Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Città Vecchia (Trieste)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Città Vecchia
Mesto Trst-Valvasor.jpg
Vecchia mappa di Trieste, si possono notare la Cattedrale e il castello.
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaTrieste Trieste
CittàTrieste-Stemma.png Trieste
CircoscrizioneIV
Codice postale34121
Superficie0,4437 km²
Abitanti2 175 ab.abitanti del vecchio comune censuario "Città Vecchia" (2012)
Densità4 901,96 ab./km²

Coordinate: 45°38′55.32″N 13°46′03.36″E / 45.6487°N 13.7676°E45.6487; 13.7676

« Poi, giunto in via Cavana, dovetti rallentare per la folla che ostruiva la stretta via. »

(Italo Svevo, «La coscienza di Zeno», 1923[1])

« Spesso, per ritornare alla mia casa prendo un'oscura via di città vecchia. Giallo in qualche pozzanghera si specchia qualche fanale, e affollata è la strada. »

(Umberto Saba, «Trieste e una donna», 1912[2])

Città Vecchia (Zità Vecia in triestino) è il centro storico di Trieste, con circa 2000 abitanti[3].

Composta da tre quartieri, Cavana, San Giusto e l'antico ghetto ebraico, è il centro storico e il più antico insediamento urbano di Trieste. Assieme ai quartieri di Borgo Teresiano e Barriera Nuova fa parte della IV Circoscrizione.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La Città Vecchia è compresa in un dislivello di circa 60 metri: esso declina dal colle di San Giusto, alto appunto 60 m s.l.m.[4], fino ad un'area pianeggiante presso le rive del Mare Adriatico, nella zona di piazza Unità.

Nel settore collinare, oltre al castello e alla cattedrale, è presente un parco denominato Parco della Rimembranza; sotto il colle è presente un'importante arteria cittadina, la Galleria Scipione de Sandrinelli ed è in costruzione un parcheggio sotterraneo[5].

Idrografia[modifica | modifica wikitesto]

Corso Italia, dove un tempo scorreva il rio Pondares
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Torrenti di Trieste.

Nonostante la frazione sorga in pieno centro cittadino, fino alla metà dell'Ottocento erano presenti dei piccoli corsi d'acqua, ora interrati o prosciugati. I più importanti sono:

  • rio Pondares: scorreva lungo la via omonima, ai piedi del colle di Montuzza, scendendo lungo l'attuale corso Italia, dove lambiva le vecchie mura medievali, e sfociando probabilmente presso la "portizza".[6]
  • rio San Michele: piccolo corso d'acqua che sgorgava tra i colli di San Vito e San Giusto, scendeva seguendo un percorso quasi parallelo rispetto all'odierna ed omonima via, lambendo le mura medievali; sfociava dove oggi è situata l'ex pescheria centrale/acquario;

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Silvestro
La chiesa di santa Maria Maggiore

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • La cattedrale di San Giusto: il principale edificio religioso della città, posto sulla sommità dell'omonimo colle. Costruita tra il 1302 e il 1320, unificando due chiese già esistenti, quella di santa Maria e quella dedicata al martire san Giusto.
  • La chiesa di Cristo, in via san Michele
  • La basilica di San Silvestro, situata nell'omonima piazza, è il più antico edificio religioso della città, costruito tra i secoli XI e XII.[7]
  • La chiesa di santa Maria Maggiore, situata a pochi passi dalla sopracitata basilica di san Silvestro, è un edificio in stile barocco. Tra i vari dipinti spicca quello del Sassoferrato, il quale ritrae la Madonna della salute.
  • La chiesa della Beata Vergine del Soccorso
  • La chiesa della Beata Vergine del Rosario[8]

Architetture civili e siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Nella zona, siccome era il centro dell'antica città romana Tergeste, sono presenti molti siti archeologici risalenti all'epoca romana.

  • L'Arco di Riccardo, alto 7,20 metri, è risalente al I secolo d.C.. Presenta delle colonne (parzialmente danneggiate) dell'ordine corinzio.[9]
  • Il teatro romano, sorge nell'omonima via, a pochi passi da piazza Unità. In estate è luogo di concerti a cielo aperto.
  • Tor Cucherna, in prossimità del colle di san Giusto: torre di osservazione (l'unica rimasta) delle antiche mura di cinta della città.
  • Il municipio, progettato nel 1875 da Giuseppe Bruni, è l'edificio principale di piazza Unità.

Parchi[modifica | modifica wikitesto]

  • Il sopracitato Parco della Rimembranza, che circonda il castello e la cattedrale di San Giusto, ha un'area di circa 0,1 km².
  • Giardino di via San Michele
  • il giardino di villa Prandi

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Urbanistica[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo di Città Vecchia si colloca nel centro nevralgico di Trieste. È chiuso a nord-ovest dal mar Adriatico, a nord-est dal Borgo Teresiano, a sud dal quartiere di San Giacomo e a sud-ovest da San Vito. Gran parte del quartiere è di solo accesso pedonale, specialmente le zone di Cavana e san Giusto.

Suddivisioni storiche[modifica | modifica wikitesto]

Città Vecchia è composta da diversi comuni censuari o rioni, sorti e sviluppatisi in epoche diverse:

  • Riborgo: la zona dietro piazza della Borsa, un tempo il ghetto ebraico cittadino.
  • Cavana: complesso di vicoli e stradine pedonali a pochi passi da piazza Unità d'Italia. In passato era pieno di negozi di antiquariato ma poi, con la ristrutturazione delle case ormai in degrado, è diventata una zona residenziale di pregio con numerosi bar e gelaterie.
  • San Giusto: rione posto sull'omonimo colle, è raggiungibile dalla "Scala dei Giganti" o da Cavana.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Scuole[modifica | modifica wikitesto]

Due degli istituti secondari della città hanno sede nel rione, l'ISIS "Tomaso di Savoia duca di Genova" con indirizzo nautico di piazza Hortis[10] e la ex sede dell'ISIS "Carducci - Dante" del corso liceale di Scienze umane in via Madonna del Mare[11] (ora il biennio ha sede in via Rismondo mentre il triennio in via Corsi. Gli indirizzi classico, linguistico e musicale hanno sede nei pressi di Piazza Oberdan). Ora al posto dell' ex sede ci sono i resti di una chiesa paleocristiana.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Città Vecchia[modifica | modifica wikitesto]

Umberto Saba, celebre scrittore di famiglia ebrea.

Cavana[modifica | modifica wikitesto]

Quartiere completamente pedonalizzato, è composto da piccoli vicoli stretti e talvolta ripidi, dominato dalla via e piazza Cavana.

Ghetto ebraico[modifica | modifica wikitesto]

La zona dietro piazza della Borsa comincia a popolarsi quando Leopoldo I d'Austria istituisce il ghetto di Trieste nel centro della città. Il ghetto si sarebbe dovuto sviluppare nelle periferie della città ma, dopo le proteste della cittadinanza, venne edificato a un passo da piazza Unità (allora piazza San Pietro).[15] Circa cento ebrei si trasferirono nel nuovo ghetto, chiuso da alte mura con tre entrate: Beccherie, Riborgo e piazza del Rosari. Tuttavia, le porte del ghetto vennero aperte definitivamente nel 1784, con l'ordine di Giuseppe II dopo aver emesso l'editto patente di tolleranza, in cui si estendeva la libertà religiosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Trieste Portale Trieste: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trieste