
MusicheAnne Rogers
ScenografiaJames Marley
Effetti specialiJulian Kennedy Johnson
Produttore esecutivoLauren Gussis, Ryan Seacrest, Nina Wass, Andrea Shay, Todd Hoffman, Dennis Kim, Merrill Karpf, Andrew Fleming
Casa di produzioneStoried Media Group, Ryan Seacrest Productions, CBS Television Studios
Prima visione
Distribuzione originale
Dal10 agosto 2018
All'11 ottobre 2019
DistributoreNetflix
Distribuzione in italiano
Dal10 agosto 2018
All'11 ottobre 2019
DistributoreNetflix

Insatiable è stata una serie televisiva statunitense ideata da Lauren Gussis, diretta da Julie Hampton ed interpretata da Debby Ryan.[1]

La prima stagione, composta da 12 episodi[2][3][4], è stata interamente distribuita su Netflix il 10 agosto 2018[5], in tutti i paesi in cui il servizio è disponibile. La seconda stagione, composta da 10 episodi, è disponibile dall'11 ottobre 2019 su Netflix.

Dopo due stagioni, il 20 febbraio 2020, Netflix ha deciso di cancellare la serie.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Patty Bladell è un'adolescente in sovrappeso, e tale problema la rende vittima di bullismo al liceo. La sua unica amica è Nonnie con cui condivide la passione per Drew Barrymore.

Dopo un incidente, Patty viene ricoverata per tre mesi e perde trentasei chili, diventando una ragazza bellissima e pronta a vendicarsi delle torture subite per anni. Questa sua sete di rivincita farà incrociare la vita di Patty con quella di Bob Armstrong, un avvocato che cerca di aiutarla a vincere vari concorsi di bellezza.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Guest star[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
Prima stagione 12 2018 2018
Seconda stagione 10 2019 2019

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio pilota era stato ordinato dalla rete The CW, ma successivamente passò a Netflix.[1]

Il 13 settembre 2018 Debby Ryan annuncia sul suo profilo Instagram che la serie è stata rinnovata per una seconda stagione, distribuita da Netflix nel 2019[6].

Dopo due stagioni, il 20 febbraio 2020 arriva la conferma della cancellazione della serie.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2018 è stato pubblicato il primo teaser.[7], seguito il 19 luglio dal trailer ufficiale.[5][8]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione viene distribuita su Netflix dal 10 agosto 2018.[5] La seconda stagione viene pubblicata l'11 ottobre 2019.

Ispirazione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è basata sull'articolo The Pageant King of Alabama di Jeff Chu, come indicato alla fine dei titoli di coda.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 luglio 2018, il The Guardian ha scritto di 100.000 persone che avevano firmato una petizione online su Change.org iniziata il 20 luglio 2018, chiedendo a Netflix di cancellare la serie, accusandola di "fat-shaming".[9][10][11][12]

Lauren Gussis, la creatrice dello show, ha difeso la serie, affermando che si basava sulle sue esperienze di adolescente[13], mentre Alyssa Milano ha scritto su Twitter:

«Non stiamo svergognando Patty. Stiamo affrontando (attraverso la commedia) il danno che si verifica dal fat-shaming.[14][15]»

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata accolta molto negativamente dalla critica. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha un indice di gradimento del 7% con un voto medio di 3,42 su 10, basato su 15 recensioni. Il commento del sito recita: "Grandi stereotipi, goffi commenti sociali e un fallito tentativo di "veglia" rendono Insatiable difficile da digerire"[16], mentre su Metacritic ha un punteggio di 24 su 100, basato su 8 recensioni.[17]

Secondo Mark A. Perlgard del Boston Herald: "Patty è importante, ma non è il piatto principale di Insatiable. Stranamente e in modo cruciale, il suo punto di vista spesso si perde, ignorato o trascurato, almeno nei primi episodi. Il fulcro di questa commedia oscura è Bob Armstrong".[18]

Per Tim Goodman dell'Hollywood Reporter la serie: "è banale, molto esagerata (anche per una serie che sembra voler andare lì per un effetto comico), poco divertente e, con oltre 40 minuti in più per episodio, un pasticcio gonfio che richiede molto lavoro".[19]

Concorsi svolti[modifica | modifica wikitesto]

Miss Cowboy Senza Sella (Episodio 1x04), Miss Magic Jesus (Episodio 1x07), Miss American Lady (Episodio 1x12 - 2x09-10)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, ‘Insatiable’: Netflix Picks Up Ex-CW Pilot Starring Debby Ryan To Series, in Deadline, 10 giugno 2017. URL consultato il 23 luglio 2018.
  2. ^ (EN) Debby Ryan Has A New Netflix Show And It’ll Be Your Next Obsession, in PopBuzz. URL consultato il 23 luglio 2018.
  3. ^ (EN) Sam Barsanti, Netflix in talks to pick up Debby Ryan’s failed CW pilot Insatiable, in News. URL consultato il 23 luglio 2018.
  4. ^ (EN) Sabienna Bowman, Debby Ryan's Beauty Pageant Series Sounds Perf For '90s Kids, in Bustle. URL consultato il 23 luglio 2018.
  5. ^ a b c (EN) Denise Petski, ‘Insatiable’ Trailer: Debby Ryan Is Craving Revenge In Netflix Dark Comedy, in Deadline, 19 luglio 2018. URL consultato il 23 luglio 2018.
  6. ^ Debby Ryan on Instagram: “2019”.
  7. ^ (EN) Netflix Original Series 'Insatiable' Unveils First Look Images & Official Teaser - Talkies Network, in Talkies Network, 10 luglio 2018. URL consultato il 23 luglio 2018.
  8. ^ Insatiable: Debby Ryan pazza di vendetta nel trailer della nuova serie Netflix, in ComingSoon.it. URL consultato il 25 luglio 2018.
  9. ^ (EN) Gwilym Mumford, More than 100,000 sign petition for Netflix to cancel Insatiable over 'fat-shaming' claims, su the Guardian, 24 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  10. ^ Insatiable la dark comedy adolescenziale di Netflix travolta dalle polemiche ancor prima di iniziare, in TVBlog.it. URL consultato il 25 luglio 2018.
  11. ^ Le polemiche per la nuova serie Netflix accusata di fat-shaming: "Lo show causerà disturbi alimentari", in TPI, 24 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  12. ^ Insatiable: una petizione per cancellare la serie raccoglie più di 120.000 firme, in Cinematographe.it, 24 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  13. ^ (EN) Stars defend 'Insatiable' as the Netflix show is accused of fat-shaming, in NBC News. URL consultato il 25 luglio 2018.
  14. ^ "Alyssa Milano Responds to Fat-Shaming Backlash Over Netflix's Insatiable", in eonline.com, E! News, 20 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  15. ^ "Alyssa Milano, nuova serie tv e pioggia di critiche “social”", in ilgiornale.it, ilgiornale.it, 21 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  16. ^ (EN) Insatiable: Season 1 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 10 agosto 2018.
  17. ^ Insatiable. URL consultato il 10 agosto 2018.
  18. ^ (EN) ‘Insatiable’ leaves a pretty bad taste. URL consultato il 10 agosto 2018.
  19. ^ (EN) 'Insatiable': TV Review, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 10 agosto 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione