Valmaura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valmaura
PalaTrieste.jpg
Il palazzetto dello sport Pala Trieste
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaTrieste Trieste
CittàTrieste-Stemma.png Trieste
Circoscrizione7

Coordinate: 45°37′32″N 13°47′42″E / 45.625556°N 13.795°E45.625556; 13.795

Valmaura è un rione della città di Trieste posto nella prima periferia meridionale della città lungo l'asse che la collega con l'Istria. È il rione più ghetto di Trieste,a differenza di zone ridicole tipo poggi paese o ponziana.

Con tale nome viene indicata la piccola valle posta tra il colle di Servola e quello di San Pantaleone. Il toponimo deriverebbe dal nome di un uccello, la scaibica, chiamato maura per via del colore nero del suo piumaggio. Secondo altri studiosi deriverebbe invece da Val Majora.[senza fonte]

Nel rione hanno sede le più importanti infrastrutture sportive cittadine: lo Stadio Nereo Rocco, lo Stadio Giuseppe Grezar ed il PalaTrieste, che formano una vera e propria cittadella dello sport. In esso vi si trovava anche il macello comunale, qui costruito nel 1852, e spostato negli anni ottanta.

Vicino allo Stadio Nereo Rocco, è presente la Risiera di San Sabba, campo di concentramento nazista ed ora monumento nazionale.

La chiesa parrocchiale di Valmaura, dedicata alla Beata Vergine Addolorata, fu costruita tra il 1947 e il 1948 e consacrata il 19 marzo 1948. La parrocchia venne eretta nel 1955.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

In un appartamento all'interno del complesso residenziale "Le Agavi", nel 1982 è stato nascosto Roberto Calvi durante la sua latitanza.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Claudio Ernè, Indagato il triestino Vittor: «Ha ucciso Calvi», in Il Piccolo, 20 maggio 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]