Silvia D'Amico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Silvia D'Amico (Roma, 4 maggio 1986) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomata all'Accademia nazionale d'arte drammatica nel 2009, dopo aver lavorato a teatro, ha esordito al cinema con Il rosso e il blu di Giuseppe Piccioni nel 2012. Si è distinta per la sua interpretazione nella commedia corale Fino a qui tutto bene di Roan Johnson,[1] per il quale ha ricevuto una Menzione speciale legato al premio Guglielmo Biraghi del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.

Nel 2015 partecipa al film Non essere cattivo di Claudio Caligari e la sua performance è stata molto apprezzata dalla critica della Mostra del Cinema di Venezia.[2]

Nel 2016 prende parte alla fiction Squadra antimafia - Il ritorno del boss nel ruolo di Rosalia Bertinelli[3].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Il fischietto, regia di Lamberto Sanfelice (2011)
  • Sei sull'autobus, regia di Sergio Rubini (2012)
  • I due ghiri e la Sirena, regia di Simone la Rocca (2012)

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • La morte di Lucullo, regia Renato Carpentieri (2007)
  • Nozze di sangue, regia Walter Manfrè (2008)
  • Whale Music, regia Massimiliano Farau (2009)
  • Amleto, regia Valentina Rosati (2010)
  • La città perfetta, regia Mario Gelardi (2010)
  • Sogno di una notte d'estate, regia Carlo Cecchi (ruolo Puck) (2010-2012)
  • Benji, regia Valentina Rosati (2012)
  • L'amore, il vento, la fine del mondo, regia Francesco Lagi (2012)
  • Guerra, regia Marinella Anaclerio (2013)
  • L'amante, progetto ANAD a cura di Arturo Cirillo (2013)
  • Le anime morte, regia Francesco Lagi (2013)
  • La vodka si addice a Elettra, regia Valentina Rosati (2014)
  • Pier Paolo, regia Giorgio Barberio Corsetti (2014)
  • Ritratto di una capitale, regia Fabrizio Arcuri (2014)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Silvia D'Amico: «Pronti a diventare i Friends italiani», su vanityfair.it, 20 marzo 2015. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  2. ^ VENEZIA 72 - LE STELLE DI MEREGHETTI - SULLE ORME DI PASOLINI, su cinemagay.it, 8 settembre 2015. URL consultato il 17 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2015).
  3. ^ Squadra antimafia 8, Silvia D'Amico a Blogo: "Il mio primo sparo sul set", su tvblog.it.
  4. ^ Nastri d'argento, sfida a cinque: Garrone, Moretti, Sorrentino, Costanzo e Munzi, su repubblica.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN73146824709407630714 · ISNI (EN0000 0004 5964 2534 · LCCN (ENn85255427 · J9U (ENHE987007327439505171 · WorldCat Identities (ENlccn-n85255427