Detective's Story

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Detective's Story
Detective's Story 1966.png
Paul Newman in una scena del film
Titolo originaleHarper
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1966
Durata121 min
Rapporto2,35:1
Generegiallo
RegiaJack Smight
SoggettoRoss Macdonald (romanzo)
SceneggiaturaWilliam Goldman
ProduttoreJerry Gershwin, Elliott Kastner
Casa di produzioneGershwin-Kastner Productions
FotografiaConrad L. Hall
MontaggioStefan Arnsten
MusicheJohnny Mandel
ScenografiaClaude E. Carpenter (come Claude Carpenter)
TruccoGordon Bau
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Detective's Story (Harper) è un film del 1966 diretto da Jack Smight, con Paul Newman, Lauren Bacall e Shelley Winters.

È tratto dal romanzo Bersaglio mobile (1949) di Ross Macdonald, in cui appare per la prima volta il detective Lew Archer (che è stato ribattezzato "Harper" sembra per volontà dello stesso Newman): l'attore impersonerà lo stesso personaggio anche dieci anni dopo in Detective Harper: acqua alla gola di Stuart Rosenberg.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Elaine Sampson, ricca signora della buona società, incarica il detective Harper di ritrovare il marito scomparso, del quale sospetta il rapimento. Compare anche una richiesta di riscatto, però Harper capisce che è solo una messa in scena. Dopo molte e infruttuose ricerche che lo vedono coinvolto in strani incidenti, sempre salvato dall'avvocato di famiglia, scopre il cadavere di Sampson e smaschera il colpevole.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Ispirato al romanzo "The Moving Target" di Ross Macdonald (1915-1983), pubblicato per la prima volta nel 1949, edito in Italia come "Bersaglio mobile" nel 1953; il titolo originale del romanzo era "The Snatch".

Il film venne girato interamente in California, tra Topanga, Beverly Hills, Malibu e Los Angeles; le scene interne vennero realizzate presso gli studi della Warner Brothers di Burbank. Le riprese avvennero tra giugno e agosto 1965.

Prima collaborazione tra l'attore Paul Newman e il regista Jack Smight, che insieme avrebbero realizzato Guerra, amore e fuga nel 1968.

In un primo momento per la parte di Harper la produzione fece la sua prima scelta su Frank Sinatra.

Lo sceneggiatore William Goldman vinse un Edgar Award come miglior sceneggiatura cinematografica nel 1967. In seguito Goldman scrisse un adattamento cinematografico di un altro romanzo di Ross Macdonald, intitolato "The Chill", ma il progetto venne abbandonato. Newman sperava di realizzare il romanzo di Macdonald "The Instant Enemy", ma anche questo film non venne mai realizzato.

Nel film Newman guida una Porche 356A Speedster di colore grigio-nero / argento; di questo modello ne furono realizzati solo 140 esemplari.

L'uccello che il "prete" Claude (Strother Martin) tiene in braccio al ritiro religiosa sulla cima della montagna è un falco di Harris; l'uccello è originario del sud-ovest degli Stati Uniti e parti del Sud America.

La casa usata come tenuta di Sampson, Beverly House, è lo stesso posto usato per la villa di Jack Woltz ne "Il Padrino".

La nave che si vede verso la fine del film è una petroliera T2-SE-A1 costruita nel 1943 dalla Sun Shipbuilding Co. a Chester, in Pennsylvania, per essere utilizzata nella seconda guerra mondiale. Il suo nome originale era "Seven Pines". Successivamente venne venduta ad una ditta privata nel 1948 e dopo aver cambiato proprietà un paio di altre volte venne battezzata "Zephyrhills" nel 1959, come si vede in questo film. Venne demolita a Taiwan nel 1969. Tra il 1940 e il 1945 vennero costruite 533 di queste navi di tipo T2.

La parcella di Harper di 100 dollari al giorno più le spese corrisponde a 776 dollari del 2018.

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La distribuzione nelle sale cinematografiche statunitensi avvenne il 23 febbraio 1966; in quelle italiane dal 9 aprile 1966.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema