Brave ragazze (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brave ragazze
Brave ragazze.png
Da sinistra Ilenia Pastorelli, Serena Rossi, Ambra Angiolini e Silvia D'Amico
Paese di produzioneItalia, Spagna
Anno2019
Durata104 min
Rapporto2.35 : 1
Generecommedia
RegiaMichela Andreozzi
SoggettoMichela Andreozzi, Alberto Manni e Fiorenza Tessari
SceneggiaturaMichela Andreozzi e Alberto Manni
Casa di produzionePaco Cinematografica, Neo Art Producciones, Vision Distribution, EsseQuamVideri, Imprebanca e Regione Lazio
Distribuzione in italianoVision Distribution
FotografiaTani Canevari
MontaggioLuciana Pandolfelli
MusicheMaurizio Filardo
ScenografiaMauro Paradiso
CostumiGemma Mascagni
Interpreti e personaggi

Brave ragazze è un film del 2019 diretto da Michela Andreozzi interpretato da Ambra Angiolini, Ilenia Pastorelli, Serena Rossi e Silvia D'Amico. La stessa Andreozzi vi interpreta un ruolo minore.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Gaeta nel 1981 quattro donne disoccupate e frustrate nelle loro aspirazioni provano a cambiare il corso della propria vita. Anna, figlia della portinaia di uno stabile, è sola, con due figli da mantenere e saltuariamente si mantiene facendo pulizie; Maria è religiosissima e vittima di un marito violento; infine le sorelle Chicca e Caterina, la prima lesbica con nel cassetto il sogno di lasciare l'Italia per l'Inghilterra, la seconda che aspira a frequentare l'università a Roma.

Col coraggio di chi ha poco da perdere, insieme decidono di svaligiare la banca del loro paese travestite da uomini: la rapina, su cui è chiamato a indagare il commissario Morandi, appena arrivato a Gaeta e andato ad abitare nello stabile dove la madre di Anna è la portinaia, dà inizio a un vortice di eventi spericolati destinato a stravolgere il destino delle "brave ragazze".

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film iniziarono a ottobre 2018 tra Gaeta, Roma e Fondi[1][2].

Prodotto da Isabella Cocuzza, Arturo Paglia e Antonia Nava, il film è una co-produzione italo-spagnola Paco Cinematografica, NeoArt, Producciones e Vision Distribution, ed è realizzato con il sostegno della Regione Lazio per Fondo Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo.

La sceneggiatura, scritta dalla stessa Andreozzi e Alberto Manni con l'assistenza di Alessia Crocini[3], è ispirata a una storia realmente accaduta in Francia alla fine degli anni ottanta del XX secolo: cinque amiche di Avignone, ragazze madri tra i venti e i venticinque anni ribattezzate dalla stampa le amazzoni o le mamme rapinatrici (in francese les mamans braqueuses), misero a segno diversi colpi a mano armata nella Vaucluse, per un totale di poco più di 300 000 franchi (circa 50000 ) tra il 1989 e il 1992, prima di essere arrestate[4] e condannate, nel 1996, a pene lievi tra i 6 e i 18 mesi di detenzione[5].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu presentato in anteprima al festival Ciné di Riccione il 3 luglio 2019[6], e distribuito nelle sale da Vision Distribution a partire dal 10 ottobre successivo.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barbara Savodini, Ciak si gira (di nuovo) a Gaeta: da lunedì le riprese di "Brave ragazze", su ilmessaggero.it.
  2. ^ Dopo Roma e Gaeta, anche a Fondi le riprese del film “Brave ragazze”, su h24notizie.com.
  3. ^ Virginia Maresca, Michela Andreozzi: uscirà a marzo 2019 il suo secondo film da regista “Brave ragazze”, su mydreams.it, Napoli, My Dreams, 21 dicembre 2018.
  4. ^ (FR) Anne Cicco, Procès de cinq braqueuses en perruque, in l'Humanité, 18 settembre 1996. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  5. ^ (FR) Samuel Douhaire, Les mamans braqueuses, in Libération, 28 marzo 2000. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  6. ^ Seconda intensa giornata a Ciné2019, in cinegiornale.it, Ciné. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  7. ^ FILMING ITALY BEST MOVIE AWARD - I premiati, su cinemaitaliano.info.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]