Nicola II di Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicolas François de Lorraine-Vaudémont
cardinale di Santa Romana Chiesa
Nicolas-François-duc-de-Lorraine.jpg
Template-Cardinal (not a bishop).svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato6 dicembre 1609 in Francia
Creato cardinale19 gennaio 1626 da papa Urbano VIII
Pubblicato cardinale30 agosto 1627 da papa Urbano VIII
(deposto l'8 marzo 1634)
Deceduto25 gennaio 1670 (60 anni) a Nancy
 
Nicola II di Lorena
Duca di Lorena
Stemma
In carica 17 febbraio 1634 –
1º gennaio 1661
Predecessore Carlo IV di Lorena
Successore Carlo IV di Lorena
Nome completo Nicolas François de Lorraine-Vaudémont
Nascita Francia, 12 dicembre 1612
Morte Nancy, 25 gennaio 1670
Sepoltura 4 luglio 1670
Luogo di sepoltura Chiesa dei Cordiglieri a Nancy
Dinastia Casato di Lorena
Padre Francesco II, Duca di Lorena
Madre Cristina di Salm
Consorte Claudia Francesca di Lorena
Figli
Religione Cattolicesimo

Nicola Francesco (Francia, 12 dicembre 1612Nancy, 25 gennaio 1670) fu Duca di Lorena dal 1634 al 1661, quando abdicò in favore del fratello maggiore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nicola era il figlio minore del Duca Francesco II di Lorena, e non fu mai intenzionato a succedere al trono di Lorena, venendo perciò destinato alla carriera ecclesiastica. Egli divenne coadiutore del Vescovo di Toul nel 1619 e gli succedette nel 1624, ma non ricevette mai gli ordini sacri. Egli compì gli studi all'Università di Pont-à-Mousson, (1622—1629) dove acquisì il dottorato in filosofia e teologia. Ritornò laureato a Nancy nel giugno del 1629. La tesi che preparò sul sacramento della penitenza venne pubblicata in Olanda nel 1627 con una dedica al Papa Urbano VIII. Dopo la promozione al cardinalato, ricevette lezioni private da due sacerdoti gesuiti.

Nicola venne nominato abate commendatario — con un feudo lucrativo — di numerose abbazie e venne utilizzato in molte ambascerie per conto del fratello, Carlo IV e per Luigi XIII di Francia.

Egli venne creato cardinale il 19 gennaio 1626 ma venne riservato in pectore e la sua elezione non venne pubblicata sino al 30 agosto 1627. Egli non ricevette mai la porpora e la diaconia cardinalizia. Quando nel 1634 il fratello Carlo venne pressato affinché concedesse il trono a lui, e Nicola stesso divenne Duca di Lorena, egli scrisse ad Urbano VIII, il 4 marzo 1634, per rassegnare le sue dimissioni dal cardinalato e per avere il permesso di sposare la cugina Claudia Francesca di Lorena, seconda figlia di Enrico I di Lorena, il 17-18 febbraio.

L'8 marzo 1634, il papa lo dichiarò in nullo e sacris ordinis constitutum, privandolo del cardinalato e dell'amministrazione della diocesi di Toul. Nel concistoro del 22 marzo 1634, il papa diede la notizia ai cardinali.

Nel 1661 abdicò al trono, nuovamente in favore del fratello, Carlo IV di Lorena.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Sposò sua cugina Claudia Francesca di Lorena che morì di parto

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN222765504 · ISNI (EN0000 0003 5969 4708 · GND (DE138244995 · BNF (FRcb10722578k (data) · CERL cnp01174958
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie