Emmett Brown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emmett Lathrop Brown
DocBttF.JPG
Universo Ritorno al futuro
Lingua orig. Inglese
Soprannome Doc
1ª app. Ritorno al futuro
Interpretato da Christopher Lloyd
Voci italiane
Data di nascita 1914
Parenti
  • Clara Clayton (moglie)
  • Jules Brown (figlio primogenito)
  • Verne Brown (figlio secondogenito)
« Grande Giove! »
(Emmett Brown)

Il dottor Emmett Lathrop Brown, Ph.D., chiamato Doc, è un personaggio immaginario, coprotagonista della trilogia cinematografica Ritorno al futuro. È interpretato dall'attore Christopher Lloyd.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Emmett Brown nasce nel 1914 a Hill Valley, in California, dove trascorre la sua intera esistenza. La sua famiglia si trasferì lì dalla Germania nel 1908 con il cognome von Braun, cambiato in Brown durante la prima guerra mondiale. Da bambino si diletta nelle letture di Jules Verne, grazie alle quali scopre la propria vocazione scientifica. Si laurea a pieni voti in numerose discipline scientifiche, e ama definirsi cultore di tutte le scienze. I suoi idoli sono i grandi scienziati del passato, come Isaac Newton, Benjamin Franklin, Thomas Edison e Albert Einstein, dei quali possiede i ritratti nel salotto di casa propria, e tanto da chiamare il cane da compagnia che possiede nel 1955 Copernico e quello che possiede nel 1985 Einstein.

Back to the future - The game[modifica | modifica wikitesto]

Emmett appare nel 1931 come un giovane e insicuro diciassettenne, costretto dal padre, giudice di Hill Valley, a studiare legge, mentre lui in segreto coltiva la passione per la scienza che ha sin da ragazzino. L'arrivo dal 1986 di Marty McFly, giunto per aiutare il Doc del 1986, è l'occasione per mettere alla prova il potenziale scientifico del ragazzo, progettando un razzo che funziona con l'elettricità (che sarà un insuccesso clamoroso). Nel secondo viaggio nel tempo di Marty, si innamora di Edna Strickland, della quale però diventa succube trasformandosi nel suo alter ego: Citizen Brown. Tuttavia la storia viene rimessa sui suoi binari e DOC inizia così la sua carriera scientifica.

Ritorno al futuro (1)[modifica | modifica wikitesto]

« Oh mio Dio... mi hanno trovato. Non so come ma mi hanno trovato. Scappa, Marty! »
(Emmett Brown rivolgendosi a Marty nel primo episodio)

Nel 1955, noto come lo scienziato pazzo di Hill Valley, che crea aggeggi strani e non funzionanti, sbatte la testa su un lavandino mentre sta appendendo un orologio in bagno, svenendo, e quando riprende i sensi ha una visione che lo porta a ipotizzare la creazione di un flusso canalizzatore come componente chiave di una macchina del tempo. Dopo 30 anni di lavoro e impegno, la macchina del tempo viene realizzata e sperimentata, nella notte del 26 ottobre 1985, dopo essere stata costruita utilizzando come base un'automobile DeLorean. Per alimentare la macchina Doc necessita di plutonio, che riesce ad avere da un gruppo terroristico libico promettendo in cambio la realizzazione di una bomba atomica. I terroristi però capiscono di essere stati raggirati da Emmett, quindi lo vanno a cercare e lo colpiscono con una raffica di mitra proprio durante la sperimentazione della macchina del tempo lasciandolo, in quel continuum spaziotemporale, a terra apparentemente senza vita. Marty McFly, giovane amico di Emmett e presente durante la sperimentazione in qualità di videoperatore documentante le prove, fugge dai terroristi utilizzando la macchina stessa. A un certo punto la macchina si attiva e Marty si ritrova per errore nel 5 novembre 1955, giorno in cui Emmett concepì il flusso canalizzatore e la conseguente possibilità di viaggiare nel tempo. Il ragazzo si presenta dal trentatreenne Emmett e gli mostra, come prova dell'altrimenti incredibile frangente che l'ha condotto in quell'epoca, il video della sperimentazione della macchina del tempo. Dalla visione di quest'ultimo, Emmett deduce la possibilità di venire ucciso in circostanze drammatiche nel 1985, ma proibisce a Marty di rivelargli qualsiasi cosa, convinto che conoscere in anticipo il proprio futuro sia troppo rischioso. Dopo aver aiutato Marty a correggere la storia dei suoi genitori, che il giovane aveva accidentalmente alterato spingendo la sua futura madre a innamorarsi di lui anziché del futuro marito, Emmett lo aiuta a raggiungere il futuro con la scarica di un fulmine che colpisce la torre dell'orologio di Hill Valley, di cui conosce l'esatto momento di impatto grazie ad un volantino posseduto dal ragazzo. La DeLorean aveva infatti esaurito la carica di plutonio necessaria per il viaggiare nel tempo, ed Emmett riesce a fornire l'energia necessaria alla macchina del tempo canalizzando il fulmine in un sistema di cavi da lui allestito.

Pre-Ritorno al futuro - Parte III[modifica | modifica wikitesto]

A sorpresa, Marty gli si ripresenta un istante dopo il momento in cui sembra essere sparito verso il futuro, e gli chiede nuovamente aiuto: è infatti tornato dal futuro per correggere le interferenze di Biff Tannen. Il ragazzo racconta che se da un lato è riuscito nell'intento, dall'altro è rimasto intrappolato nuovamente nel 1955, poiché l'Emmett del 1985 è stato catapultato nel 1885 dopo essere stato colpito da un fulmine mentre era in volo a bordo della DeLorean. Grazie alle indicazioni della lettera scritta dal suo alter ego del futuro intrappolato nel passato, rinviene insieme a Marty la DeLorean in una miniera, e lo aiuta a raggiungere la Hill Valley del 1885, dove ha scoperto che sarà ucciso il 7 settembre dal feroce pistolero Buford "Cane Pazzo" Tannen, bisnonno di Biff, per un debito di 80 dollari.

Ritorno al futuro (2)[modifica | modifica wikitesto]

« Strade? Dove andiamo noi non ci servono strade! »
(Emmett Brown rivolgendosi a Marty alla fine del primo episodio)

Più tardi, vinto dalla curiosità, Emmett ricompone una lettera strappata che Marty gli aveva scritto prima di partire la sera del temporale di Hill Valley, in cui legge che sarà ucciso proprio la stessa notte del viaggio nel tempo da un gruppo di terroristi, a cui nel 1985 ruberà un carico di plutonio. Negli anni, ciò gli permette di progettare come previsto la macchina del tempo, e di raggiungere il 1985 fino alla serata dell'esperimento, a cui si prepara con un giubbotto antiproiettile, che gli salva la vita dagli spari dei terroristi.

Ritorno al futuro - Parte II[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritorno di Marty nel presente, si reca nel 2015 e porta con sé Marty in un secondo momento per aiutare suo figlio a cambiare la storia, prevenendo un brutto impiccio in cui incapperà finendo successivamente in prigione, per colpa del nipote di Biff, Griff Tannen. In seguito, l'anziano Biff sottrae brevemente la DeLorean per cambiare la propria storia personale, consegnando a sé stesso da giovane un almanacco sportivo che svela i risultati delle partite tra il 1950 e il 2000. Giunto nel 1955, Emmett incontra brevemente il sé stesso di quell'epoca, senza farsi riconoscere, e subisce l'incidente in cui raggiunge il 1885, in cui Hill Valley è una minuscola cittadella di frontiera in costruzione.

Ritorno al futuro - Parte III[modifica | modifica wikitesto]

Raggiunto da Marty nel 1885 grazie alla lettera dettagliata che gli fa pervenire attraverso i settant'anni che seguono, progetta di ritornare al 1985 sfruttando una locomotiva per condurre la DeLorean, che ha il serbatoio di benzina e l'iniettore del carburante danneggiati, alle ottantotto miglia orarie, necessarie per il viaggio nel tempo. Nel mentre, però, si innamora di Clara Clayton, una maestra che ha salvato dalla caduta nel burrone che si sarebbe dovuto chiamare burrone Clayton, alterando quindi lievemente la storia, e rinuncia a tornare indietro. Solo Marty lo convince a ritornare sulle sue decisioni, e a dire addio alla donna amata, che però lo raggiunge proprio mentre, dopo aver assaltato un treno, sta per portare la DeLorean alla velocità necessaria. Durante il viaggio, solo Marty ritorna alla Hill Valley del 1985, mentre Emmett e Clara, che nel frattempo si sono sposati, lo raggiungono a bordo di un treno del tempo, insieme ai figli Giulio e Verne Brown.

Ritorno al futuro (serie animata)[modifica | modifica wikitesto]

Durante i tre film, in questo cartone, Doc è sempre presente, in compagnia di Marty, Clara e dei figli Giulio e Verne.

Doc compare anche in carne ed ossa, prima dell'inizio e dopo la conclusione del cartone, per qualche spiegazione.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nome Emmett deriva dalla parola time ("tempo") pronunciata al contrario e scandita in sillabe (em-it). Analogamente accade per il secondo nome Lathrop, derivato da portal ("portale").
  • In origine il cognome della famiglia di Doc era "von Braun", e fu cambiato in Brown dopo la guerra, chiaro riferimento allo scienziato tedesco Wernher von Braun che, emigrato negli Stati Uniti, sarà decisivo per lo sviluppo della scienza missilistica e per la conseguente corsa allo spazio.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Le espressioni "Bontà Divina" e "Grande Giove", intercalari tipici di Doc, nella versione originale corrispondono all'esclamazione "Great Scott!!", utilizzata, fra gli altri, anche da Superman (soprattutto durante la Silver Age) e da Sherlock Holmes.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]