Arco di Riccardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arco di Riccardo
Trieste - Arco di Riccardo.jpg
L' Arco di Riccardo
Civiltà romana
Utilizzo divisione di due quartieri
Stile corinzio
Epoca I secolo a.C.
Localizzazione
Stato Italia Italia
Provincia Trieste Trieste
Dimensioni
Altezza 7,2
Larghezza 5,3
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°38′52.08″N 13°46′08.04″E / 45.6478°N 13.7689°E45.6478; 13.7689

L'Arco di Riccardo è secondo alcune fonti una delle porte romane di Trieste risalente I secolo a.C.[1] costruito probabilmente sotto l'imperatore Ottaviano Augusto; secondo altre fonti invece si tratta di uno degli ingressi al santuario della Magna Mater[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un arco a un solo fornice, alto 7,2 m, largo 5,3 m e profondo 2 m. Presenta un coronamento superiore, privo di decorazione.

Ai lati due lesene, di cui una sola attualmente visibile, a scanalature sormontate da capitelli di ordine corinzio. Il soffitto dell'arco era decorato a cassettoni.

Etimologia del nome[modifica | modifica wikitesto]

Una leggenda popolare ritiene che il nome derivi da Riccardo Cuor di Leone, il quale, di ritorno dalla Terra Santa, fu tenuto prigioniero anche a Trieste.

Maggior credito ha la versione che fa derivare il nome dalla sua probabile posizione all'ingresso del cardo massimo, da cui il nome "Arco del Cardo" che si sarebbe progressivamente volgarizzato in "Arco di Riccardo".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Volume 2 di Guida rapida d'Italia, Touring Editore, 2002, ISBN 8836523862
  2. ^ Arco di riccardo

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raffaele Mambella, Lucia Sanesi Mastrocinque, Itinerari archeologici-Le Venezie, Newton Compton, 1986, ASIN B0000ECNVO.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]