Castagna Roscetta della valle Roveto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castagna Roscetta della valle Roveto
Castagna Roscetta Valle Roveto.jpg
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneAbruzzo
Zona di produzioneValle Roveto
Dettagli
Categoriaortofrutticolo
RiconoscimentoP.A.T.
SettoreProdotti vegetali allo stato naturale o trasformati
 

La castagna Roscetta della valle Roveto, o semplicemente Roscetta, è una varietà autoctona di castagna che rientra tra i prodotti agroalimentari tradizionali abruzzesi. È coltivata nella valle Roveto, in Abruzzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

«Dopo circa una lega ci si addentra nei magnifici boschi della Val Roveto, dove ho potuto osservare alberi secolari dal tronco così imponente che otto uomini, a malapena, riuscirebbero a circondarlo»

(Alexandre Dumas[1])
I monti ubertosi della valle Roveto

Antiche iscrizioni di Antinum, importante centro abitato dai marsi e municipio della Repubblica romana, attestano già in epoca antica l'esistenza nell'area montana abruzzese di terreni ubertosi e di castagneti.

I primi documenti che riportano la presenza di questa varietà di castagna nella valle rovetana risalgono alla metà del XVII secolo e portano la firma dello storico marsicano Muzio Febonio che attraverso un saggio ha descritto come le donne della vallata trasportassero le castagne tipiche del loro territorio nei mercati di Roma attraverso i canistri, cesti di vimini realizzati a Canistro[2], da sempre molto utilizzati per il trasporto dei prodotti agroalimentari.

L'importanza di questo prodotto è testimoniata anche da una serie di regolamenti e delibere emanate dalle varie autonomie comunali nel corso dei secoli ed anche dall'analisi geo-storica della statistica, relativa alle province del Regno di Napoli, elaborata da Gioacchino Murat e pubblicata nel maggio del 1811. Dai primi anni del XXI secolo i castanicoltori della valle Roveto si sono associati col fine di tutelare, in particolare dalle avversità parassitarie del castagno, e di valorizzare il prodotto, ottenendo l'emissione del disciplinare finalizzato a conseguire il riconoscimento europeo IGP[1][3].

Area di produzione e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'area di produzione è inclusa nei territori montani dei comuni di Balsorano, Canistro, Capistrello, Castellafiume, Civita d'Antino, Civitella Roveto, Morino e San Vincenzo Valle Roveto, tutti situati nella provincia dell'Aquila, in Abruzzo.

La castagna Roscetta è una varietà del marrone fiorentino. È un frutto molto calorico composto per circa il 60% da amidi e da carboidrati, cloro, magnesio, proteine, sali minerali e le vitamine A, B e C.

La forma è ovoidale o globosa, mentre le dimensioni sono medio-grandi. Sull'apice è presente la cosiddetta torcia che può essere molto pronunciata. Alla raccolta il colore del pericarpo è rosso acceso con striature marroni, mentre il seme è di color crema chiaro, la cicatrice ilare, di forma allungata, è di colore nocciola, infine la pellicola dell'episperma è di colore fulvo chiaro. Il sapore del frutto è delicato e dolce[4].

Il diametro dell'albero, il castagno, può raggiungere i due metri, mentre l'altezza raggiunge anche i 35 metri. La raccolta che avviene alla fine di ottobre è mediamente buona: si riescono ad ottenere fino a 90 frutti su un totale di un chilogrammo di prodotto raccolto.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Caldarroste rovetane
  • Caldarroste[5]
  • Castagne lesse[5]
  • Castagne lesse sbucciate e spellate[5]
  • Risotto con le castagne[5]
  • Filetto alle castagne[5]
  • Farina di castagne
  • Crespelle ai marroni[5]
  • Torta di castagne
  • Monte Bianco di marron glacé[5]
  • Confettura[5]
  • Crema di castagne
  • Castagne al rum, al mosto cotto, all'aceto balsamico

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La castagna, Roscetta.it. URL consultato il 20-4-2016 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2016).
  2. ^ Calendario etnoantropologico, MiBACT. URL consultato il 20-4-2016.
  3. ^ Castagna roscetta valle roveto, Foodinitaly.com. URL consultato il 20-4-2016.
  4. ^ La castagna "Roscetta" della valle Roveto, Valleroveto.eu.
  5. ^ a b c d e f g h Le ricette, Canistro80.it. URL consultato il 16 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • La Roscetta, su roscetta.it, Roscetta.it. URL consultato il 20 aprile 2016.
  • La castagna Roscetta della Val Roveto, su conoscere.abruzzoturismo.it, Regione Abruzzo. URL consultato il 20 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 14 aprile 2016).