Giovanni I d'Armagnac

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni I d'Armagnac (131116 maggio 1373) fu conte d'Armagnac dal 1319 al 1373, oltre all'Armagnac controllò anche le terre di Quercy, Rouergue e Gévaudan, è a lui che si deve l'espansione del contado di famiglia iniziata nel XIV secolo.

La vita[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni I d'Armagnac nacque nel 1311 da Bernardo VI d'Armagnac e Cécile de Rodez (1275circa-1313). Nel 1337 con lo scoppio della Guerra dei cent'anni Giovanni fornì un esercito di 6.000 uomini per la campagna che sarebbe stata condotta in Guascogna dal Connestabile di Francia Raoul I di Brienne (morto 1344). Nel luglio del 1338 Giovanni presenziò a un'assemblea generale che si tenne a La Réole, ma prima di pervenire a un qualunque risultato interessante lui e il suo capitano Gastone III Febo furono richiamati al nord per controbilanciare l'attesa invasione di Edoardo III d'Inghilterra. Col tempo questa minaccia s'andò indebolendo ragion per cui si ripresero le offensive nel sud della Francia con l'assedio di Penne-d'Agenais condotto nel mese di novembre da Febo e Giovanni I di Boemia, lo stesso Giovanni fornì un migliaio di uomini per questa campagna che si concluse con la resa della città, ma non del castello. In questi primi anni di guerra Febo aveva condotto diverse campagne personali che gli avevano permesso di espandere i propri territori nella valle dell'Adour e nel Landes cosa che lo portò allo scontro con l'Armagnac. Quando Giovanni rientrò dal nord nel 1339 attaccò il villaggio di Miramont-Sensacq reclamandolo per sè anche se era, formalmente, nelle terre dei Foix. Questo portò all'inizio di una guerra privata che, nello specifico, portò il villaggio sotto la custodia del re. Questa lite portò Giovanni a riconsiderare la propria alleanza con il re di Francia, quando nel maggio 1340 egli si mosse per riunirsi alle truppe di Filippo VI di Francia lasciò al cognato Bernard Ezi IV dei documenti che spiegavano i termini entro i quali era disposto a scendere per rendere omaggio al re d'Inghilterra. Quale ricompensa per i territori che si aspettava di ottenere a seguito del proprio cambio di alleanza ve n'erano diversi allora in mano alla corona francese fra cui Montréal, Mézin e Condom. Di questi solo il secondo finì in mano inglese, i negoziati fra Giovanni ed Edoardo caddero poi in fase di stallo ed egli scelse di restare con Filippo. Intanto nel nord le cose andavano a favore degli inglesi come testimonia la vittoria navale alla Battaglia di Sluis e il passo successivo di Edoardo fu di far attaccare Saint Omer dai fiamminghi capitanati da Roberto III d'Artois. Questa campagna però fallì dando il tempo a Filippo di contattare Giovanni e chiedergli di rafforzare la guarnigione già presente e sotto il comando di Oddone IV di Borgogna. Il 26 luglio iniziò con una scaramuccia non autorizzata condotta da alcuni cavalieri francesi oltre le linee nemiche, ma doveva diventare una delle battaglie più grandi del periodo. Nella Battaglia di Saint Omer Oddone con il proprio seguito di 300 uomini della cavalleria pesante ruppe le linee fiamminghe causando loro notevoli perdite, Roberto vedendo d'aver perso il grosso delle proprie forze fu costretto alla ritirata. Intanto Edoardo aveva messo sotto assedio la città di Tournai e in settembre Filippo si preparò a fronteggiarlo, la questione si chiuse diplomaticamente Giovanni fu uno dei cinque nobili francesi chiamati a partecipare, ne scaturì una tregua e i combattimenti, con qualche eccezione nel 1342, si quietarono fino al 1345. Nell'agosto 1345 Giovanni mise sotto assedio la fortezza di Monchamp quando arrivò Henry di Grosmont, questi aprì la propria campagna prendendo la guarnigione di guardia alla città di Bergerac. Un atto che provocò non poca sorpresa giacché non era attesa nessuna grossa armata al sud, Giovanni contribuì a mantenere le posizioni dei francesi mettendo insieme gli uomini rimasti e ritirandosi nella città di Périgueux. Grosmont si mosse quindi in quella direzione, ma non avendo uomini sufficienti in ottobre fu costretto a ritirarsi con l'arrivo delle forze comandate da Louis di Poitiers. Nel settembre del 1346 con la sconfitta francese alla Battaglia di Crécy e l'inizio dell'assedio di Calais Giovanni divenne luogotenente reale per il sud-oves della Francia anche se con il peggiorare dell'andamento della guerra fu lasciato con pochi uomini e risorse. Per questo motivo non riuscì a impedire che Grosmont consolidasse le posizioni inglesi nel sud o che lanciasse attacchi contro il Poitou. Giovanni si sposò con Beatrice di Clermont da cui ebbe tre figli:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN295764162 · ISNI (EN0000 0003 8551 7094 · LCCN (ENno2006073708 · GND (DE104363878 · BNF (FRcb161715158 (data) · CERL cnp00370388