Ilson de Jesus Montanari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ilson de Jesus Montanari
arcivescovo della Chiesa cattolica
Ilson Montanari.jpg
Mons. Montanari il 28 gennaio 2014.
Template-Archbishop.svg
 
TitoloCapocilla
(titolo personale di arcivescovo)
Incarichi attuali
 
Nato18 luglio 1959 (62 anni) a Sertãozinho
Ordinato presbitero18 agosto 1989 dall'arcivescovo Arnaldo Ribeiro
Nominato arcivescovo12 ottobre 2013 da papa Francesco
Consacrato arcivescovo7 novembre 2013 dall'arcivescovo Moacir Silva
 

Ilson de Jesus Montanari (Sertãozinho, 18 luglio 1959) è un arcivescovo cattolico brasiliano, dal 12 ottobre 2013 segretario della Congregazione per i vescovi, dal 28 gennaio 2014 segretario del Collegio cardinalizio e dal 1º maggio 2020 vicecamerlengo di Santa Romana Chiesa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ilson de Jesus Montanari è nato il 18 luglio 1959 a Sertãozinho, Stato di San Paolo ed arcidiocesi di Ribeirão Preto, nella parte meridionale del Brasile.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Nella città natale, dal 1965 al 1969 ha frequentato la scuola elementare Adelino Fortunate Simioni, proseguendo gli studi secondari di primo e di secondo grado presso la scuola statale Dr. Antônio Furlan Jr. fino al 1977; infine si è iscritto all'Università di Ribeirão Preto, studiando diritto ed economia.

Sentendo maturare la vocazione al sacerdozio, nel 1982 si è iscritto presso il seminario Maria Imaculada di Ribeirão Preto, conseguendo il baccalaureato in filosofia al Centro di studi dell'arcidiocesi nel 1985. Lo stesso anno si è trasferito a Roma per un soggiorno di studio, risiedendo presso il Pontificio Collegio Pio Brasiliano, ottenendo il baccalaureato in teologia presso la Pontificia Università Gregoriana nel 1988.

Ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale il 18 agosto 1989, a Ribeirão Preto, per imposizione delle mani di Arnaldo Ribeiro, arcivescovo metropolita di Ribeirão Preto; si è incardinato, trentenne, come presbitero della medesima arcidiocesi.

Poco tempo dopo l'ordinazione, il 3 settembre, gli è stato affidato il primo incarico pastorale come parroco della parrocchia São João Batista nella nativa Sertãozinho. Nel 1990 è divenuto per un quadriennio professore di teologia presso il Centro studi dell'arcidiocesi di Ribeirão Preto, dove egli stesso era stato studente, e del seminario dell'arcidiocesi di Uberaba; lo stesso anno è divenuto anche membro del Consiglio presbiterale e del Collegio dei consultori dell'arcidiocesi di Ribeirão Preto, ricoprendo questi incarichi fino al 2001. Nel 1993 è stato nominato cancelliere e coordinatore della pastorale della stessa arcidiocesi, ruolo svolto per nove anni, ricoprendo in seguito anche l'incarico di vicario foraneo della regione episcopale Nossa Senhora Aparecida, nel settore ovest dell'arcidiocesi.

Nel 2002 si è nuovamente trasferito a Roma dove, dopo due anni di studi, ha conseguito la licenza in teologia dogmatica alla Pontificia Università Gregoriana. Dal 2008 fino alla promozione promozione all'episcopato ha servito come officiale presso la Congregazione per i vescovi. Il 13 maggio 2011 papa Benedetto XVI gli ha conferito, cinquantunenne, il titolo onorifico di Cappellano di Sua Santità.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 ottobre 2013 papa Francesco lo ha nominato, cinquantaquattrenne, segretario della Congregazione per i vescovi elevandolo in pari tempo alla sede titolare Capocilla con dignità di arcivescovo titolare, a titolo personale[1]; è succeduto a Lorenzo Baldisseri, nominato segretario generale del Sinodo dei vescovi il 21 settembre precedente. Ha ricevuto la consacrazione episcopale il 7 novembre seguente, presso il palazzetto dello sport "Pedro Ferreira dos Reis" a Sertãozinho, per imposizione delle mani di Moacir Silva, arcivescovo metropolita di Ribeirão Preto, avendo come co-consacranti il cardinale Odilo Pedro Scherer, arcivescovo metropolita di São Paulo, e Walmor Oliveira de Azevedo, arcivescovo metropolita di Belo Horizonte.

Il 28 gennaio 2014 papa Francesco lo ha nominato segretario del Collegio cardinalizio[2], succedendo anche in questo caso al futuro cardinale Baldisseri; storicamente, questo incarico è da lungo tempo legato al ruolo di segretario della Congregazione per i vescovi e della precedente Congregazione concistoriale.

Il 1º maggio 2020 papa Francesco gli ha anche affidato, sessantenne, l'ufficio di Vicecamerlengo di Santa Romana Chiesa[3]; è succeduto a Giampiero Gloder, nominato nunzio apostolico a Cuba l'11 ottobre 2019.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rinunce e nomine. Nomina del Segretario della Congregazione per i Vescovi, su press.vatican.va, 12 ottobre 2013. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  2. ^ Rinunce e nomine. Nomina del Segretario del Collegio Cardinalizio, su press.vatican.va, 28 gennaio 2014. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  3. ^ Rinunce e nomine. Nomina del Vice Camerlengo di Santa Romana Chiesa, su press.vatican.va, 1º maggio 2020. URL consultato il 12 ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Capocilla
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
Juan Navarro Castellanos dal 12 ottobre 2013 in carica
Predecessore Segretario della Congregazione per i vescovi Successore Emblem Holy See.svg
Lorenzo Baldisseri dal 12 ottobre 2013 in carica
Predecessore Segretario del Collegio cardinalizio Successore Pavillon pontifical.png
Lorenzo Baldisseri dal 28 gennaio 2014 in carica
Predecessore Vicecamerlengo di Santa Romana Chiesa Successore Sede vacante.svg
Giampiero Gloder dal 1º maggio 2020 in carica