Chisone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chisone
Chisone greto nei pressi di Pinerolo.jpg
Il Chisone in magra presso Pinerolo
Stato Italia Italia
Regioni Piemonte Piemonte
Lunghezza 53,2 km[1]
Portata media 12,30 m³/s[2]
Bacino idrografico 604,38 km²[1]
Altitudine sorgente 2 900 m s.l.m.
Nasce monte Barifreddo - Val Chisone
Sfocia Pellice
44°49′13.2″N 7°24′51.76″E / 44.820334°N 7.414378°E44.820334; 7.414378Coordinate: 44°49′13.2″N 7°24′51.76″E / 44.820334°N 7.414378°E44.820334; 7.414378
Mappa del fiume

Il Chisone (Chison o Cleson in piemontese) è un torrente, tributario del fiume Po attraverso il torrente Pellice, di lunghezza di circa 55 km.

Nonostante sia definito torrente non ha periodi di secca nel corso dell'anno. Il suo percorso si sviluppa interamente nella città metropolitana di Torino.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il torrente Chisone presso Pragelato

Nasce dalle Alpi Cozie e precisamente alle falde del monte Barifreddo (3.028 metri s. l.m.). Scende in direzione N-O lungo la Val Troncea al centro dell'omonimo Parco naturale e compie un ampio semicerchio verso nord, raccoglie le acque del torrente Chisonetto che scorre sotto il colle del Sestriere e gira quindi verso N-E attorno al monte Albergian (3.041 metri s.l.m.), quindi scende lungo la valle cui dà il nome limitando così da sud il Parco naturale Orsiera - Rocciavrè, transita per il paese di Fenestrelle (1.154 metri s.l.m.), riceve nei pressi di Perosa Argentina le acque del torrente Germanasca e si unisce al Pellice, nel Comune di Cavour, circa una quindicina di chilometri a Est di Pinerolo, la città più importante che incontra sul suo percorso.

Il Chisone dal ponte stradale e ferroviario di Pinerolo

Portate medie mensili[modifica | modifica wikitesto]

Portata media mensile (in m3)
Stazione idrometrica : confluenza Pellice (1951 - 1991)
Fonte : AA.VV., Piano di tutela della acque - Allegato tecnico II.h/1 Bilancio delle disponibilità idriche naturali e valutazione dell'incidenza dei prelievi - Bilancio idrologico - Rapporto tecnico; tabella 8, pag. 28; luglio 2004; Regione Piemonte (consultato nel dicembre 2011)

Territori comunali interessati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b AA.VV., Elaborato I.c/5 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 27 ottobre 2012.
  2. ^ AA.VV., Elaborato I.c/7 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 27 ottobre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Torino, Istituto geografico centrale, Cartina n. 1 Valli di Susa, Chisone e Germanasca,

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242735440
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte