Gran Canaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gran Canaria
Gran Canaria NWW.jpg
Vista satellitare dell'isola
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Atlantico
Coordinate 27°56′29.13″N 15°34′23.08″W / 27.941425°N 15.573078°W27.941425; -15.573078Coordinate: 27°56′29.13″N 15°34′23.08″W / 27.941425°N 15.573078°W27.941425; -15.573078
Arcipelago Isole Canarie
Superficie 1560 km²
Geografia politica
Stato Spagna Spagna
Demografia
Abitanti 829.597
Cartografia
Mappa di localizzazione: Isole Canarie
Gran Canaria
Gran Canaria

[senza fonte]

voci di isole della Spagna presenti su Wikipedia
Bandiera dell'isola di Gran Canaria
Panoramica di Las Palmas de Gran Canaria

Gran Canaria è una delle Isole Canarie, un grande arcipelago situato nell'Oceano Atlantico a 210 km dalla costa nord occidentale dell'Africa e appartiene politicamente alla Spagna. L'isola subtropicale è di origine vulcanica. È la seconda isola più popolata dell'arcipelago (dopo Tenerife). Gran Canaria con una superficie di 1,560.1 km[1] quadrati e un'altezza di 1956 metri[2] con il Pico de las Nieves, è la terza isola più grande dell'arcipelago in estensione e l'altitudine.

L'isola fu popolata fin dal 3000 a.C. dai Guanci, che erano indigeni aborigeni e la chiamavano Tamarán, ma fu rivendicata dalla Spagna nel XV secolo.

La superficie di Gran Canaria è 1.560 km² e la sua altitudine massima è di 1.949 m (Pico de las Nieves). Ha una forma rotonda, con un diametro di circa 50 km. Sono rilevanti anche altri monumenti naturali come il Roque Nublo e il Roque Bentayga. Il 29 giugno 2005 il 46% del territorio dell'isola di Gran Canaria (e più di 100 ha della fascia costiera) è stato dichiarato Riserva della biosfera da parte dell'Unesco.

L'isola è divisa in 21 municipalità e ha una popolazione di 829.597 abitanti (anno 2008), 377.600 dei quali nella capitale Las Palmas de Gran Canaria. Las Palmas de Gran Canaria è anche la capitale della provincia di Las Palmas, e anche la capitale della comunità autonoma delle Isole Canarie (ruolo condiviso con Santa Cruz de Tenerife).

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Porto di Mogán
Roque Bentayga, cuore di Gran Canaria
Gran Canaria 3D

Questa isola tropicale è chiamata "continente in miniatura" a causa della varietà di climi e di panorami che è possibile trovarvi. La maggior parte dei turisti soggiornano nel sud dell'isola che è più esposto al sole e ha meno pioggia in rapporto al nord. Nel sud dell'isola c'è un grande parco naturalistico ed esotico, Palmitos Park, così come molti villaggi turistici. Le aree balneari cominciano nella parte orientale e centrale della costa meridionale, nell'area di Maspalomas che include le città San Agustín, Playa del Inglés, e Maspalomas e attira il maggior numero di turisti. Le Dune di Maspalomas, costituite da sabbia del Sahara, si trovano tra Playa del Inglés e Maspalomas. Un'altra attrazione turistica è il Faro di Maspalomas.

Playa del Inglés e Maspalomas sono destinazioni molto popolari per turisti provenienti da tutto il mondo, attratti dal clima tropicale, in particolar modo europei, soprattutto britannici e tedeschi. Al sud di Gran Canaria, nelle località di Playa del Inglés e Maspalomas, ci sono molte discoteche, bar, ristoranti e attività commerciali. Una spiaggia molto famosa è la spiaggia dorata di dune del deserto: Dune di Maspalomas, vicino alla spiaggia di Playa del Inglés.

Più a ovest lungo la costa meridionale troviamo la città di pescatori di Arguineguín nel Municipio di Mogán. Il mercato che si tiene il martedì è il più grande dell'isola.

Proseguendo a ovest lungo la costa meridionale si incontrano la comunità di Puerto Rico e di Puerto de Mogán, un villaggio chiamato "piccola Venezia" per via dei suoi molti canali, facenti anch'essi parte del municipio di Mogán.

All'interno della capitale, Las Palmas de Gran Canaria si trova la spiaggia di Playa de Las Canteras. Las Palmas de Gran Canaria è conosciuta anche per il suo Carnevale.

Il numero di visitatori annuali è mediamente di 2,2 milioni,[senza fonte] la maggior parte dei quali preferisce visitare la parte meridionale dell'isola.

Natura[modifica | modifica wikitesto]

In origine, Gran Canaria è una delle isole Canarie con ampia massa foresta. Ma dopo la conquista delle isole Canarie, l'isola ha subito un serio processo di deforestazione[3] a seguito di registrazione continua, le divisioni di terra e di altri usi intensivi. Ciò ha causato che la copertura forestale era stato ridotto a soli 56.000 ettari,[4] rendendo l'isola dell'arcipelago disboscata dall'azione umana.[5] Tuttavia, nella riforestazione secolo XX cresta dell 'isola hanno cominciato a realizzarsi, recuperando un po' della massa foresta perduta. La maggior parte della sommità dell'isola è coperto da foreste.[6]

Monumenti storici[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei monumenti che si possono ammirare a Gran Canaria risalgono al periodo successivo alla conquista delle Canarie, nonostante si siano preservati alcuni giacimenti e luoghi risalenti agli aborigeni isolani come la Cueva pintada a Gáldar e il Cenobio de Valerón a Santa María de Guía de Gran Canaria. Monumenti importanti sono la Catedral de Santa Ana che si trova a Las Palmas de Gran Canaria, la Iglesia de San Juan Bautista ad Arucas e la Basílica de Nuestra Señora del Pino, patrona di Gran Canaria, che si trova a Teror.

Sempre a Las Palmas de Gran Canaria, nel quartiere storico di Vegueta, si trovano il Museo Canario, l'eremo di Sant'Antonio Abate e la Casa Museo di Cristoforo Colombo.

Comunicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Sull'isola si trova un aeroporto, ed è l'Aeroporto Internazionale Gran Canaria. Las Palmas de Gran Canaria è invece il principale porto dell'isola, con traghetti per Arrecife (su Lanzarote), Puerto del Rosario e Morro del Jable (su Fuerteventura) e Santa Cruz de Tenerife (su Tenerife). Esiste anche un collegamento tra Puerto de las Nieves nel municipio di Agaete e Santa Cruz de Tenerife.

Come spostarsi[modifica | modifica wikitesto]

L'affitto di un'auto parte da circa 25-30€ al giorno, il costo del carburante è ridotto grazie allo status di "porto franco".
Sull'isola è presente una sola superstrada (che collega Las Palmas al sud passando per l'aeroporto), il resto delle strade sono considerate strade "di montagna".

Esiste un servizio di autobus che collega il nord al sud dell'isola in maniera piuttosto frequente. La stazione principale dei bus è San Telmo nel centro di Las Palmas. Nella stazione si può comprare un abbonamento ("bono") di 10 viaggi (per i tragitti cittadini con la linea gialla) e la "tarjeta insular" di 15 euro con cui si può viaggiare per la città e per tutta l'isola con uno sconto sul prezzo del biglietto.

Il taxi è anche una opzione comoda e non costosa, soprattutto per gruppi o famiglie di 6-8 persone. È possibile prenotare in anticipo il servizio. Le tariffe sono disponibili sul sito di Gran Canaria Airport Transfers.

Sull'isola non esiste ferrovia.

Celebrazioni[modifica | modifica wikitesto]

La festa principale dell'isola è l'8 settembre in onore della Virgen del Pino in Teror (patrona dell'isola di Gran Canaria). Si evidenzia la tradizionale romeria del 7 settembre con la partecipazione di tutti i comuni dell'isola e con una rappresentanza di ciascuna delle isole Canarie.

Il Carnevale di Las Palmas de Gran Canaria è considerato uno dei più importanti in Spagna.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fuente: ISTAC: Estadísticas de la Comunidad Autónoma de Canarias
  2. ^ http://www.ign.es/ign/layoutIn/anetabladatosdatosorograficosorografia.do
  3. ^ Reforestación de las cumbres de Gran Canaria
  4. ^ Reforestación de las cumbres de Gran Canaria
  5. ^ “Con lo que cuesta un Jumbo se puede reforestar toda Gran Canaria”
  6. ^ Reforestación de las cumbres de Gran Canaria

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN127845988 · LCCN: (ENn80162761 · GND: (DE4021811-9