Domenica in albis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Domenica in Albis)
Jump to navigation Jump to search

La domenica in albis (o della Divina Misericordia) è, nell'anno liturgico della Chiesa cattolica, la seconda domenica di Pasqua, cioè la domenica che segue tale solennità.

Con la riforma liturgica successiva al Concilio Vaticano II la domenica è stata chiamata seconda domenica di Pasqua[1] o domenica dell'ottava di Pasqua[2], dal 2001 celebrata anche come domenica della Divina Misericordia.

La Chiesa ortodossa usa il nome di domenica di san Tommaso, perché in questo giorno viene letto il brano evangelico che parla dell'incredulità di san Tommaso (Gv 20,26-29), come avviene anche nella liturgia cattolica.

Nel calendario luterano, l'equivalente della domenica in albis è la domenica Quasimodogeniti.

Significato[modifica | modifica wikitesto]

La locuzione latina in albis (vestibus), tradotta letteralmente, significa in bianche (vesti). Ai primi tempi della Chiesa, infatti, il battesimo era amministrato durante la notte di Pasqua, e i battezzandi indossavano una tunica bianca che portavano poi per tutta la settimana successiva, fino alla prima domenica dopo Pasqua, detta perciò "domenica in cui si depongono le vesti bianche" (in albis depositis o deponendis).

Nel 2000 papa Giovanni Paolo II stabilì che la domenica venisse anche denominata della Divina Misericordia, titolazione legata alla figura della santa mistica polacca Faustina Kowalska. Con questo nome viene celebrata dall'anno 2001. Nella giornata è concessa, secondo determinate condizioni, l'indulgenza plenaria o parziale ai fedeli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Così nel Messale romano.
  2. ^ Così nella Liturgia delle ore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4334226-7