Giulia Boschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giulia Boschi (Roma, 17 dicembre 1962) è un'attrice italiana, attiva per quasi un ventennio in teatro, cinema e televisione. Ritiratasi dallo spettacolo nel 2001, si è in seguito dedicata allo studio e alla divulgazione della medicina tradizionale cinese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Aba Cercato, inizia la sua carriera artistica nel 1980 quando viene scritturata nella compagnia di teatro Giancarlo Sbragia-Giovanna Ralli, dove lavora per due stagioni consecutive con un ruolo nello spettacolo Una giornata particolare di Ettore Scola. Subito dopo inizia la carriera cinematografica, esordendo nel ruolo di protagonista nel film Pianoforte di Francesca Comencini.

Nel 2001 decide di chiudere l'esperienza di attrice per dedicarsi a tempo pieno all'insegnamento della medicina tradizionale cinese, iniziato nel 1993 dopo essersi diplomata in agopuntura, tuina e fitoterapia cinese, oltre che laureata con lode, nel 1991, in lingue orientali all'Università Ca' Foscari di Venezia.[1] Docente in varie università, è autrice di numerose pubblicazioni in materia di sinologia e medicina tradizionale cinese.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Giulia Boschi insieme a Isaach De Bankolé in una scena del film Chocolat (1988)

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Yangqi qigong. Stile ma. Esercizi fondamentali, con Ma Xuzhou, vol. 1, Milano, CEA, 2008, ISBN 978-88-08-18424-5.
  • Yangqi qigong. Stile ma. Esercizi fondamentali, con Ma Xuzhou, vol. 2, Milano, CEA, 2008, ISBN 978-88-08-18384-2.
  • Yangqi qigong. Stile ma. Esercizi fondamentali, con Ma Xuzhou, vol. 3, Milano, CEA, 2008.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Medicina cinese. La radice e i fiori. Corso di sinologia per medici ed appassionati, Antonio Guerci (prefazione), Genova, Erga, 1997, ISBN 88-8163-050-8.
    • Medicina cinese. La radice e i fiori. Corso di sinologia per medici ed appassionati, Manfred Porkert (prefazione), Milano, CEA, 2003, ISBN 88-408-1263-6.
  • Terminologia ragionata della medicina cinese classica e moderna
    • Unità 1. Cinese senza segreti, Milano, StreetLib, 2021, ISBN 979-1220856881.
    • Unità 2. Yin e Yang: terminologia classica, fisiologica, patologica, Milano, StreetLib, 2021, ISBN 979-1220858588.
    • Unità 3. Le cinque fasi wŭxíng e i cinque movimenti wŭyùn, Milano, StreetLib, 2021, ISBN 979-1220868747.

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

  • Wang Ju-Yi e Jason D. Robertson, La teoria dei canali in medicina cinese. Applicazioni pratiche. Le conferenze di Wang Ju-Yi sulla terapia dei canali, Milano, CEA, 2013, ISBN 978-88-08-18404-7.

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Wang Ju-Yi, Metodo pratico di autoelevazione con Qi Gong tradizionale cinese, a cura di Vincenzo La Bella, Genova, Erga, 1997, ISBN 8881630591.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Assessorato alla Cultura, Sport e Spettacolo del Comune di Roma
  • 1990 - Premio Personalità Europea
Ciak d'oro
Festival Internazionale di Rio de Janeiro
  • 1984 - Migliore attrice protagonista per Pianoforte
Globo d'oro
Nastro d'argento
  • 1984 - Migliore attrice esordiente per Pianoforte

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giulia Boschi, su giuliaboschi.com. URL consultato l'8 settembre 2022.
  2. ^ Enrico Lancia, I premi del cinema, in I grandi dizionari economici, Roma, Gremese Editore, 1998, p. 275, ISBN 8877422211.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9685342 · ISNI (EN0000 0000 5055 220X · SBN RAVV089557 · LCCN (ENnr00027474 · GND (DE138761558 · J9U (ENHE987007432546205171 · WorldCat Identities (ENlccn-nr00027474