Dog Soldiers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il romanzo di Robert Stone, vedi I guerrieri dell'inferno (romanzo).
Dog Soldiers
Dog Soldiers.JPG
Scena del film dove il soldato Spoon verrà divorato da un lupo mannaro
Titolo originale Dog Soldiers
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito
Anno 2002
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere orrore, azione
Regia Neil Marshall
Soggetto Neil Marshall
Sceneggiatura Neil Marshall
Produttore David E. Allen, Christopher Figg
Produttore esecutivo Charles Armitage, Vic Bateman
Casa di produzione The Carousel Picture Company, Kismet Entertainment Group, Luxembourg Film Fund
Distribuzione (Italia) Pathé Distribution Ltd.
Fotografia Sam McCurdy
Montaggio Neil Marshall
Effetti speciali Roland Goddijn, Martin Lader
Musiche Mark Thomas
Scenografia Simon Bowles
Costumi Uli Simon
Trucco René Jordan
Sfondi Boris Bartholomäus
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Dog Soldiers è un film horror del 2002, diretto da Neil Marshall. Il film appartiene al filone splatter ed è ambientato in una foresta situata tra la cittadina scozzese di Inverness e Fort William.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film, ambientato in Scozia, si apre con una coppia che sta campeggiando nei boschi. La sera, la donna regala al compagno un aprilettere fatto di argento e poco dopo entrambi vengono improvvisamente aggrediti e divorati brutalmente da una misteriosa bestia. Contemporaneamente in una foresta gallese, vediamo il soldato semplice Lawrence Cooper che evade dal proprio campo per unirsi a delle forze speciali, ma viene fermato da dei soldati guidati dal capitano Richard Ryan, il quale gli promette di lasciarlo andare se uccide un cane, ma Cooper rifiuta di compiere tale gesto. Ryan spara al cane al suo posto e rimanda Cooper al suo precedente reggimento, escludendolo dalla selezione.

Quattro settimane dopo, una squadra di sei soldati dell'Esercito Inglese, incluso Cooper, viene spedita nelle stesse foreste situate sulle Highlands in elicottero. L'unità viene incaricata di affrontare un'esercitazione di routine contro una pattuglia della SAS, comandata dallo stesso Richard Ryan, nonostante il desiderio di assistere alla televisione la partita di calcio Inghilterra-Germania. Di notte, durante una pausa dopo un lungo pattugliamento, il sergente Harry G. Wells, il caposquadra, racconta una sua esperienza durante la guerra del Golfo sino a quando i soldati non vengono sorpresi dalla carcassa di una mucca Highlander, che cade da una rupe sopra di loro spaventandoli.

Seguendo la scia di sangue lasciata dalla mucca morente, il gruppo di Cooper scopre che i soldati della pattuglia avversaria sono stati brutalmente sbranati vivi e l'unico sopravvissuto è il capitano Ryan, il quale è rimasto ferito. Improvvisamente il gruppo viene attaccato da dei predatori sfuggenti e nella ritirata il caporale Bruce Campbell muore infilzato da un ramo mentre il sergente Wells viene ferito. Cooper e Wells, insieme agli altri soldati sopravvissuti, Joe, Terry e "Spoon" Witherspoon, vanno incontro alla zoologa Megan, la quale li aiuta a sfuggire ai predatori dandoli un passaggio sulla sua jeep. Megan conduce i soldati in una fattoria abbandonata che appartiene a una famiglia di sua conoscenza, gli Uath. Quando i predatori che li avevano attaccato nei boschi circondano la struttura, Cooper e gli altri scoprono con sgomento che gli assalitori sono dei lupi mannari.

I licantropi causano la distruzione della jeep di Megan e cercano di entrare nella casa, ma Cooper e i suoi commilitoni riescono a tenere testa ai mostri e si barricano completamente bloccando tutte le porte e finestre. Senza nessuna via di fuga, per i protagonisti non c'è altra soluzione se non attendere l'alba del giorno seguente, così che i lupi mannari riacquistino la forma umana, dato che i licantropi sono gli Uath quindi li stanno attaccando nella loro fattoria per difendere il territorio. Durante l'attesa Cooper e Megan riescono a medicare la ferita di Wells.

A seguito di un altro attacco da parte dei lupi mannari nel quale Terry viene trascinato via dai mostri, il gruppo rimane con poche munizioni e quindi la loro unica possibilità di sopravvivere è tentare la fuga per Fort William. Spoon riesce a distrarre i lupi mannari permettendo a Joe di infiltrarsi nel fienile per mettere in funzione un Land Rover che si trova all'interno, quando all'improvviso assiste alla morte brutale di Terry, che viene decapitato da un lupo mannaro con un morso. Preso dal panico, Joe cerca di raggiungere la casa per recuperare gli altri commilitoni, ma scopre che un lupo mannaro si nascondeva a bordo. Cercando di affrontare da solo il mostro, Joe viene massacrato.

Il capitano Ryan confessa che il vero scopo del plotone di Cooper durante l'esercizione era di fungere da esca per attirare un lupo mannaro così che l'esercito lo catturi per studiarlo e sfruttarlo come arma biologica. In seguito Ryan si trasforma in un lupo mannaro e scappa da una finestra, mentre Megan gli scatta delle fotografie. Megan sostiene che i licantropi si nascondano nel fienile, così i soldati lo fanno esplodere con il Land Rover diroccato e una bombola di gas. In realtà si scopre che nel fienile non c'era nessuno e Megan rivela di aver aperto la porta principale permettendo ai licantropi di entrare in casa. La donna sta aiutando i licantropi poiché è stata morsa, ma Wells la uccide con un colpo di pistola in testa prima di potersi trasformare. Spoon viene separato dai compagni e affronta da solo un lupo mannaro in cucina prima di essere sbranato.

Rimasto solo con Cooper, il sergente Wells gli affida il rullino con le foto scattate da Megan, affinché dimostrasse ai superiori quello che è veramente successo. Cooper si rifugia in cantina mentre Wells decide di sacrificarsi tagliando un tubo del gas della casa e accendendo i fornelli facendo così esplodere l'intera casa, eliminando i lupi mannari rimasti. In cantina Cooper trova i resti delle vittime precedenti dei licantropi e viene attaccato dall'ultimo lupo mannaro: il capitano Ryan trasformato. Quando il mostro sta per avere la meglio su Cooper, viene distratto da Sam, il border collie degli Uath, permettendo così al soldato di infilzarlo nel cuore con il tagliacarte d'argento e infine ad ucciderlo con un colpo di pistola in testa.

Il film si chiude con Cooper che esce dalle rovine della fattoria con Sam. Durante i titoli di coda vengono mostrate le foto di Megan e un giornale che riporta i risultati della partita di calcio Inghilterra-Germania e un articolo dedicato a Cooper dal titolo I lupi mannari hanno mangiato il mio plotone.

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Cooper afferma che alcuni paesani credono che il carnefice dei campeggiatori scomparsi nella zona sia Il mastino dei Baskerville. In lingua originale la creatura citata da Cooper è la Bestia di Bodmin.
  • Spoon parallela la loro situazione coi lupi mannari con il film Zulu, in cui diecimila zulù assaltano una roccaforte inglese in Sudafrica.
  • La trama del film sembra reggersi su due pellicole in particolare: Aliens di James Cameron, in cui dei soldati intrappolati in un ambiente isolato si difendono da dei mostri furtivi pronti ad attaccarli quando meno se l'aspettano e I guerrieri della palude silenziosa di Walter Hill, in cui un piccolo gruppo di soldati americani spediti in esercitazione in una palude della Louisiana deve sopravvivere agli orrori perpetratigli contro da una tribù locale.
  • Numerosi sono gli omaggi alle pellicole horror di Sam Raimi come La casa, da inquadrature drammatiche a piccole gag comiche durante un combattimento, ai protagonisti che si barricano in una casa nei boschi dove si aggirano presenze malvagie che li scrutano. Il personaggio interpretato da Thomas Lockyer si chiama addirittura Bruce Campbell, l'attore che ha interpretato Ash Williams, il protagonista della trilogia di Raimi, mentre il nome del sergente Wells deriva dallo scrittore di fantascienza H.G. Wells.
  • Quando discutono sui miti riguardanti ai lupi mannari, Joe chiede a Megan se è vero che coloro affetti da licantropia hanno le sopracciglie unite; è una citazione al film In compagnia dei lupi.
  • Il modo in cui Wells racconta la sua esperienza nella guerra del Golfo è simile come fa Quint con la sua durante la seconda guerra mondiale ne Lo squalo di Steven Spielberg.
  • I soldati dicono molto spesso battute riprese da Apocalypse Now e Salvate il soldato Ryan.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema