Francisco Javier Sánchez Broto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francisco Javier Sánchez Broto
Nazionalità Spagna Spagna
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Ritirato 2005
Carriera
Squadre di club1
1992-1994 Saragozza 4 (-7)
1994-1997 Villarreal Villarreal 33 (-?)
1997-1998 Castellon Castellón  ? (-?)
1998-2000 Malaga Málaga 4 (-?)
2000-2001 Airdrieonians Airdrieonians 23 (-33)
2001-2003 Livingston Livingston 47 (-?)
2003 Celtic Celtic 8 (-7)
2003-2004 Real Murcia Real Murcia 9 (-14)
2004-2005 Getafe Getafe 21 (-20)
2005 Hercules Hércules 0 (-0)
Nazionale
 ?-? Spagna Spagna U-21 2 (-?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Francisco Javier Sánchez Broto (Barcellona, 25 agosto 1971) è un imprenditore ed ex calciatore spagnolo, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Real Saragozza[modifica | modifica wikitesto]

Francisco Javier Sánchez Broto inizia la sua carriera nel Real Saragozza. Colleziona quattro presenze nella Primera División spagnola 1992-1993, esordendo il 2 maggio 1993 nella partita vinta per 2-1 in casa contro il Burgos. Scende in campo per l'ultima volta con la maglia della squadra aragonese il 23 maggio, nella partita persa per 1-0 in casa del Deportivo La Coruña. Nella stagione 1993-1994 vince la Coppa del Re ma non gioca nessuna partita.

Villarreal[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 passa al Villarreal, squadra della Segunda División. Nella prima stagione, allenato da Carlos Simón Server e poi da Fidel Uriarte, colleziona 23 presenze e un cartellino rosso. Il Villarreal conclude il campionato al decimo posto. Nella stagione 1995-1996 Luis Pascual diventa il portiere titolare, Sánchez Broto diventa una riserva e scende in campo sette volte. Nella stagione successiva, l'ultima giocata da Sánchez Broto con la maglia del Villarreal, colleziona tre presenze.

CD Castellón e Málaga[modifica | modifica wikitesto]

Milita per una stagione con il Castellón, squadra della Segunda División B prima di passare al Málaga, in Segunda División. In Andalusia, allenato da Joaquín Peiró, è la riserva di Rafael González Robles. Sánchez Broto colleziona quattro presenze, il Málaga vince il campionato e ottiene la promozione in massima serie. Nella stagione 1999-2000, il club andaluso ingaggia Pedro Contreras, che diventa il portiere titolare. Sánchez Broto diventa il terzo portiere e non scende mai in campo. Al termine del campionato, concluso al dodicesimo posto dal Málaga, Sánchez Broto lascia il club.

L'avventura in Scozia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 Sánchez Broto si trasferisce ad Airdrie, in Scozia, per giocare nell'Airdrieonians Football Club, squadra della Scottish First Division, la seconda divisione del campionato di calcio scozzese. Esordisce il 5 agosto, nella partita persa per 2-0 in casa dell'Inverness Caledonian Thistle F.C.. Il 9 settembre viene espulso nella partita pareggiata per 2-2 contro l'Alloa. Il 19 novembre l'Airdrieonians si aggiudica la Scottish Challenge Cup battendo in finale ai rigori il Livingston. Sánchez Broto para tre rigori e diventa l'eroe della partita.[1] Infatti, durante la battuta dei rigori, il portiere spagnolo si rende protagonista facendo strani movimenti che inducono gli avversari Derek Fleming, Brian McPhee e Michael Hart all'errore.[1]

Il 30 marzo 2001 Sánchez Broto viene acquistato proprio dal Livingston. Esordisce con la nuova maglia il 7 aprile nella partita persa per 1-0 in casa del Ross County e colleziona altre 5 presenze. Il Livingston vince la Scottish First Division e ottiene la promozione in massima serie.

Esordisce nella Scottish Premier League il 28 luglio 2001, nella partita vinta per 2-1 in casa contro l'Hearts. Sánchez Broto colleziona 17 presenze in campionato e una in Scottish League Cup, in occasione della vittoria casalinga per 3-0 contro l'East Fife. Il Livingston arriva al terzo posto, dietro al Rangers e ai campioni del Celtic. Nella stagione 2002-2003 il Livingston partecipa alla Coppa UEFA. Sánchez Broto esordisce il 13 agosto nella partita di andata del primo turno di qualificazione, giocata in Liechtenstein contro il Fussball Club Vaduz e pareggiata 1-1. Al ritornola partita finisce 0-0 e gli scozzesi accedono al primo turno, dove vengono eliminati dagli austriaci dello Sturm Graz perdendo 5-2 a Graz e vincendo 4-3 in casa. Il 2 gennaio 2003 gioca la sua ultima partita con la maglia del Livingston, scendendo in campo nella partita di campionato persa per 2-0 in casa del Dunfermline, prima di passare al Celtic.

Sánchez Broto, voluto dalla squadra di Glasgow per sostituire gli infortunati Rab Douglas e Magnus Hedman,[2], esordisce con la nuova maglia il 23 febbraio, in una partita di Scottish FA Cup vinta per 3-0 contro il St Johnstone a Celtic Park. Esordisce in campionato il 2 marzo, nella partita vinta per 3-2 contro l'Hibernian e il 23 marzo è di nuovo in campo in Scottish FA Cup, nella partita persa per 1-0 a Inverness che sancisce l'eliminazione del Celtic. Il 27 aprile contribuisce alla vittoria per 2-1 dell'Old Firm.

Il ritorno in Spagna[modifica | modifica wikitesto]

A fine stagione Sánchez Broto torna in Spagna e firma per il Real Murcia, squadra della Primera División. Trova poco spazio nella squadra, il cui portiere titolare è Juanmi García, e scende in campo solo nove volte. Esordisce il 31 agosto, nella partita di campionato terminata 1-1 e giocata in casa del Celta Vigo. Nel mese di maggio, sotto la guida dell'inglese John Benjamin Toshack, gioca quattro partite, tra cui la vittoria casalinga per 2-1 contro il Real Madrid. In totale con il Real Murcia colleziona nove presenze e subisce 14 reti. La squadra arriva in ultima posizione in campionato e retrocede in Segunda División. Il portiere di Barcellona lascia il club e passa al Getafe, squadra di Madrid partecipante per la prima volta alla Primera División. Nella stagione 2004-2005, allenato da Quique Sánchez Flores, è titolare e gioca 30 partite. Esordisce il 24 ottobre al Coliseum Alfonso Pérez, nella partita di campionato persa per 2-0 contro il Real Betis di Siviglia. Scende in campo 21 volte e subisce 20 gol. Il 13 febbraio 2005 viene espulso all'89' della partita giocata in casa dell'Espanyol, sul risultato di 0-0. Con Sergio Aragoneses tra i pali, i catalani segnano due gol e vincono la partita. Gioca la sua ultima partita con la squadra di Madrid il 1º maggio, in occasione dell'incontro perso per 4-0 al Madrigal contro il Villarreal, sua ex squadra. Il Getafe conclude il campionato al tredicesimo posto. Nel 2005, a 34 anni, firma con l'Hércules, club della Segunda División ma si ritira prima di esordire con la squadra di Alicante.

Imprenditore[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 Sánchez Broto, incontrando difficoltà a trovare l'equipaggiamento adatto per ricoprire il ruolo di portiere, aprì un negozio di articoli sportivi dedicato esclusivamente ai portieri. Nel corso degli anni la sua impresa, chiamata Soloporteros è diventata nota a livello internazionale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Real Saragozza: 1993-1994
Málaga: 1998-1999
Airdrieonians: 2000-2001
Livingston: 2000-2001

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Airdrie lift Challenge Cup.
  2. ^ (EN) Safety first as O'Neill gets Broto on board.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]