Giulio Serafini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giulio Serafini
cardinale di Santa Romana Chiesa
Giulio Serafini, cardinale.jpg
Fotografia del cardinale Serafini
Template-Cardinal (Bishop).svg
Gloriam Dei ut seraphim cantem
 
Incarichi ricoperti
 
Nato12 ottobre 1867, Bolsena
Ordinato presbitero6 aprile 1890
Nominato vescovo15 aprile 1907 da papa Pio X
Consacrato vescovo26 maggio 1907 dal cardinale Pietro Respighi
Creato cardinale30 giugno 1930 da papa Pio XI
Deceduto16 luglio 1938, Roma
 

Giulio Serafini (Bolsena, 12 ottobre 1867Roma, 16 luglio 1938) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequentò il seminario minore di Orvieto e successivamente il seminario maggiore a Roma dove ottenne il dottorato di diritto civile e canonico. Ordinato prete, divenne membro della facoltà di Orvieto dal 1895 al 1901 dove fu anche rettore dal 1897 al 1901.

Vescovo[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 aprile 1907 papa Pio X lo elesse vescovo di Pescia. Ricevette la consacrazione episcopale il 26 maggio dello stesso anno dal cardinale Pietro Respighi, vicario generale di Roma.

Il 16 dicembre 1907 fu trasferito alla sede titolare di Lampsaco.

Cardinale[modifica | modifica wikitesto]

Nel concistoro del 30 giugno 1930 papa Pio XI lo nominò cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva.

Il 3 luglio dello stesso anno fu nominato presidente della Commissione Pontificia di codice canonico, dove rimase fino al 1938, anno della sua morte.

Morì il 16 luglio 1938 all'età di 70 anni.

È sepolto nella basilica di Santa Maria sopra Minerva a Roma.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89433887