Tempus fugit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tempus fugit (disambigua).
La locuzione "tempus fugit" appare spesso in cima agli orologi a pendolo

La locuzione latina tempus fugit, tradotta letteralmente significa "il tempo fugge".

L'espressione deriva da un verso delle Georgiche di Virgilio:

(LA)

« Sed fugit interea fugit irreparabile tempus »

(IT)

« Ma fugge intanto, fugge irreparabilmente il tempo »

(Georgiche, III, 284, traduzione di Clemente Bondi)

La locuzione è presente anche nell'opera Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll, ed è inoltre il titolo di una canzone degli Yes.

Il tempus fugit è anche una filosofia di vita paragonabile al Carpe diem, secondo cui non bisogna fare previsioni a lunghissimo tempo ma al massimo, assumersi impegni a breve tempo anche per farli al meglio perché, appunto, il tempo "fugge irreparabile" non permettendoci di risolvere cose già fatte, quindi vivere la vita come insieme di possibili ultimi giorni; su quest'argomento però c'è chi si distacca. Il modo migliore per capire questa percezione del tempo è leggere svariati brani, un ottimo esempio è "Le Candele" di Kostantinos Kavafis.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina