Civilmente obbligato per la pena pecuniaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il civilmente obbligato per la pena pecuniaria è la persona fisica o l'ente, dotato o privo di personalità giuridica, che, quando il condannato alla multa o all'ammenda risulta insolvibile, deve pagare la pena pecuniaria in luogo di lui, evitandogli la conversione della pena in libertà controllata o lavoro sostitutivo.

La nozione[modifica | modifica wikitesto]

Sono civilmente obbligati per la pena pecuniaria:

  • la persona fisica che esercita l'autorità, la direzione o la vigilanza su un'altra, quando il reato commesso dalla seconda consiste nella violazione di norme che la prima era tenuto a far osservare, sempre che la prima non risponda penalmente della violazione;
  • la persona giuridica diversa da Stato, regione, provincia o comune, quando il reato è stato commesso da un individuo che ha la rappresentanza o l'amministrazione della persona giuridica o è in rapporto di dipendenza da essa.

Ulteriori figure di civilmente obbligato per la pena pecuniaria sono previste tra l'altro:

  • nella disciplina della pesca marittima, per cui l'armatore e l'imprenditore sono solidamente e civilmente responsabili per le multe e le ammende inflitte ai loro ausiliari e dipendenti per reati commessi nell'esercizio della pesca;
  • nel testo unico delle disposizioni in materia doganale, per cui, quando il delitto di contrabbando è commesso su navi, aeromobili o altri veicoli o in stazioni, stabilimenti industriali o esercizi pubblici, il comandante, il capotreno, il vettore, il capostazione, l'esercente e il proprietario sono tenuti al pagamento di una somma pari all'ammontare della pena inflitta se il condannato è persona sottoposta ad essi e insolvibile;
  • nel testo unico delle disposizioni in materia di imposte sulla produzione e sui consumi, per cui nei reati ivi previsti l'esercente o vettore è obbligato al pagamento di una somma pari all'ammontare della pena pecuniaria inflitta al condannato si costui è il loro dipendente e risulta insolvibile.

Il civilmente obbligato per la pena pecuniaria, dunque, è talora tenuto al pagamento della pena pecuniaria in corsa commettendo un reato da un'altra persona, senza che debba essere accertato un suo difetto di vigilanza su costei o una qualche altra sua mancanza colpevole. Il contrasto di una tale previsione con il precetto di personalità della responsabilità penale è stato escluso dicendo che la responsabilità del civilmente obbligato ha natura non penale ma civile.

La citazione[modifica | modifica wikitesto]

Il civilmente obbligato è citato nel processo penale dal giudice a richiesta del pubblico ministero o dell'imputato, il quale ultimo può avere interesse alla presenza del processo e finanche alla condanna di colui che, in caso di sua condanna e insolvenza, potrà evitargli la conversione della pena pecuniaria e non altra funzione. In conseguenza di questa citazione, il civilmente obbligato per la pena pecuniaria diviene parte del processo e può subirvi condanna. Può pertanto costituirsi nel processo penale per farvi valere le proprie ragioni; non può intervenirvi spontaneamente (art. 89 c.1).

La citazione e la costituzione del civilmente obbligato sono disciplinate dalle disposizioni dettate dal codice di procedura penale per la citazione e la costituzione del responsabile civile, in quanto compatibili, ma il civilmente obbligato non viene escluso dal processo penale in caso di ammissione del giudizio abbreviato (art. 89 c.2).

Note[modifica | modifica wikitesto]


Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto