Emilio de la Forest de Divonne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emilio de la Forest de Divonne

Consigliere nazionale del Regno d'Italia
Legislature XXX
Gruppo
parlamentare
Corporazione della previdenza e del credito

Dati generali
Partito politico PNF
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Dirigente

Emilio de la Forest de Divonne (Gaeta, 7 settembre 1899Torino, 25 luglio 1961) è stato un dirigente sportivo italiano.

Dal 1936 al 1941, è stato presidente della squadra di calcio della Juventus, succedendo a Enrico Craveri e Giovanni Mazzonis che avevano assunto la carica ad interim dopo la morte di Edoardo Agnelli, avvenuta il 15 luglio del 1935 in seguito ad un incidente col suo idrovolante.[1]

Durante la presidenza di Emilio de la Forest de la Divonne la Juventus non vinse scudetti: nel palmarès presidenziale figurano la Coppa Italia 1937-1938 e il secondo posto a due punti dall'Ambrosiana-Inter conseguito sempre nella stagione calcistica 1937-38. L'acquisto di maggior rilievo avvenuto durante la sua presidenza è senz'altro quello di Carlo Parola.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]