Erba pipa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

« È bene qui far cenno di un'altra originale abitudine degli Hobbit: solevano aspirare o inalare, con pipe di legno o di argilla, il fumo proveniente dalla combustione di certe foglie che chiamavano erba-pipa o foglia-pipa e che probabilmente erano una varietà di quella che noi oggi chiamiamo Nicotiana »

(J. R. R. Tolkien - La Compagnia dell'Anello)

L'erba pipa (o foglia pipa) o Galenas è una immaginaria qualità di tabacco di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Tolkien, l'arte di fumare l'erba-pipa fu inventata dagli Hobbit, come pure fu un Hobbit, Tobaldo Soffiatromba, il primo a coltivarla nel suo giardino. A Pianilungone, dove Tobaldo viveva, vennero in seguito prodotte le varietà più note e pregiate qualità di foglia-pipa: Stella del Sud, il Vecchio Tobia e Foglia di Pianilungone. Non si sa quale sia il luogo d'origine della pianta, che fu portata attraverso il mare dagli uomini dell'Ovesturia; essa cresce spontanea anche a Gondor, i cui abitanti, però, non la fumano, ma ne apprezzano solo i fiori aromatici. Tra gli Hobbit, gli abitanti di Brea affermano di essere stati i primi a mettere le foglie di questa pianta in una pipa: da loro l'arte si è presto diffusa anche alle altre razze, come Raminghi, Nani e Stregoni.

Effetti farmacologici[modifica | modifica wikitesto]

A partire dagli anni '60, alcuni specialisti[Chi?] delle opere di Tolkien hanno fatto notare come gli effetti dell'erba pipa assomiglino più a quelli della cannabis che a quelli del tabacco.[senza fonte] Un effetto ben conosciuto della cannabis è l'aumento dell'appetito, cosa che spiegherebbe perché gli hobbit siano allo stesso tempo grandi fumatori di erba pipa e dei gastronomi sempre dotati di grande appetito. La consumazione regolare del tabacco, al contrario, avrebbe sugli hobbit amanti del cibo un effetto indesiderabile, dato che è conosciuto per ridurre l'appetito. Ma tenendo conto del fatto che lo stesso Tolkien era un grande fumatore di tabacco, è probabile che la sua intenzione fosse di fare dell'erba pipa qualcosa di simile, se non identica, al tabacco.

Tolkien non ha mai fatto pronunciare la parola tabacco espressamente ai suoi personaggi ma il termine viene usato dalla voce narrante più volte, definendola anche nel Prologo de "Il Signore degli Anelli" come "il tabacco del Decumano Sud".

Una descrizione precisa degli effetti dell'erba pipa è data da Gandalf a Saruman, durante una riunione del Bianco Consiglio:

« Il consiglio si riunì a Rivendell, e Gandalf se ne stette seduto in disparte, silenzioso ma intento a fumare sfrenatamente (cosa che mai aveva fatto prima in occasioni del genere), mentre Saruman parlava contro di lui dicendo che non bisognava seguire il parere di Gandalf e lasciare ancora tranquillo Dol Goldur. Ma il silenzio e il fumo di Gandalf parvero irritare assai Saruman, il quale, prima che il Consiglio sciogliesse, disse a Mithrandir: «Qui si discute di cose di grande momento, e mi meraviglia alquanto che tu ti balocchi con il tuo fumo e fuoco, mentre altri fanno discorsi seri». Ma Gandalf rise e replicò: «Non te ne meraviglieresti, se usassi tu stesso quest'erba. Costateresti allora che sbuffando fumo la tua mente si libera delle ombre che contiene. E comunque, ti permette di avere la pazienza necessaria per prestare orecchio senza irritarti a propositi senza senso». »

(J. R. R. Tolkien, Racconti incompiuti, cap. IV "La Caccia all'Anello")

Anche se all'inizio Saruman accusava Gandalf di fumare, finì anche lui per prendere questa abitudine. Dopo la distruzione dell'Isengard, dell'erba pipa fu ritrovata nelle cantine della fortezza, ma gli hobbit Merry e Pipino non capirono, al momento, che Saruman commerciava con la Contea.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien