Fussballclub Pasching

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FC Pasching
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Nero, verde
Dati societari
Città Pasching
Nazione Austria Austria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Austria.svg ÖFB
Campionato Regionalliga
Fondazione 2007
Presidente Austria Martin Hengstschläger
Allenatore Austria Gerald Baumgartner
Stadio Waldstadion
(7 152 posti)
Sito web www.geomix.at/verein/fc-pasching/
Palmarès
Trofei nazionali 1 ÖFB-Cup
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Dati aggiornati al 31 maggio 2013
Si invita a seguire il modello di voce

Il Fussballclub Pasching, meglio noto semplicemente come FC Pasching, è una società calcistica austriaca, che ha sede nella città di Pasching, nell'Alta Austria.

Fondato nel 2007, il club milita in Regionalliga ed ha ottenuto notorietà nel mondo calcistico dopo aver sconfitto l'Austria Vienna nella finale della ÖFB-Cup 2012-2013.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club è stato fondato il 16 maggio 2007, in risposta al trasferimento dell'originale ASKÖ Pasching che, il 1º giugno, cambiò nome e sede divenendo Austria Kärnten. Questa società era stata fondata nel 1946 e, dal 2002, militava stabilmente in Bundesliga. Il "nuovo" Pasching, pur essendo finanziato e sponsorizzato dall'identica società che gestiva il precedente club, la Superfund, non possiede con essa alcun legame ufficiale, ma soltanto richiami nel nome, negli stessi colori sociali e per l'uso del Waldstadion. Tuttavia non è riconosciuta dalla federazione come erede della precedente, peraltro scomparsa nell'estate 2010 a causa di difficoltà finanziarie.

Il club, fusosi in spielgemeinschaft con il Wallern, venne iscritto al campionato di Landesliga (5º livello sulla scala nazionale), vincendolo al suo esordio nella stagione 2007-2008. L'anno seguente, il Pasching si laureò campione della Oberösterreichischer Fußballverband e, come tale, venne promosso in Regionalliga, raggiungendo così il campionato nazionale. Qui, l'ascesa del club sembrava destinata a continuare, in quanto nel 2009-2010 i nero-verdi chiusero al primo posto nel raggruppamento di Regionalliga Mitte; però a causa della mancata domanda per la licenza professionistica (necessaria per l'eventuale promozione in Erste Liga) il club fu penalizzato di 13 punti e perse il diritto a disputare lo spareggio contro il Parndorf, diritto che passò al WAC/St. Andrä. In questi anni la rosa era molto esperta, potendo vantare ben due giocatori oltre i 40 anni, Josef Schicklgruber ed Eduard Glieder, oltre a 11 giocatori con più di 30 anni.

I giocatori festeggiano la conquista della ÖFB-Cup 2012-2013

Nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012 il Pasching si stabilizzò in Regionalliga, concludendo rispettivamente al 6º e 12º posto il campionato. Nell'estate 2011 la Superfund cessò di essere lo sponsor e partner principale del club, che entrò invece nell'orbita della Red Bull, siglando un patto di cooperazione con il Salisburgo nel 2012. La salvezza, però, è sofferta e giunge soltanto con la clamorosa vittoria sul Grazer AK nell'ultima giornata, un 8-0 non privo di polemiche in quanto, sino a quel momento, i Roten teufeln avevano subito solo 21 reti in 29 partite di campionato.

La stagione 2012-2013 vede nuovamente il Pasching ai nastri di partenza di Regionalliga. Durante la stagione i nero-verdi lottano col LASK Linz per il primato e, alla pausa invernale, sono campioni d'inverno con 4 punti di vantaggio. Contemporaneamente, il Pasching prosegue nella coppa nazionale dove, dopo aver eliminato nei primi tre turni due squadre di Regionalliga (Austria Salisburgo e Austria Klagenfurt) ed una di Erste Liga (Austria Lustenau), nei quarti di finale supera il Rapid Vienna in trasferta (1-0), guadagnandosi l'accesso alla semifinale. Quindi elimina i detentori del trofeo, il Salisburgo, vincendo in rimonta per 2-1 e qualificandosi per la finale del 30 maggio contro i campioni nazionali dell'Austria Vienna.

All'Ernst Happel Stadion, i violette partono decisamente favoriti[1], ma dopo un primo tempo a reti inviolate, il gol di Daniel Sobkova al 47º minuto porta il Pasching in vantaggio. I viennesi non riescono a rimontare e consegnano così la coppa ai nero-verdi, prima formazione capace di imporsi nel torneo partendo dalla terza divisione[2], nonché la prima non della massima serie a vincere la coppa dal Kärnten del 2000-2001[3][4]. Questa vittoria consente inoltre al Pasching di iscriversi all'Europa League 2013-2014, partendo dal terzo turno preliminare, dove però viene sconfitta per 2-0 e 2-1 dall'Estoril Praia [5][6].

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Il club gioca le partite casalinghe nell'impianto del Waldstadion. Lo stadio fu costruito nel 1990 e, sino al 2007, aveva ospitato il Pasching "originale". Possiede 7 152 posti, 5 061 dei quali a sedere.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2012-2013

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

2007-2008
2008-2009

Rosa 2013-2014[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Fussballclub Pasching 2013-2014.

Rosa 2012-2013[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 31 maggio 2013.[7]

N. Ruolo Giocatore
1 Austria P Michael Höfler
2 Austria C Davor Rafajac
3 Austria D Peter Riedl
4 Austria D Manuel Deixler
5 Austria D Mark Prettenthaler
6 Austria C Daniel Kerschbaumer
7 Austria D Alexander Staudecker
8 Austria C Ali Hamdemir
9 Austria A Lukas Mössner
10 Austria A Lukas Katnik
11 Spagna A Nacho Casanova
12 Austria D Lukas Gabriel
N. Ruolo Giocatore
13 Austria C Marco Perchtold
14 Austria C Kevin Hinterberger
15 Austria D Martin Grasegger
16 Austria D Thomas Krammer
17 Austria C Daniel Sobkova
18 Austria C Markus Blutsch
19 Austria D Sebastian Zirnitzer
20 Croazia C Ivan Kovacec
21 Croazia D Davorin Kablar
22 Austria C Philipp Schobesberger
23 Austria P Hans-Peter Berger
31 Austria P Manuel Moser

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Harald Hofstetter, Sechs Säulen einer Sensation, sport.orf.at, 31 maggio 2013.
  2. ^ (DE) FC Pasching gewinnt Samsung Cup!, oefb.at, 30 maggio 2013.
  3. ^ (DE) Dominik Knapp, Von Stockerauer, Kremser und Klagenfurter Sternstunden: Die Sensationsfinalisten des ÖFB-Samsung-Cups, abseits.at, 30 maggio 2013.
  4. ^ Salvatore Lavino, Pasching, che favola: è in terza serie e vince la Coppa d’Austria, contra-ataque.it, 1º giugno 2013. URL consultato il 1º settembre 2013.
  5. ^ Estoril 2-0 Pasching, eurosport.yahoo.com, 22 agosto 2013. URL consultato il 1º settembre 2013.
  6. ^ Pasching 1-2 Estoril, calciozz.it, 29 agosto 2013. URL consultato il 1º settembre 2013.
  7. ^ (DE) Profis FC Pasching, geomix.at/pasching. URL consultato il 31 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Sito ufficiale, su geomix.at. URL consultato il 31 maggio 2013 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2013).
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio