Chronon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il chronon è un quanto di tempo proposto, cioè una unità discreta e indivisibile del tempo facente parte di una teoria che rappresenta il tempo come non-continuo.

Mentre il tempo è una quantità di continuo nella meccanica dei quanti standard e nella relatività generale, molti fisici hanno suggerito che un modello discreto di tempo possa lavorare, specialmente quando si viene a considerare la combinazione delle due teorie di cui sopra, per produrre una teoria della gravità dei quanti.

Il termine fu introdotto da Robert Lévi nel 1927.

Una teoria dove il tempo fosse una variabile quantistica con uno spettro discreto e che fosse comunque compatibile con la relatività ristretta (o speciale) fu proposta da Chen Ning Yang nel 1947. Henry Margenau in 1950 suggerì che un chronon potesse essere il tempo impiegato dalla luce per percorrere il raggio classico di un elettrone.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]