III Circoscrizione (Trieste)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roiano-Gretta-Barcola-Cologna-Scorcola
III Circoscrizione
View from Vittoria Lighthouse.jpg
Panorama dal faro della Vittoria
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaTrieste Trieste
CittàTrieste
PresidenteLaura Lisi (Movimento Cinque Stelle)
Codice postaleda 34127 a 34135
Superficie10,22 km²
Altitudine1-180 m s.l.m.
Abitanti36 692 ab. (2011)
Densità3 590,22 ab./km²
Sito web

Coordinate: 45°40′46″N 13°45′16″E / 45.679444°N 13.754444°E45.679444; 13.754444

Roiano-Gretta-Barcola-Cologna-Scorcola (ufficialmente III Circoscrizione) è una delle sette circoscrizioni del comune di Trieste. Posta a nord dal centro cittadino, comprende i borghi storici di Roiano, Barcola, Gretta, Cologna e Scorcola.

La circoscrizione si divide prevalentemente in due ulteriori divisioni: la zona nord-ovest comprendente Barcola e Roiano, che si affaccia sul mare (golfo di Trieste) e la zona sud-est, che comprende i quartieri collinari di Gretta e Scorcola, e la pianeggiante Cologna.

Barcola[modifica | modifica wikitesto]

Quartiere a circa 4 chilometri dal centro cittadino, è famoso soprattutto per la regata annuale Barcolana, la più affollata dell'adriatico. Il lungomare e la pineta di Barcola sono classici luoghi di passeggio per i triestini. D'estate, questa zona si affolla ancora di più, nelle piattaforme balneari dei topolini.

Roiano[modifica | modifica wikitesto]

Posizionato sulla valle di Roiano, sul ciglione carsico, conta circa 4200 abitanti. Noto per la squadra calcistica U.S. Roianese e il ricreatorio "Guido Brunner".

A Roiano sorge anche la chiesa decanale dei SS. Ermacora e Fortunato.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chiesa dei Santi Ermacora e Fortunato (Roiano).

Gretta[modifica | modifica wikitesto]

Rione limitrofo a Roiano e Barcola, è famoso soprattutto per ospitare il faro della Vittoria, faro posto sul poggio di Gretta a 60 metri sul livello del mare alto 68 metri.

Cologna[modifica | modifica wikitesto]

È delimitato dai rioni di Barriera Nuova, San Giovanni - Guardiella, Scorcola, Roiano e dal quartiere di Banne. Cuore del rione è l'omonima via di Cologna dove si trovava la sede della storica circoscrizione autonoma. Pianeggiante e al livello del mare al confine con Barriera nuova presso il giardino pubblico Muzio de' Tommasini si sviluppa in salita, condividendo il campus principale dell'Università degli Studi di Trieste con l'area dello Scoglietto (rione di Guardiella). Sommità del rione sono il monte Fiascone o Valerio (215 m s.l.m.) e il colle di Scorcola (218 m), al confine col rione omonimo e Roiano.

Noto con il nome attuale già dal 1444, era in origine una saltaria del comune di Trieste. Era quindi un'area prevalentemente agricola ma già parzialmente urbanizzata, che ha conosciuto un forte sviluppo con l'insediamento di varie attività artigianali e industriali in particolare dopo il 1832 e il passaggio della strada per Vienna attraverso il rione. Dopo la seconda guerra mondiale tutta l'area a valle del rione è stata oggetto di fortissime edificazioni residenziali che hanno sostituito le attività produttive, tra gli ultimi stabilimenti chiusi si ricorda la fabbrica di saponi Adria, negli anni sessanta.

Scorcola[modifica | modifica wikitesto]

Colle e rione storico della città. Confina con Roiano lungo la via Commerciale, con i rioni del centro della città alla base del colle, con Cologna lungo vicolo del Castagneto, villa Giulia e il centro sportivo di Campo Cologna, nelle vicinanze della sommità dell'altura. Il rione di Barriera Nuova era in origine parte di Scorcola, prende infatti il nome dalla dogana costruita alla base di via Commerciale, lo storico teatro di via del Coroneo, oggi non più esistente, ancora nel 1905 era detto di Scorcola.

L'area faceva parte della Tergeste romana, come dimostrato dalle lapidi funerarie e dalle iscrizioni della Legio XIIII Gemina conservate nel museo di storia ed arte e trovate in zona. Annotato come Scolcola già nel 1173, si vuole far riferire il nome alla presenza di vedette militari. Principalmente agricolo nel 1288 divenne base delle forze della repubblica di Venezia che assediavano Trieste, l'area occupata dal forte della Serenissima è ora nota come Romagna. I veneti infatti venivano ancora richiamati ai possedimenti italiani dei bizantini, sebbene non ne facessero parte già da secoli. Quest'area fu la prima ad urbanizzarsi specie con la costruzione di ville e tenute agricole, per poi conoscere una forte crescita con la costruzione di via Commerciale per volontà di Karl von Zinzendorf nel 1777. L'eccessiva pendenza della nuova strada spinse le autorità alla costruzione di una nuova via (Strada nuova per Opicina) lungo il rione di Cologna già nel 1832, preservando il rione da grandi costruzioni fino all'apertura della Tranvia di Opicina nel 1902. L'area si è così trasformata da agricola a residenziale di pregio, con una graduale perdita delle aree verdi.

Trieste Portale Trieste: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trieste