Capi di Stato della Libia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Libia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Libia


Costituzione


Capo dello Stato


Esecutivo


Legislativo





Altri stati · Atlante

In attesa di una nuova costituzione, la Libia tuttora non ha una vera e propria carica di "capo di Stato".

Il potere dal 1969 al 2011 è stato nelle mani di Mu'ammar Gheddafi che pur avendo il titolo onorifico di capo di rivoluzione, ha controllato la vita del Paese. De iure egli esercitò la presidenza come segretario generale del Congresso generale del popolo solo dal 1977 al 1979, passando poi la carica ad altri, ma restando de facto a capo del paese. Dopo la prima guerra civile in Libia del 2011, le funzioni di capo dello stato sono state assunte prima dal presidente del Consiglio nazionale di transizione e poi, dopo le elezioni, dal presidente del parlamento. In seguito, tra l'agosto ed il settembre 2014, durante una seconda guerra civile, poiché la parte occidentale del paese e la capitale Tripoli sono cadute in mano a una coalizione di milizie, il parlamento eletto nel giugno 2014 e il governo si sono insediati a Tobruk, città dalla quale hanno ripreso ad esercitare le loro funzioni.[1][2] Il ruolo di capo dello stato è dunque conteso tra il presidente del parlamento di Tobruk (Aguila Saleh Issa, dal 5 agosto 2014 a capo della Camera dei rappresentanti) e il presidente del parlamento islamista di Tripoli (Nuri Busahmein, dal 25 giugno 2013 a capo del Congresso Nazionale Generale, ribattezzato nel settembre 2014 Nuovo Congresso Nazionale Generale).

Libia indipendente (dal 1951)[modifica | modifica wikitesto]

Immagine Durata carica Partito politico Note
Regno di Libia
المملكة الليبية (al-Mamlakat al-Lībiyya)
24 dicembre 1951 - 1º settembre 1969 IdrisI3.jpg Idris I di Libia, re Deposto il 1º settembre 1969 dal colpo di stato di Mu'ammar Gheddafi
Repubblica Araba di Libia
1º settembre 1969 - 2 marzo 1977 Muammar al-Gaddafi at the AU summit.jpg Mu'ammar Gheddafi, capo del Comando del Consiglio rivoluzionario Militare/nessuno
Grande Jamāhīriyya Araba di Libia Popolare e Socialista
الجماهيرية العربية الليبية الشعبية الإشتراكية العظمى (Al Jamāhīriyyah al 'Arabiyyah al Lībiyyah aš Ša'biyyah al Ištirākiyyah al 'Uẓmā)
2 marzo 1977 - 2 marzo 1979 Muammar al-Gaddafi at the AU summit.jpg Mu'ammar Gheddafi, presidente Militare/nessuno
2 marzo 1979 - 20 ottobre 2011[3] Mu'ammar Gheddafi, leader fraterno e guida della grande rivoluzione del primo settembre della grande Jamāhīriyya araba di Libia Popolare e Socialista Militare/nessuno
Repubblica di Libia
جمهورية ليبيا
20 ottobre 2011 - 8 agosto 2012 Mustafa Abdul Jalil.jpg Mustafa Abd al-Jalil, capo di Stato ad interim Consiglio nazionale di transizione
8 agosto 2012 - 9 agosto 2012 Flag of None.svg Mohammed Ali Salim, presidente del Congresso nazionale generale e capo di Stato ad interim Indipendente
9 agosto 2012 - 28 maggio 2013 Megariaf.jpg Mohammed Magariaf, presidente del Congresso nazionale generale e capo di Stato Partito del Fronte Nazionale
28 maggio 2013 - 25 giugno 2013 Flag of None.svg Giuma Ahmed Atigha, presidente del Congresso nazionale generale e capo di Stato ad interim Indipendente
25 giugno 2013 - 4 agosto 2014 Flag of None.svg Nuri Busahmein, presidente del Congresso nazionale generale e capo di Stato Indipendente
In seguito alle elezioni parlamentari del giugno 2014, si sono formati due parlamenti rivali, a Tobruk (internazionalmente riconosciuto) e a Tripoli, con due presidenti facenti funzione di capo di Stato.
4 agosto 2014 - 5 agosto 2014 Flag of None.svg Abu Bakr Baira, presidente della Camera dei rappresentanti e capo di Stato ad interim a Tobruk Indipendente
5 agosto 2014 - in carica Flag of None.svg Aguila Saleh Issa, presidente della Camera dei rappresentanti e capo di Stato a Tobruk Indipendente
4 agosto 2014 - in carica Flag of None.svg Nuri Busahmein, presidente del Nuovo congresso nazionale generale e capo di stato a Tripoli Indipendente
In seguito agli accordi del 2015-16, è stato istituito un Consiglio presidenziale a Tripoli, riconosciuto internazionalmente, che assume le funzioni di capo di Stato, ma che non è stato riconosciuto dai due presidenti rivali di Tripoli e Tobruk.
16 marzo 2016 - in carica Flag of None.svg Fayez al-Sarraj, presidente del Consiglio presidenziale Indipendente

Segretario generale del Congresso generale del popolo (de jure capo di stato della Libia, 1977-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Immagine Durata carica Partito politico Note
Gran Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista
الجماهيرية العربية الليبية الشعبية الإشتراكية العظمى (Al Jamāhīriyyah al 'Arabiyyah al Lībiyyah aš Ša'biyyah al Ištirākiyyah al 'Uẓmā)
2 marzo 1977 - 2 marzo 1979 Muammar al-Gaddafi at the AU summit.jpg Mu'ammar Gheddafi, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
2 marzo 1979 - 7 gennaio 1981 Abdul Ati al-Obeidi, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
7 gennaio 1981 - 2 febbraio 1984 Muhammad az-Zaruq Rajab, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
15 febbraio 1984 - 7 ottobre 1990 Mifta al-Usta Umar, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
7 ottobre 1990 - 7 ottobre 1992 Abdul Razzaq as-Sawsa, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
18 novembre 1992 - 3 marzo 2008 Shikh azanati.JPG Muhammad az-Zanati, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
3 marzo 2008 - 3 marzo 2009 Miftah Muhammed K'eba, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
5 marzo 2009 - 26 gennaio 2010 Imbarek Shamekh, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno
26 gennaio 2010 - 20 ottobre 2011 Mohamed Abu Al-Quasim al-Zwai, segretario generale del Congresso generale del popolo nessuno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Libya’s Islamist militias claim control of capital, The Washington Post, 24 agosto 2014. URL consultato il 23 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2014).
  2. ^ (EN) Chris Stephen, Libyan parliament takes refuge in Greek car ferry, The Guardian, 9 settembre 2014. URL consultato il 24 settembre 2014.
  3. ^ Senza nessuna carica dal 1979, Gheddafi, fino al 20 ottobre 2011, deteneva il titolo di "leader fraterno e guida della grande rivoluzione del primo settembre della grande Jamāhīriyya araba di Libia Popolare e Socialista."

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[modifica | modifica wikitesto]