Le Monnier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Le Monnier (disambigua).
Le Monnier
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1837 a Firenze
Fondata da Felice Le Monnier
Gruppo Italia Gruppo Mondadori
Settore Casa editrice
Prodotti
  • Dizionari
  • Libri
  • Libri scolastici
Sito web
Vetrata degli anni '20, ex-libreria Le Monnier, Firenze

Le Monnier è una casa editrice italiana, dal 1999 di proprietà del gruppo Mondadori.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Fondata a Firenze nel 1837 dal francese Felice Le Monnier (1806 – 1884), già tre anni dopo la sua istituzione vide la nascita della più famosa tra le sue collane, la “Biblioteca nazionale italiana”.

Ceduta nel 1859 alla Società Successori Le Monnier, l'azienda fu rilevata nel 1922 da Armando Paoletti, che la rivitalizzò con il ripristino della “Biblioteca nazionale” e l'avvio della collana “Studi e documenti sulla storia del Risorgimento”, diretta da Giovanni Gentile.

Attenta a partire dagli anni sessanta all'editoria scolastica, la casa editrice ha pubblicato riviste politico-letterarie e scientifiche di rilievo quali “Pegaso”, “Il Ponte”, “Studi italiani di filologia classica”, “La Cultura”. Tra le altre pubblicazioni si cita, nell'ambito dei dizionari, il Vocabolario illustrato della lingua italiana e il Vocabolario della lingua italiana di Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli, e il Devoto-Oli dei sinonimi e contrari.

Nel 1999 la Le Monnier – che ebbe tra i collaboratori personalità come Vittore Branca e Giovanni Spadolini (come direttore dei “Quaderni di storia” e, dal 1976 al 1994, come presidente della società) – entrò a far parte del gruppo Arnoldo Mondadori Editore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4269833-9
Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria