Héctor Demarco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omofono rugbista argentino, vedi Héctor De Marco.
Héctor Demarco
Hector Demarco.jpg
Demarco con la maglia del L.R. Vicenza nel 1967
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 182 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1968
Carriera
Giovanili
Defensor
Squadre di club1
1954-1959 Defensor  ? (?)
1959-1964 Bologna 61 (15)
1964-1968 Lanerossi Vicenza 95 (7)
Nazionale
1954Uruguay Uruguay U-19? (?)
1955-1959 Uruguay Uruguay 14 (3)
Palmarès
Transparent.png Campeonato Sudamericano de Football
Oro Uruguay 1956
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Héctor Demarco (Montevideo, 31 maggio 1936Montevideo, 21 giugno 2010) è stato un calciatore uruguaiano, di ruolo centrocampista, talora registrato come Ettore De Marco.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Interno di centrocampo dinamico, dotato di discrete doti di impostazione e votato al combattimento[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Demarco (accosciato, secondo da sinistra) nel Bologna del 1960-1961

Di origini italiane, proveniente dalla formazione uruguaiana del Defensor e già nazionale con 13 presenze e tre reti all'attivo, venne acquistato nel 1959 dal Bologna. Coi rossoblu emiliani disputa le prime due stagioni da titolare, mentre nelle tre stagioni successive scende in campo complessivamebnte solo in nove incontri di campionato, anche per le limitazioni all'utilizzo degli stranieri in campionato stabilite dalla FIGC[1].

Nelle stagione 1963-1964, che vede i felsinei vincere il loro settimo e finora ultimo scudetto, Demarco disputa tre partite in campionato e contribuisce con la rete che determina il successo esterno sulla Lazio del 2 gennaio 1964[2]. Con la maglia del Bologna anche 7 presenze e tre reti in Coppa Italia e 18 presenze e 10 reti in Mitropa Cup, che vinse nel 1961[3] segnando nella gara di ritorno del 4 aprile 1962 a Bologna il primo gol, al 21', nella vittoria per 3–0 contro lo Slovan Nitra che diede alla squadra la vittoria finale nel trofeo.

Nell'estate 1964, dopo la vittoria dello scudetto, Demarco si trasferisce al L.R. Vicenza, con cui disputa altri quattro campionati di massima serie, la prima da rincalzo, le tre successive da titolari. In carriera ha totalizzato complessivamente 156 presenze e 22 reti in Serie A.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) AA.VV., La Enciclopedia de "El País", Montevideo, El País, 2011, ad vocem.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]