Duchi di Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I duchi di Lotaringia furono i sovrani del ducato di Lotaringia prima e dei ducati di Brabante e di Lorena poi.

Duchi di Lotaringia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 959, la Lotaringia venne divisa in due province: Alta e Bassa Lotaringia, entrambe concesse a dei margravi o vice-duchi sotto il governo di Bruno. Alla morte di Bruno, nel 965, la Bassa Lotaringia, il cui margravio era appena morto, rimase vacante sino al 977. In quell'anno Carlo, figlio minore di Luigi IV d'Oltremare, venne nominato Duca della Bassa Lotaringia e Federico I venne elevato al rango di Duca dell'Alta Lotaringia. I due ducati rimasero separati eccetto per un breve periodo tra il 1033 ed il 1044.

Duchi dell'Alta Lotaringia (poi Duchi di Lorena)[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Ardennes-Bar[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Ardennes-Verdun[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Ardennes-Metz[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Valois-Angiò[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Vaudemont[modifica | modifica wikitesto]

Casata collaterale dei precedenti regnanti, gli Ardennes–Metz

Dal 1669 al 1697, la Lorena è occupata dalla Francia
Dal 1702 al 1714, la Lorena è occupata dalla Francia

Casa di Leszczynski[modifica | modifica wikitesto]

Duchi della Bassa Lotaringia (poi Duchi di Brabante)[1][modifica | modifica wikitesto]

Non dinastici[modifica | modifica wikitesto]

Carolingi[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Ardennes–Verdun-Ename[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Lussemburgo[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Ardennes–Verdun[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Hohenstaufen[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Ardennes–Bouillon[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Ardenne–Limburgo[modifica | modifica wikitesto]

Dinastie successive[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Duchi di Brabante § Duchi di Brabante.

Dal 1106 il ducato passò al casato di Reginar a cui appartennero tutti i successivi duchi di Brabante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il numero dei duchi varia a seconda delle fonti storiche.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb121992037 (data)