Giochi di potere (film 1992)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima serie di romanzi, vedi Giochi di potere (romanzi).
Giochi di potere
GIochi di potere.jpg
Una scena del film
Titolo originalePatriot Games
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1992
Durata117 min
Generethriller, azione
RegiaPhillip Noyce
Soggettodal romanzo Attentato alla corte d'Inghilterra di Tom Clancy
SceneggiaturaW. Peter Iliff, Donald Stewart
ProduttoreRobert Rehme
Produttore esecutivoMace Neufeld
Casa di produzioneParamount Pictures
Distribuzione (Italia)UIP
FotografiaDonald McAlpine
MusicheJames Horner
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Giochi di potere (Patriot Games) è un film del 1992 diretto da Phillip Noyce, tratto dal romanzo Attentato alla corte d'Inghilterra di Tom Clancy.

È la seconda pellicola a portare sul grande schermo il personaggio di Jack Ryan: in quest'occasione Harrison Ford subentra ad Alec Baldwin nel ruolo dopo Caccia a Ottobre Rosso. Ne seguirà una terza, Sotto il segno del pericolo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'analista in pensione della CIA Jack Ryan è in vacanza con la sua famiglia a Londra. Assistono a un attacco terroristico a Lord William Holmes, Segretario di Stato per l'Irlanda del Nord. Ryan interviene ed è ferito, ma uccide uno degli assalitori, Patrick Miller, mentre il fratello maggiore Sean Miller guarda. Gli altri attaccanti fuggono, mentre Sean viene catturato dalla polizia. Durante il recupero, Ryan viene chiamato a testimoniare in tribunale contro Miller, che fa parte di una cellula scheggiata dell'Esercito Repubblicano Irlandese Provvisorio. Miller è poi condannato per i suoi crimini.

Mentre viene trasferito all'HM Prison Albany sull'isola di Wight , il convoglio di scorta di Miller viene teso un'imboscata dai suoi compagni, tra cui Kevin O'Donnell, che giustizia gli agenti di polizia e coordina una fuga. Miller ei suoi compagni fuggono in Nord Africa per pianificare un altro tentativo di rapimento su Lord Holmes. Miller persuade anche molti membri del gruppo ad accompagnarlo negli Stati Uniti per uccidere Ryan e la sua famiglia.

Ryan sopravvive a un tentativo di assassinio di due terroristi fuori dall'Accademia Navale degli Stati Uniti . Più tardi, Miller e uno scagnozzo attaccano la moglie e la figlia di Ryan su una strada trafficata, ferendole entrambe. Infuriato per l'attacco alla sua famiglia, Ryan decide di tornare a lavorare per la CIA, avendo in precedenza respinto l'appello del suo ex superiore, il vice ammiraglio James Greer.

Il lavoro di Ryan lo porta a concludere che Miller si è rifugiato in un campo di addestramento in Libia. Una squadra di servizio aereo speciale attacca e uccide tutti nel campo mentre Ryan guarda attraverso un feed satellitare in diretta. All'insaputa di Ryan, Miller ei suoi compagni erano già fuggiti dal campo e stavano andando negli Stati Uniti per inscenare il loro prossimo attacco.

Lord Holmes decide di visitare Ryan a casa sua per presentare ufficialmente il suo cavalierato onorario. Con l'aiuto del traditore, assistente di Lord Holmes, il gruppo di Miller traccia Holmes nella casa di Ryan nel Maryland. Uccidono gli agenti del DSS e le truppe di stato a guardia della residenza, e tentano di rapire Lord Holmes. Ryan porta in salvo Holmes e la sua famiglia mentre tenta di attirare Miller e i suoi compagni lontano da casa.

La squadra di salvataggio degli ostaggi dell'FBI si precipita a raccogliere Holmes. Ryan sviluppa uno stratagemma per lasciare la sua famiglia e Lord Holmes alle spalle, vicino a una battigia, mentre corre via dalla costa su una barca. Miller, O'Donnell e Annette seguono l'esempio e lo inseguono su una barca secondaria. Dopo aver capito che Ryan li sta portando via da Holmes, O'Donnell e Annette cercano di convincerlo a girarsi. Ma un infuriato Miller uccide entrambi e continua la sua ricerca di Ryan. Miller raggiunge la barca di Ryan, salta a bordo e attacca Ryan. Ryan impala Miller a un'ancora, uccidendolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema