Douwe Bob

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Douwe Bob
Douwe-bob-1427460070.jpg
Douwe Bob nel 2016
NazionalitàPaesi Bassi Paesi Bassi
GenereFolk
Country
Pop
Periodo di attività musicale2012 – in attività
StrumentoChitarra, Pianoforte
EtichettaUniversal
Sito ufficiale

Douwe Bob Posthuma, meglio conosciuto come Douwe Bob (Amsterdam, 12 dicembre 1992), è un cantautore, musicista e chitarrista olandese, rappresentante dei Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest 2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce ad Amsterdam il 12 dicembre 1992, è figlio di Simon Posthuma, membro dei The Fool, collettivo artistico olandese molto conosciuto in patria. Ha cominciato a suonare il pianoforte all'età di 6 anni, mentre a 14 anni ha cominciato a prendere lezioni di chitarra. Come cantante ha dichiarato di ispirarsi alla musica folk, pop e country degli anni '50 e settanta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2012–13: De beste singer-songwriter van Nederland e Born In a Storm[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 partecipa al talent olandese De beste singer-songwriter van Nederland (in italiano Il miglior cantautore dei Paesi Bassi), riuscendo a vincere la finale[1] e a raggiungere il 17esimo posto nella Dutch Top 40 con la sua canzone "Multicoloured Angels". Born In a Storm, il suo album di debutto, è uscito il 3 maggio 2013. La maggior parte delle canzoni presenti nell'album sono state scritte durante una vacanza in Marocco insieme al suo amico e cantante Matthijs van Duijvenbode. Nel giugno del 2013 ha cantato al Pinkpop Festival.[2]

2015: Pass It On[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2015 pubblica in collaborazione con Anouk il singolo "Hold Me" e nel febbraio dello stesso anno annuncia il suo nuovo album Pass It On, pubblicato il 15 maggio dalla Universal Records.[3][4]

2015-2016: Eurovision Song Contest[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 settembre 2015 viene annunciata la sua partecipazione all'Eurovision Song Contest 2016 a Stoccolma in rappresentanza dei Paesi Bassi con la canzone Slow Down, che anticipa il suo terzo album Fool Bar.[5]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Album Posizione massima Note
Paesi Bassi
Born in a Storm 7 Pubblicato il 3 maggio 2013 in digital

download e in CD da Rodeomedia.nl

Pass It On 1 Pubblicato il 15 maggio 2015 in digital

download e in CD da Universal Music Group

Fool Bar 2 Pubblicato il 6 maggio 2016 in digital

download e in CD da Universal Music Group

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Singolo Posizione massima Album
Paesi Bassi[6]
2012 Multicoloured Angels 4 Born in a Storm
2013 Blind Man's Bluff
Stone Into the River 78
2014 You Don't Have to Stay
2015 Hold Me (con Anouk) 2 Pass It On
2016 Slow Down 5 Fool Bar
Il simbolo "—" indica che il singolo non è entrato in classifica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ‘Het kwartje viel op Paaspop’, Douwe Bob (22) voelde zich in Schijndel voor het eerst op z’n gemak, su Omroep Brabant. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  2. ^ Cookiewall: Cookies op de Volkskrant | de Volkskrant, su www.volkskrant.nl. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  3. ^ Douwe Bob Kondigt Album ‘Pass It On’ Aan « Nieuws « Universal Music - Your Music Ondemand, su www.universalmusic.nl. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  4. ^ Doornroosje: Douwe Bob + Max Meser (08-05-2015), su Doornroosje. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  5. ^ The Netherlands: Douwe Bob to Stockholm!, su Eurovision.tv. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  6. ^ Steffen Hung, Discografie Douwe Bob, Dutch Charts Portal. Hung Medien (Steffen Hung).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]