Guglielmo VIII del Monferrato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Guglielmo VIII del Monferrato
Marchese del Monferrato
Stemma
In carica 19 gennaio 1464 –
27 febbraio 1483
Predecessore Giovanni IV
Successore Bonifacio III
Nascita 19 luglio 1420
Morte Casale Monferrato, 27 febbraio 1483
Casa reale Paleologi
Padre Giovanni Giacomo del Monferrato
Madre Giovanna di Savoia
Coniugi Maria di Foix
Elisabetta Sforza
Bernarda di Brosse
Figli Giovanna
Bianca
Margherita
Annibale (ill.)
Lucrezia (ill.)
Religione Cattolicesimo
Moneta aurea di Guglielmo VIII del Monferrato

Guglielmo VIII Paleologo (19 luglio 1420Casale Monferrato, 27 febbraio 1483) fu marchese del Monferrato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio terzogenito del marchese di Monferrato Giovanni Giacomo e di Giovanna di Savoia (13921460), figlia di Amedeo VII di Savoia, Guglielmo ereditò il marchesato dopo la morte del fratello maggiore Giovanni IV nel 1464.

La politica fortemente anti-sabauda attuata durante il regno del fratello portò suoi frutti quando l'imperatore Federico III confermò a Guglielmo VIII tutti i territori sottratti dal 1435 da parte di Amedeo VIII di Savoia.

Affresco nel Sacro Monte di Crea raffigurante le due figlie di Guglielmo VIII, Giovanna e Bianca

La sua riacquistata potenza venne però messa al servizio di Francesco Sforza, ed in particolare Guglielmo si rivelò utile a Milano, quando, alla morte di Francesco, egli funse da tutore del giovane Galeazzo Maria Sforza. Anche quando questi venne assassinato, Guglielmo rivestì l'importante carica di moderatore nel territorio sforzesco.

Guglielmo si sposò tre volte. La prima, il 19 gennaio 1465, con Maria di Foix (circa 1452 – 1467), figlia di Gastone IV (1425 – 1472), conte di Foix, e di Eleonora di Navarra (1425 – 1479), che non gli diede eredi maschi.

A cinquant'anni Guglielmo si risposò il 18 luglio 1469 a Milano con la tredicenne figlia di Francesco Sforza, Elisabetta Maria Sforza (1456 – 1473), che però non gli diede l'erede sperato. Anche la terza moglie, Bernarda di Brosse (circa 1450 – 1485), figlia di Giovanni II di Brosse, conte di Penthièvre, e di Nicoletta di Châtillon, sposata il 6 gennaio 1474 non gli darà un discendente maschile.

Temendo per l'estinzione della dinastia, in alleanza con il Marchese Ludovico I di Saluzzo, Guglielmo VIII concesse in matrimonio all'erede di Saluzzo, il futuro Marchese Ludovico II, la figlia Giovanna, avuta nelle prime nozze, stabilendo che, in caso di sua morte senza eredi maschi, i loro figli Ludovico avrebbero potuto aspirare al governo del Monferrato. L'unico figlio maschio avuto da Guglielmo, Annibale, nacque al di fuori del vincolo matrimoniale, venendo pertanto escluso dalla linea di discendenza.

Guglielmo VIII morì a Casale Monferrato: essendo morto senza eredi maschi, gli successe alla guida del marchesato il fratello minore con il nome di Bonifacio III. Pur essendo entrambi ancora in vita, né la figlia Giovanna né il genero Ludovico II di Saluzzo rivendicarono il marchesato monferrino.

Marchesato del Monferrato
Paleologi
Stemma del marchesato del Monferrato.svg

Teodoro I
Giovanni II
Ottone III
Giovanni III
Teodoro II
Giovanni Giacomo
Giovanni IV
Figli
Guglielmo VIII
Figli
Bonifacio III
Guglielmo IX
Bonifacio IV
Giovanni Giorgio

Famiglia e figli[modifica | modifica wikitesto]

Guglielmo si sposò più volte. Egli si sposò con:

Ebbe inoltre due figli illegittimi:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Marchese del Monferrato Successore Paleologi Monferrato.gif
Giovanni IV 1464 - 27 febbraio 1483 Bonifacio III