Guido Sala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Guido Sala
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1952 in Classe 125
Stagioni 1952, 1954 e 1957
Scuderie MV Agusta e Mondial
Miglior risultato finale
Gare disputate 4[1]
Gare vinte 1
Podi 1
Giri veloci 1
 

Guido Sala (Lissone, 15 dicembre 192813 aprile 1987) è stato un pilota motociclistico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò nelle competizione ventenne in sella ad una Moto Morini 125, ottenendo la sua prima vittoria nel 1950 in sella ad una Alpino 75. Con una Parilla 250 Bialbero fu per due anni consecutivi (1951 e 1952) terzo nel Campionato Italiano di Seconda Categoria.

Nella stagione 1952 fece il suo debutto nel Motomondiale, terminando al quarto posto il GP d'Olanda. Le sue buone prestazioni gli valsero l'ingaggio da parte dell'MV Agusta come pilota ufficiale per il 1954: in quella stagione vinse il suo primo (ed unico) Gran Premio, quello delle Nazioni, grazie a problemi meccanici occorsi al compagno di Marca Carlo Ubbiali. "Scaricato" dalla Casa di Cascina Costa, Sala corse sino al 1958 con FB Mondial, Parilla, Moto Guzzi, MV Agusta e MotoBi.

Lasciate due ruote, Sala si distinse nelle prime competizioni mondiali dedicate alla nuova specialità del karting; utilizzando mezzi della Birel (azienda fondata da suo fratello Umberto)[2] e della Tecnokart/Parilla, si è aggiudicato il primo campionato mondiale riconosciuto dalla FIA, nel 1964, ripetendosi anche l'anno successivo[3]. Abbandonate le corse nel 1968, aprì un negozio di moto. È morto nel 1987 stroncato da un male incurabile; Lissone gli ha dedicato una via.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

1952 Classe Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945–1977).svg Punti Pos.
125 MV Agusta NE 4 NE - - 5 Rit 5[4]
1954 Classe Moto Flag of France.svg Flag of the Isle of Man.svg Ulster Banner.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945–1977).svg Punti Pos.
125 MV Agusta NE - - NE - - NE 1 - 8[5]
1955 Classe Moto Flag of Spain (1945–1977).svg Flag of France.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Germany.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
125 MV Agusta NE NE 7 0
1957 Classe Moto Flag of Germany.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
125 FB Mondial - - - - 6 1[6] 13º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

1954 Classe Moto Flag of France.svg Flag of the Isle of Man.svg Ulster Banner.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945–1977).svg Punti Pos.
250 n.d. Rit 0
1957 Classe Moto Flag of Germany.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
250 FB Mondial Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sono considerati solo quelli in cui ha ottenuto punti validi per le classifiche iridate
  2. ^ Storia della Birel
  3. ^ Storia della Federazione Italiana Karting
  4. ^ Risultati del 1952 su Racingmemo.free
  5. ^ Risultati del 1954 su Racingmemo.free
  6. ^ Risultati del 1957 su Racingmemo.free
  7. ^ Sono considerate solo le stagioni in cui ha ottenuto punti validi per le classifiche iridate

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Riccardo Perrone, Quando una vittoria cambia la carriera, Motociclismo d'Epoca dicembre 2012/gennaio 2013, pagg. 102-111

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]