Giacomo Devoto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giacomo Devoto

Giacomo Devoto (Genova, 19 luglio 1897Firenze, 25 dicembre 1974) è stato un glottologo e linguista italiano, tra i massimi esponenti della disciplina nel Novecento.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1939 fondò con Bruno Migliorini la rivista Lingua Nostra[1].

Nel gennaio 1945, subito dopo la Liberazione, fondò a Firenze insieme a Piero Calamandrei, Corrado Tumiati, Enzo Enriques Agnoletti e Paride Baccarini l'AFE: Associazione Federalisti Europei [2], confluendo poi nel Movimento Federalista Europeo fondato da Altiero Spinelli, in cui ebbe negli anni 1947-1948 un ruolo di primo piano.

Ricevette svariate lauree "honoris causa" dalle Università di Parigi, Basilea, Strasburgo, Berlino (Humboldt), Cracovia, Zagabria e Lima.

Fu presidente dell'Accademia della Crusca a partire dal dicembre 1963, Accademico di Danimarca e Finlandia, Emerito di Glottologia e Rettore dell'Università di Firenze.

Fu inoltre autore con Gian Carlo Oli del Vocabolario illustrato della lingua italiana e del Vocabolario della lingua italiana della Le Monnier, curato, a partire dall'edizione del 2004, da Luca Serianni e Maurizio Trifone.

Fu infine uno dei massimi esperti a livello internazionale di linguistica indoeuropea (Origini indoeuropee, 1962), latina (Storia della lingua di Roma pubblicato nel 1940) e italiana (Avviamento alla etimologia italiana del 1968, Il linguaggio d'Italia edito nel 1972, ecc.).

Gli studi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i suoi contributi all'indoeuropeistica figura anche l'elaborazione del concetto di "peri-indoeuropeo", ossia tutto ciò che presenta caratteri ibridi indoeuropei e non indoeuropei ("anaindoeuropei"). Il termine indica sia lingue che territori ("aree" o "fasce peri-indoeuropee") ma anche popoli e altro. Il peri-indoeuropeo si presenta in una sfera marginale rispetto all'area di diffusione indoeuropea, dove tradizioni estranee a quella indoeuropea sarebbero progressivamente alterate dal contatto con quelle indoeuropee. Può essere visto come un "indoeuropeo periferico" in formazione, definita da Devoto un'«indoeuropeità approssimativa». Devoto propose e più volte sostenne la definizione della lingua etrusca come peri-indoeuropea[3].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Antichi italici. 1931
  • Storia della lingua di Roma. Capelli Editore, 1991, I ed. 1939
  • Pelasgo e peri-indeuropeo (1943) in Studi etruschi, Firenze, Olschki, 1971.
  • Studi di stilistica, 1950
  • I fondamenti della storia linguistica. 1951
  • Profilo di storia linguistica italiana. 1953
  • Origini indoeuropee. Edizioni di Ar, 2008, I ed.1962
  • I dialetti delle regioni d'Italia. Sansoni, Firenze 1972, con Gabriella Giacomelli
  • Le origini e la lingua dei Lettoni in "Lettonia". 1939 (Res Balticae 1997)
  • Le letterature dei paese baltici. (a cura di), Sansoni 1969
  • Il linguaggio d'Italia. 1972

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda su Lingua nostra su LeLettere.it, lelettere.it. URL consultato il 9 giugno 2009.
  2. ^ Piero Calamandrei e la Costituzione, Atti del Convegno tenuto a Salice Terme nel 1997, Milano, M&B, 1997, pp. 59-60.
  3. ^ Giacomo Devoto, Pelasgo e peri-indeuropeo (1943) in Studi etruschi, Firenze, Olschki, 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Voce "Giacomo Devoto" in AA.VV., Biografie e bibliografie degli Accademici Lincei, Roma, Acc. dei Lincei, 1976, pp. 891–892.
  • Luigi Heilmann, Ricordando Giacomo Devoto (1897-1974), in «Atti dell'Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna. Rendiconti», LXIII/2 (1974-1975), pp. 279–301
  • Antonio Carrannante," Recensione" a: Giacomo Devoto, "Il linguaggio d'Italia. Storia e strutture linguistiche italiane dalla Preistoria ai nostri giorni", Milano, Rizzoli, 1974, in «Belfagor», 1974, V, pp. 604–606.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN19672578 · LCCN: (ENn79084156 · SBN: IT\ICCU\CFIV\014223 · ISNI: (EN0000 0001 0855 6706 · GND: (DE11937417X · BNF: (FRcb11886151z (data)